Castelli: “Farneticante il comunicato dell'Ascoli Picchio. Stadio ok per iscrizione a campionato”

Redazione Picenotime

05 Giugno 2018

Francesco Bellini e Guido Castelli

Non si è fatta attendere la replica del sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli dopo il comunicato diramato stamane dall'Ascoli Picchio che chiamava in causa proprio l'Amministrazione Comunale sulla questione stadio "Del Duca" in vista dell'iscrizione al prossimo campionato di Serie B. (CLICCA QUI PER LEGGERLO)

"Non so chi abbia materialmente redatto il comunicato farneticante diramato quest’oggi dalla società Ascoli Picchio ma non consento a nessuno di infangare l’immagine di una città che da sempre si distingue per civiltà e coesione sociale. Il Presidente Bellini, negli anni della sua permanenza ai vertici della società, non ha mai perso occasione di provocare divisioni tra l’Ascoli Picchio, le istituzioni e il popolo bianconero. Siamo abituati alle sue esternazioni (che hanno creato un vero e proprio muro tra lui e tutta la comunità ascolana) ma nessuno può permettersi di “criminalizzare” il dissenso sportivo allo scopo di nascondere le proprie inadeguatezze. Anche il grande e indimenticato Costantino Rozzi ha subìto contestazioni ma mai si è permesso di offendere la città e i tifosi bianconeri. Altro discorso sono gli episodi di violenza che, quando si  sono verificati, sono sempre stati stigmatizzati dal sottoscritto e da tutte le istituzioni del territorio. Per quanto riguarda lo stadio, si ribadisce che - secondo quanto riferitomi dal dott. Cardinaletti  - l’unica modifica apportata ai criteri infrastrutturali nell’ambito del sistema delle licenze nazionali è quella relativa alla necessaria apposizione di seggiolini su almeno 5.500 sedute individuali. Ad Ascoli come ovunque in Italia. Avevamo già concordato modalità e termini di approvvigionamento dei seggiolini a cura della società (costo riferito dall’amministratore della società 15 euro a seggiolino) e fissato ulteriori interventi utili, a cura del comune, ad abilitare permanentemente il settore distinti Nord/Est per la disputa del campionato.

Se poi Bellini, strumentalmente, intende smentire per l’ennesima volta il suo incaricato ricordo a tutti che non sarebbe la prima volta. Successe già nel 2017 in occasione dell’avvincendamento tra Cardinaletti e Valori che ci venne comunicato proprio mentre  la giunta stava approvando lo schema di convenzione frutto del lavoro di mesi che Bellini vanificò in pochi minuti.

Fatta questa doverosa premessa si precisa che :

1) il Comune di Ascoli è pronto a dare corso, da subito, a quanto concordato per l’apposizione dei seggiolini così da rispettare le prescrizioni della Lega;

2) lo stadio Del Duca -  come noto alla Società Ascoli Picchio - è comunque nelle condizioni di poter beneficiare della deroga di cui all’art. 16 della circolare stadi (CAPIENZA E REQUISITI DELLO STADIO) che può essere accordata agli stadi in cui siano in corso “interventi di ammodernamento, ristrutturazione, ampliamento, risultanti da un progetto presentato dalle Autorità competenti". 

Confido che il Presidente Bellini abbandoni le astiose polemiche di questi giorni e finalmente comprenda il rapporto nobile e profondo che lega il calcio agli ascolani. Un rapporto documentato dal meraviglioso spettacolo degli 11.000 tifosi che hanno affollato il Del Duca in occasione della sfida con l’Entella e che sono stati privati del diritto di assaporare il gusto della salvezza a causa di polemiche astruse, incomprensibili e fuorvianti che spero cessino immediatamente". 


© Riproduzione riservata

Commenti (36)

Caste300 05 Giugno 2018 18:43

FORTE E CHIARO...CAPITO?


Luca (AP) 05 Giugno 2018 19:07

Eccomi accontento. Basta giocare di fioretto. Questi personaggi hanno passato ogni limite della decenza e della sopportazione.


Pseudo tifoso 05 Giugno 2018 19:15

Perché non parli della tribuna che contavi di inaugurare per le prossime politiche? Perché non hai mai accettato la concessione pluriennale? La verità è che tu usi l Ascoli solo per scopi propagandistici. Vergognati.


popolo della piazza 05 Giugno 2018 19:16

per il bene del'ascoli si faccia subito chiarezza questa situazione non giova a nessuno,da castelli nessun riferimento sulla tribuna, mi sembra scontato che non sara' pronta neanche per la stagione 2018 19


Panzer 05 Giugno 2018 19:21

Bravo Sindaco, zittisci questi "soggetti" dati e normative alla mano !


blackandwhite 05 Giugno 2018 19:24

Grandissimi sindaco, dacci subito la tribuna e digliene quattro a questi signori... E cmq Cardinaletti non è dottore... :-)


Luca 05 Giugno 2018 19:26

Guardate, il seggiolino me lo pago da solo col sovraprezzo abbonamento...basta polemiche basta fratture!!!


Paolo65 05 Giugno 2018 19:28

Bellini ha preferito spostare il tiro per evitare un analisi calcistica logica.
Fallimento totale su squadra società e rapporti con la tifoseria, avrebbe dovuto fare i salti mortali all indietro per la permanenza in serie B, invece ha perso un altra occasione per stare zitto.
Purtroppo dietro di lui c è il nulla come imprenditori, chi prenderà l Ascoli sarà uno speculatore.


Amedeo 05 Giugno 2018 19:31

Ma tutti quelli che appoggiano castelli lavorano in comune ????? Bellini tornatene in Canada e visto che ci sei portato pure castelli


simosbn74 05 Giugno 2018 19:39

Dove sono i sostenitori del facoltoso e lungimirante proprietario? Speriamo a brevissimo ex


Picchio78 05 Giugno 2018 19:45

Risposta chiara e forte!!
Sulla tribuna purtroppo quando è un ente pubblico a costruire la burocrazia la fa da padrona, certo è che poteva farla fare alla società e basta!!
Per il resto condivido e sottoscrivo a pieno tutto ciò che dice, poi tutti sbagliano!!!


Luca (AP) 05 Giugno 2018 19:53

Pseudo tifoso, davvero non sai quello che dici... questo è un comune del cratere; avrà avuto qualche problemino prima di pensare alla tribuna? Doveva essere fatta nei tempi perché così la società vendeva abbonamenti a costo zero? No ma ci stare con la testa?


Paolo65 05 Giugno 2018 20:05

simoSBN 74, Presente, se Bellini si liberasse dalla corte che si porta dietro , io sono il primo purtroppo gli vengono riferiti fischi per fiaschi.
Riguardo alla Ternana , Bandecchi ha tolto Unicusano solo per il contentino, ha richiamato il DS Pagni sempre per accontentare la piazza, dopo un annata pietosa con due allenatori Pochesci e Mariani all esordio in serie B e 7 giocatori del Fondi.
A me i contentini di Oliva non piacciono.


Pseudo tifoso 05 Giugno 2018 20:34

Il progetto stadio è antecedente il terremoto. Il sindaco poteva darlo in concessione come fatto con successo da altre società. Il sindaco invece s'è assunto una grossa responsabilità che naturalmente non ha rispettato..poi è arrivato il terremoto...e la volpe a sto punto ha pensato bene di completarlo con soldi della ricostruzione..


guido 05 Giugno 2018 21:01

Bellini deve fare quello a cui lui aspira, cioé vendere perché non ha la passione da tifoso e le sue priorità sono orientate verso la sua sfera familiare / imprenditoriale. Peró lo STADIO DI CHI È, DELLA SOCIETÀ O DEL COMUNE? DARSI UNA MOSSA PER FAVORE, E NON VENITEMI A PARLARE DI SEGGIOLINI..... L'ASCOLI CALCIO, CARO SINDACO, HA BISOGNO DI UNO STADIO CHE SI REPUTI TALE.


LORENZO CAPRO' 05 Giugno 2018 21:12

COME STO' SCRIVENDO DA SEMPRE, GRANDISSIMO GUIDO CASTELLI, UOMO DI FEDE , LEALE E SEMPRE PRESENTE. BELLINI , I SUOI COLLABORATORI E I SUOI ESTIMATORI SPARITE DA ASCOLI.


Ale0897 05 Giugno 2018 21:19

Ma il sindaco voleva cedere il del duca alla società?? Per me no è come in passato vedi Celani vogliono manxxxrci sopra


Mirko 05 Giugno 2018 21:31

Complimenti sindaco questo è parlare questi personaggi hanno oltrepassato ogni accettabile limite. Ripeto quanto già detto prendano esempio dal presidente del Frosinone che ha donato un gioiello di stadio alla città. Il comune ha ben altre priorità. Strutturali e sociali e non puo esistere solo l Ascoli picchio. Il miliardario si costruisca lui lo stadio. Agli incompetenti che continuano a parlare della nuova tribuna si informino sui vincoli e sugli obblighi che un ente pubblico deve come il comune deve rispettare. Non dovrebbero esserci dubbi a schierarsi tutti dalla parte del comune come istituzione (a prescindere dalle simpatie politiche) dobbiamo difendere Ascoli come città e territorio contro questi signori venuti da non si sa dove. Uniti si vince forza popolo piceno


kisch 05 Giugno 2018 21:33

con questo sindaco ci siamo venduti tutto dalle partecipate agli immobili i parcheggi ....non abbiamo piu' niente ma lo stadio no.....perche'?


Albardialbissola 05 Giugno 2018 21:36

A 4 giorni dall iscrizione si è dovuto ricevere la lettera della lega e un comunicato pesante per far muovere qualcosa...come per l Entella arriva dopo lo sparo...ma deve ancora pensare al terremoto....
La data di fine tribuna non l ha detta...a quando?
Ma non è che sti seggiolini vanno coperti?
Comunque se ha detto


SBN74 05 Giugno 2018 21:49

Sindaco......della tribunetta non dici niente?....gatta ci cova. bla bla bla .


Ugo69 05 Giugno 2018 22:07

Da buon difensore del Sindaco devo intervenire, così il barista sta a posto.
Ben detto Sindaco risposta a tono, così è chiaro una volta per tutte che la delibera era concordata e pronta, poi qualcuno evidentemente si è ripensato.
A tale kisch dico che ascoli non è il solo comune che si è venduto delle cose, anzi nel circondario hanno iniziato molto prima a vendersi tutto per andare avanti.
Se lo stadio sta ancora la è perché evidentemente nessuno lo vuole.
Unico appunto all'amico Sindaco è quello di essersi lasciato mettere in mezzo con la tribuna est. Era meglio stanarli subito.


Arturo Vettel 05 Giugno 2018 22:15

Sindaco vogliono andare a Lanciano??
Dopo quel comunicato io ce li manderei veramente


Fabrizio 05 Giugno 2018 22:35

Bellini continui a coprirti di ridicolo vendi e tornatene in Canada noi non vogliamo un presidente che non ama la sua squadra e i suoi tifosi e non fa altro che creare divisioni strumentali.


Luca (AP) 05 Giugno 2018 22:37

Pseudo ti sei risposto da solo, progetto antecedente e terremoto che rallenta le procedure. Oltretutto che vada tra i fondi per la ricostruzione non lo vedo così assurdo. Ad Udine di costruirono il Friuli... Vabbè la colpa è dei tifosi e del sindaco... Cristo che noia...


MARIO78 06 Giugno 2018 00:17

Se lo stadio è in deroga non capisco perché Bellini abbia detto che non ci si può giocare .....secondo me sta forzando il Comune per fare i lavori per vendere meglio il club ......


Ercolino 06 Giugno 2018 00:24

Grande Sindaco, un altro stile, un'altra classe rispetto al loro comunicato.


Pippo 06 Giugno 2018 01:07

Il sindaco comunque è lo stesso del ponte di San Filippo che in quanto a tempo di esecuzione e qualità del lavoro non rappresenta sicuramente un modello di ingegneria ma lui, con dialettica forbita, trova sempre una scusa. Solo le rotatorie con gli sponsor si fanno subito in Ascoli.


gabriele rossi - TORRE 06 Giugno 2018 07:54

Sindaco, le chiacchiere stanno a zero. Il Del Duca è tra i più scomodi e fatiscenti stadi dell’Italia calcistica. Se il comune non riesce neanche a consegnare come concordato quel pezzo di tribuna ricostruito come può pensare di ristrutturare come necessiterebbe l’intero stadio? Allora perchè non affidarlo alla società che come da intenti già comunicati provvederebbe , in cambio di una concessione pluriennale, ad eseguire i lavori. Io in questa farsa ci vedo i soliti giochi politici provinciali dove non si fa niente se non si ottiene un ritorno politico certo. A mio avviso Bellini ha il solo torto di dire brutalmente verità sacrosante , dopo un paio di anni di inutili tentativi di concludere qualcosa tentando le strade della trattativa. Peccato che un bel programma di crescita sportiva della società Ascoli vada a farsi benedire per atteggiamenti provinciali per non dire altro dei soliti politici solo chiacchiere e distintivo. Strano che gli sportivi sempre attenti di Ascoli si bevono tutti e se la prendono con l’unica persona che ci mette qualcosa di suo in questa impresa.


Luca (AP) 06 Giugno 2018 10:30

TORRE perché a fronte della concessione pluriennale il comune chiede l’immediato completamento dello stadio e la società ha risposto picche. Poi per uno che dice vado via e resto 3 volte a settimana mi pare che la parola pluriennale abbia un senso un po’ comico. Ecco come stanno le cose. Semplice e lineare...


mirko 06 Giugno 2018 12:05

Vi ricordo lo che lo stadio è un bene comune di tutta la città e di tutti i cittadini e quindi prima di regalarlo o darlo in concessione il Comune deve tutelarsi e seguire determinate procedure per non incorreere in illeciti e/o contestazioni ... per quelli che scrivono qui è tutto facile e superficiale ... Una società seria ed intenzionata ad un progetto di crescita, come fatto in tante realtà italiane (anche piccole come Ascoli) , penserebbe a dotarsi di un impianto di proprietà. Questi signori invece vogliono solo fare i soldi con l'acoli calcio e addirittura pretendono che altri gli diano gratis i mezzi (stadio) per farli .... un briciolo di vergogna no ?


Roberto 74 06 Giugno 2018 12:09

Uno dei 2 racconta grandi balle, per lei Bellini lo stadio non è a norma c'è necessità di giocare altrove, per il Sindaco bastano i seggiolini o poco di più! Bellini o lei da'la smentita oppure tutti sapranno chi racconta balle senza ombra di dubbio rimediando sistematicamente figure veramente molto ma molto ma molto Magre ! Argomento Tribuna è ovvio che il terremoto abbia portato al Comune altre priorità; mi sembra che sia stato riconosciuto e concesso un finanziamento per riqualificare lo stadio, naturalmente i tempi non possono essere brevi !


Ceascu 06 Giugno 2018 13:41

Gabriele Rossi hai centrato perfettamente la situazione peccato che ad Ascoli i tifosi preferiscano il bla bla bla


Old fan 06 Giugno 2018 13:53

Ma di che discutiamo? Castelli mica è tifoso dell' Ascoli.....la sua squadra del cuore è un'altra......


OSSERVATORE 06 Giugno 2018 17:37


S I N D A C O E' U N A VE R G O G N A-G R A N D I S S I M A'''''''''' PERECHE' COSTANTINO ROZZI'''' FECE LO STADIO IN 90- G I O R N I''''''''''' TU - NE A N C H E - UNA - PARTE DI TRIBUNA - V E R G O GN A TI - SONO 3 ANNI ANCORA NON SI RIESCE A COMPLETARE


mirko 08 Giugno 2018 12:00

Osservatore ti sfugge un particolare Rozzi era un costruttore non un Sindaco .... il sole comincia a farsi sentire ...


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni