NIENTE RIMONTA PER IL PICCHIO, A CROTONE ARRIVA SOLO UN PALO

Redazione Picenotime

02 Aprile 2013


Ascoli di nuovo impegnato sul campo del Crotone per il prosieguo del match sospeso lo scorso 2 Marzo a causa del violento temporale che si abbattè sullo stadio "Ezio Scida". Si giocherà solo un tempo e si ripartirà dal punteggio di 1-0 a favore dei calabresi (gol di Maiello al 31´ minuto). Arbitra il 33enne Claudio Gavillucci della sezione di Latina.

Formazioni: Pergolizzi rischia tutto presentando il tridente Feczesin-Soncin-Zaza, con difesa a 4 con Scalise e Legittimo sugli esterni. Drago risponde con un 4-4-2 accorto che vede in avanti Pettinari e Gabionetta.

min. 46- Inizia il match. Sole e vento a Crotone, terreno in buone condizioni. Ascoli in completo bianconero. padroni di casa in tenuta rossoblu.

min. 48- Cross velenoso dalla destra di Maiello, allontana in volo con i pugni Maurantonio

min. 51- Palo pieno di Zaza, che si invola tutto solo verso la porta di Caglioni dopo un perfetto lancio di Soncin ma il suo sinistro rasoterra non ha buona sorte. Occasionissima per il Picchio, bravo anche il portiere rossoblu a toccare con la mano.

min. 53- Pallone a campanile ad allontanare di Mazzotta che Maurantonio prima fa rimbalzare e poi si trova costretto a recuperare sotto la traversa con qualche affanno

min. 54- Destro potente da fuori di Loviso, devia in corner Caglioni

min. 56- Lancio lungo di Loviso, gran controllo colo sinistro di Zaza che poi incrocia col destro ma trova la pronta risposta del portiere del Crotone

min- 58- Matute prova ad andarsene sull'out di destra, bravo Legittimo a chiudere in fallo laterale in tackle scivolato

min. 60- Crisetig trova in area ascolana Pettinari, colpo di testa debole che Maurantonio blocca senza problemi

min. 63- Feczesin spreca una rimessa laterale in attacco con una pessima esecuzione, l'arbitro giustamente la inverte

min. 64- Mischia furibonda in area crotonese dopo un corner di Loviso, è Feczesin a non trovare di sinistro il varco vincente

min. 65- Altra punizione tagliata da posizione angolata di Loviso, riesce a spazzare via in qualche modo la difesa di Drago. Forcing dell'Ascoli

min. 67- Combinazione veloce tra Soncin e Zaza al limite, intuisce tutto Ligi e scaraventa il pallone in avanti

min. 68- Conclusione insidiosa di Russo da fuori, Caglioni si distende e sporca la traiettoria della palla in calcio d'angolo

min. 71- Il Crotone ora prova a gestire il pallone nella metà campo avversaria, il Picchio fatica a rendersi pericoloso in avanti

min. 73- Soffia un forte vento allo "Scida" che rende difficile le letture sui palloni aerei

min. 75- Ammonito Feczesin per un fallo a centrocampo ai danni di Maiello. Stranamente nervoso l'ungherese, che salterà per squalifica il prossimo match di Livorno

min. 78- Traversone interessante dalla destra di Scalise, non trova la deviazione vincente con la testa Zaza ben contrastato da Vinetot

min. 80- Ammonito Prestia per un'evidente trattenuta su Gabionetta

min. 82- Bomba dai 20 metri di Maiello che sfiora l'incrocio dei pali alla destra di Maurantonio

min. 83- Il Crotone gestisce con esperienza il pallone in avanti giocando all'altezza delle due bandierine

min. 85- Assist pregevole in verticale di Zaza per Feczesin che all'altezza del dischetto non ci arriva per un pelo

min. 86- Pergolizzi tenta la mossa della disperazione: fuori Di Donato, dentro il giovane attaccante della Primavera Ruzzier

min. 87- Drago risponde con Addae al posto di Maiello, autore del gol vincente lo scorso 2 Marzo

min. 88- Ammonito subito Addae per un fallo di mano da terra a fermare un'azione di Soncin

min. 90- Punizione laterale di Loviso, si piega Soncin a colpire di testa ma Caglioni blocca con sicurezza. Tre minuti di recupero

min. 91- Destro di controbalzo di Russo dal limite dopo una respinta di Ligi, palla in Curva Nord...

min. 93- Finisce il match con la vittoria del Crotone per 1-0 in virtù della rete di Maiello messa a segno un mese fa. Nel finale espulso Zaza per aver tirato i capelli a Ligi. Probabili due giornate di squalifica per il bomber lucano. Il Picchio rimane a 40 punti in classifica, sorpassato proprio dal Crotone che sale a quota 42

TABELLINO

CROTONE (4-4-2): Caglioni; Del Prete, Ligi, Vinetot, Mazzotta; Matute, Eramo, Crisetig, Maiello (87´ Addae); Pettinari, Gabionetta. All. Drago.

ASCOLI (4-3-3): Maurantonio; Scalise, Prestia, Faisca, Legittimo; Di Donato (86´ Ruzzier), Loviso, Russo; Zaza, Soncin, Feczesin. All. Pergolizzi.

Arbitro: Gavillucci di Latina.

Rete: 31´ Maiello.

Espulso: 94´ Zaza

PAGELLE

Maurantonio: Voto 6. Due uscite alte e nulla più, il Crotone bada solo al contenimento. Pomeriggio di riposo.

Scalise: Voto 6. Fatica a scardinare la cerniera formata da Mazzotte e Maiello, nell'unica occasione in cui ci riesce sforna un cross interessante. Senza ali.

Prestia: Voto 6. Gabionetta gli va via in una sola circostanza ed è costretto a spendere il fallo da giusta ammonizione. Per il resto va in scioltezza. Punto fermo.

Faisca: Voto 6,5. Guida con sicurezza il pacchetto arretrato e si rende protagonista di un paio di chiusure in bello stile. Elegante.

Legittimo: Voto 6. Sembra più a suo agio da terzino in una difesa a 4, dalla sua parte i rossoblu non riescono mai a rendersi pericolosi. Concentrato.

Di Donato: Voto 6. Non è propriamente la sua partita, si limita alla normale amministrazione prima di lasciar spazio nel finale al giovane Ruzzier. Diligente.

Loviso: Voto 6,5. Perde un solo pallone davanti alla difesa, per il resto calcia alla perfezione corner e punizioni, impegna Caglioni con un destro potente e spicca per un lancio calibrato che pesca Zaza in area. Lucido.

Russo: Voto 6. Cerca di nuovo fortuna dalla distanza: nella prima occasione è bravo Caglioni a respingere, nella seconda è, disastrosa l'esecuzione... Coraggioso.

Zaza: Voto 6. Dopo sei minuti poteva cambiare la storia del match con un sinistro che Caglioni devia miracolosamente sul palo. Resta sempre l'elemento più pericoloso dell'attacco bianconero e non regala mai giocate banali. Poteva tranquillamente evitare la tirata di capelli su Ligi nel finale. Avventato.

Soncin: Voto 6,5. Parte dal suo piede la giocata che poi porta Zaza a colpire il palo. Agisce da finto centravanti e la sua posizione crea più di un grattacapo alla difesa di Drago. Intelligente.

Feczesin: Voto 5. La delusione della giornata, leggermente defilato sulla sinistra non trova mai lo spunto vincente. Si becca uno sciocco giallo che gli costerà la partita di Livorno e sbaglia clamorosamente pure una rimessa laterale. Cattiva stella.

Pergolizzi: Voto 6. Lo aveva promesso il giorno della sua presentazione che a Crotone sarebbe andato a giocare con tre punte e così è stato. Nel finale butta nella mischia anche il giovane Ruzzier, ma la "Dea Fortuna" gli volta le spalle. La squadra sembra comunque in crescita, a Livorno altro test probante. Senza paura.

Gavillucci: Voto 6. Fiscale e puntuale (anche troppo), gestisce con rigore un match che si accende agonisticamente solo nei secondi finali, estraendo il rosso per Zaza. Autoritario.

© riproduzione riservata
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni