Atletica, ottimi risultati nel Campionato Regionale di Società per Under 18 e Under 16

Redazione Picenotime

16 Maggio 2018

Due belle giornate di sport giovane allo stadio Helvia Recina di Macerata, per l’appuntamento inaugurale del Campionato regionale di società allievi (under 18) e cadetti (under 16). Le graduatorie provvisorie nella fascia di età superiore vedono al comando la Sef Stamura Anconaal maschile e il Team Atletica Marche al femminile, mentre la Collection Atletica Sambenedettese guida in entrambe le classifiche degli under 16. In chiave individuale sono in tanti a mettersi in luce, come la non ancora 15enne Martina Cuccù che sfreccia in 11”50 negli 80 ostacoli per migliorare il suo primato marchigiano di ben 27 centesimi. La cadetta dell’Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti ora è la quinta italiana di sempre nella categoria. Notevole anche il suo 9”97 sugli 80 metri piani, mentre la sorella Francesca Cuccù si aggiudica il lungo atterrando 5.20 (-0.4). La staffetta più veloce è quella della Collection Atletica Sambenedettese in 51”30 con Giulia Caucci, Anthea Pagnanelli (leader dei 300 ostacoli in 48”06), Giorgia Di Salvatore e Irene Pagliarini che vince anche i 300 metri in 42”16. Nel mezzofondo doppietta di Serena Frolli (Atl. Osimo), con 4’07”46 sui 1200 siepi e 7’04”15 nei 2000, e nei lanci due successi per Vesna Braconi (Atl. Fabriano): disco (30.75) e martello (30.13).
Tra i cadetti spicca il 13.32 (0.0) nel salto triplo di Nicola Sanna (Sef Stamura Ancona), a un solo centimetro dal record regionale di Marco De Santis con 13.33 che risale a 18 anni fa. Le sfide sulle distanze più lunghe vedono le affermazioni di Tommaso Ajello (Sef Stamura Ancona), 6’04”55 nei 2000, e Daniele Pennacchietti (Team Atl. Porto Sant’Elpidio) in 2’42”46 sui 1000 metri. Lo sprinter Luca Patrizi (Collection Atl. Sambenedettese) conquista due vittorie con 9”77 (-0.1) negli 80 e 39”10 sui 300, mentre Lorenzo Agostini (Asa Ascoli Piceno) prevale negli 80 ostacoli in 14”28 (0.0). Sulla pedana del lungo 6.05 (0.0) per Simone Guidotti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), quindi il marciatore Mattia Grilli (Team Atl. Porto Sant’Elpidio) chiude in 26’22”86 sui 5000 metri.
Nelle gare under 18 ancora in evidenza l’azzurra Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) che lancia il martello a 57.91. Sfide combattute nella velocità con i record personali di Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati) in 24”91 (+0.4) nei 200 e della sangiorgese Greta Rastelli (Tam) con 12”19 (-0.1) sui 100 metri. Nel lungo si migliora quindi Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) con un salto a 5.47 (+0.9) e sui 400 ostacoli 1’02”99 dell’osimana Angelica Ghergo (Tam), mentre sulla distanza piana Anna Pennesi (Atl. Civitanova) vince in 59”41 e poi conquista anche gli 800 in 2’22”95.
Tra gli allievi, protagonisti i giovani sprinter della Sport Atletica Fermo con Mattia Mecozzi, davanti a tutti nei 100 in 11”27 (0.0) e sui 200 con 22”57 (+0.3) oltre che nella staffetta 4x100 composta da Guido CatalanoAlessandro Renzi, Mattia Mecozzi e Stefano Vitturini in 44”42. Applausi nel salto con l’asta per Edoardo Giommarini (Collection Atl. Sambenedettese) che aggiunge dieci centimetri al record personale, superando la quota di 4.20, e nell’alto progressi del filottranese Lorenzo Falappa (Tam) con 1.86. Sempre dai concorsi arrivano i successi di Matteo Colletta (Sef Stamura Ancona) con 6.32 (+0.1) nel lungo e del martellista Ronaldo Mancinelli (Asa Ascoli Piceno) che lancia 55.71. Sui 110 ostacoli vince l’osimano Simone Romagnoli (Tam) in 15”23 (0.0).
La seconda prova degli under 18 si svolgerà il 15-16 settembre a San Benedetto del Tronto, che due settimane più tardi ospiterà anche la finale nazionale B del gruppo Adriatico come nella scorsa stagione, invece per i cadetti la prossima tappa è in programma il 1° luglio sempre a Macerata.
 
RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2018/REG16777/Index.htm
 
BARONTINI, SUBITO PRIMATO ASSOLUTO NEGLI 800
Record regionale per il 19enne della Sef Stamura Ancona, che diventa il settimo under 20 di sempre a livello nazionale con il miglior crono di uno junior italiano negli ultimi dieci anni
 
Parte con il botto la stagione all’aperto di Simone Barontini. La nuova impresa per il 19enne mezzofondista arriva alla gara di esordio nel 2018 sugli 800 metri outdoor, che vale subito un grande risultato. Al meeting internazionale di Castiglione della Pescaia (Grosseto) il portacolori della Sef Stamura Ancona toglie quasi un secondo al record personale con 1’47”88, per demolire il suo precedente limite di 1’48”76 con cui nel 2016 ha realizzato la migliore prestazione italiana allievi. Ma è anche il primato regionale assoluto, oltre a quello juniores, superando il limite stabilito da Luca Vandi nel 1984 con 1’48”60.
L’atleta allenato da Fabrizio Dubbini sale così al settimo posto di sempre nelle liste nazionali under 20, con il tempo più veloce dell’ultimo decennio per la categoria. Era dal 2008 che uno junior italiano non correva così forte, dal crono di 1’47”52 ottenuto dal trentino Giordano Benedetti in quella stagione. Nella gara il giovane anconetano si piazza secondo, preceduto soltanto dal bosniaco Abedin Mujezinovic (1’47”65), grazie a una bella progressione finale che gli consente di recuperare diverse posizioni e sfiorare la vittoria. Adesso quindi il bicampione tricolore assoluto indoor, medaglia di bronzo negli Europei under 18 di due anni fa, punta verso i Mondiali under 20 in programma nel mese di luglio a Tampere, in Finlandia.
 



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni