Ascoli Picchio, cessione club: video conferenza stampa Francesco Bellini

Redazione Picenotime

15 Giugno 2018

Francesco Bellini

Vi proponiamo le importanti dichiarazioni del presidente e amministratore unico dell'Ascoli Picchio Francesco Bellini nella conferenza stampa tenuta oggi nella sede di Corso Vittorio Emanuele per fare chiarezza sulle trattative per la cessione del club. Al suo fianco l'avvocato Maria Cristina Cellini, in sala anche la moglie Marisa ed il figlio Roberto.



Ecco quanto riportato sul sito ufficiale dell'Ascoli Picchio della conferenza stampa odierna del presidente Bellini: "E’ stata completata la cessione di Favilli alla Juventus, che ha rispettato gli accordi. All’Ascoli arriveranno 7,5 milioni di € distribuiti in più tranche”.

“Vi avevo preannunciato tempo fa che sarei uscito dall’Ascoli, avrei dovuto farlo un anno fa. Per me è stata una decisione non facile, molto sofferta e oggi ho qui con me mio figlio, mia moglie e il Presidente dell’Ascoli Picchio International. Ho letto che in questi quattro anni avrei fatto i soldi con l’Ascoli: sono riuscito a recuperare un po’ con le cessioni di Orsolini e Favilli, è vero, ma dal 2014 ad oggi la perdita netta è superiore ai dieci milioni senza contare il Picchio Village, su cui abbiamo investito 4 milioni e che alla fine saranno 5. Dico questo per farvi capire quanto sia costoso gestire una società di calcio. Per quanto riguarda la cessione, tutto è stato avviato, abbiamo parlato con i potenziali acquirenti. In realtà ad essere interessati erano 6-7 gruppi, ad alcuni non abbiamo neanche risposto perché non c’era tempo. Abbiamo valutato tre proposte: la prima è stata quella di un gruppo svizzero, la Re-Outside, con cui c’è un accordo di principio firmato, ma che è saltato dalla nostra parte”. Sulla Re-Outside interviene l’Avv. Celani: “Con Oliva c’era un accordo scritto di puntazione, ma la proposta è stata ritenuta non soddisfacente perché non supportata da idonee garanzie”. “La seconda proposta” – riprende Bellini – “è quella di Bricofer, con cui c’è un accordo di principio, che è ancora distante dall’essere definitivo perché restano da definire aspetti importati come le condizioni di utilizzo del Picchio Village. Ho incontrato il Presidente di Bricofer e mi sembra molto interessato, c’è stata la stretta di mano, ma non vincolante e, se ci metteremo d’accordo su tutto, i nuovi prenderanno il controllo della Società. Il terzo gruppo, che era in vantaggio su tutti gli altri, è formato da un gruppo di avvocati romani, ma a farli desistere sono stati i costi di gestione per il mantenimento di una società in Serie B, quindi da questo capisci che non c’era un interesse pari a quello che avevo io”.

Sulla gestione ordinaria della Società e sui contratti in essere il Presidente ha detto:

“Finché non ci sarà la firma tutto continuerà come prima. L’unico che andrà via, probabilmente a fine mese e per sua volontà, sarà Cardinaletti, che non sarà rimpiazzato perché il nuovo gruppo inserirà un nuovo dirigente. Su Giaretta e Cosmi decideranno i nuovi. Voglio rassicurare tutti i debitori, i calciatori, i fornitori e il personale che entro i prossimi trenta giorni saranno pagati. L’Ascoli sarà venduto senza debiti, noi in famiglia operiamo così. L’iscrizione al campionato la stiamo facendo noi; finché non ci saranno le firme sarò io il proprietario”.

A seguire il Presidente ha risposto alle domande dei giornalisti presenti.

Se dovesse saltare la trattativa? “Vorrà dire che mi vedrete un po’ di più, sarò qui finché non avrò trovato qualche acquirente. Non ci sono grandi ostacoli alla conclusione della trattativa con Bricofer, ma in genere  gli accordi di principio non dovrebbero neanche essere annunciati: ieri non avevamo neanche finito la riunione e qualcuno aveva già parlato con voi giornalisti. Per questo sono qui a spiegarvi come stanno le cose, perché sono state scritte tante sciocchezze”.

Se non sarà Bricofer a rilevare l’Ascoli? “Ci sono alternative, ma ci vorrà tempo e finché questa situazione non si sarà risolta, farò del mio meglio per gestirla. Dovevo ripartire, ma io e mia moglie resteremo in città per vedere se con Bricofer funzionerà oppure no. Se cambieranno idea? Tutti possono cambiare idea, non c’è una carta scritta e quando verrà messo nero su bianco bisognerà verificare che sia conforme agli accordi presi. Comunque c’è un accordo e ci siamo dati la mano, l’accordo economico su molti punti c’è. Mi ha sorpreso che non ci sia stato un investitore locale che si sia fatto avanti. E vi dico che l’Ascoli è stato svenduto”.

A chi ha chiesto a quale prezzo sarà venduto l’Ascoli, il Presidente ha girato la domanda ai giornalisti presenti per poi concludere: “Il prezzo dell’Ascoli è molto inferiore a tre milioni, vi ho detto che l’ho svenduto. Quello che costa è il mantenimento della Società che costa più di tre milioni all’anno ed è questo a spaventare. Ascoli non è Bari, è una città piccola, che fra l’altro si è impoverita e questi aspetti influiscono molto sui costi di gestione”.

A quanto sarebbe ammontato il debito dell’Ascoli senza la vendita di Favilli e Orsolini? “Credo a circa 20 milioni. Considerate che questi due calciatori sono stati venduti ai prezzi più alti della B”.

Cosa ha spinto Bricofer ad avvicinarsi all’Ascoli? “Non lo so, chiederete a loro. Hanno fatto da sponsor già ad altri club. Le persone che sono dietro Bricofer conoscono il calcio”. Lovato? “E’ con loro, sì”.

Il calciomercato? “Ora stiamo perdendo dei giocatori che quando hanno saputo che sarei andato via hanno detto di voler andare. Comunque a fine mese ci saranno i riscatti e contro riscatti e ce ne occuperemo noi, cercheremo di riscattare Pinto, stiamo negoziando”.

Che accordo dovrà esserci per il Picchio Village? “L’affitto per cinque anni alle stesse cifre che pagava l’Ascoli Picchio”.

Il nuovo management da chi sarà formato? Ci saranno ascolani? “So chi saranno i dirigenti, ma sarà la Bricofer a dirvelo. Non so se dietro ci sono ascolani. Io ho chiesto ai miei partners se volevano acquistare l’Ascoli, ma mi hanno detto di no: ripeto, il prezzo è irrilevante, ciò che costa è la gestione della società. Io venderò il mio 90% di quote. C’è poi la clausola di trascinamento, in base alla quale se gli altri due soci vorranno vendere le loro quote potranno farlo, altrimenti resteranno”.

CLICCA QUI PER COMUNICATO UFFICIALE BRICOFER DOPO LA CONFERENZA STAMPA DI BELLINI


© Riproduzione riservata

Commenti (70)

Ceascu 15 Giugno 2018 20:06

Questo è' un personaggio incredibile ,magari qua la gente pensa che sia un piccolo uomo ma farlo andare via per il capriccio dei Capro' della situazione sarebbe imperdonabile


MARIO78 15 Giugno 2018 20:39

Bellini persona molto seria .....con una mentalità diversa dalla nostra ...noi siamo faciloni loro no ...Bellini non è un mostro di simpatia ma è molto concreto ...stasera ho capito molte cose sentendolo direttamente ....perderemo una brava persona ....ma il pallone non è per lui per il suo modo di fare ...il calcio in Italia è in mano a degli avventurieri ...degli imbroglioni ...ci sono squadre che fanno i play off in b che non potrebbero permettersi nulla e spendono a tutta birra ....vedi Bari ,Palermo etc sull' orlo del fallimento...senza andare a toccare squadre che stanno in serie A .....penso che Bellini sia dispiaciuto di fare questo passo ....ma è quasi costretto dalla famiglia a farlo ....Peccato aspettiamo Bricofer .....


remo 15 Giugno 2018 20:51

video molto interessante, il problema è che all'interno cambia idea almeno 5 volte... Il mercato lo fa lui ma ds e allenatore lo decide la Bricofer???? Mi pare una cosa fuori logica!


guido 15 Giugno 2018 21:03

COSTANTINO ROZZI ASCOLANISSIMO, Benigni ascolano (perché reduce dell'era Rozzi) è Bellini ascolanino perché emigrante nato ad Ascoli. Mò viene il peggio, cioé un tizio che con la ns storia, cultura calcistica e tradizioni non ci entra niente. Aspettiamoci il peggio, secondo il famoso detto....


massimo 15 Giugno 2018 21:21

A tutti quei CONTESTATORI che non si ricordano dove eravamo 4 anni fa......questo SIGNORE e un vero SIGNORE e in ASCOLI è cosa molto rara !!!!!! Tutti bravi a contestare ...ma con i soldi degli altri .....


commercialista 15 Giugno 2018 21:32

speriamo che saltino tutte le trattative e rimanda Bellini.
Il Presidente è una persona e imprenditore di livello talmente elevato che non riusciamo nemmeno a capacitarci della sua solidità..
Io ho cercato un po’ in internet e non ho trovato nessun altro a parte lui che sia stato capace di quotare 2 aziende diverse al Nasdaq..
e 1 così invece di andare al duomo ad accendere un cero a Sant’Emidio lo abbiamo contestato e ostacolato fino a farlo disamorare..
Forse Ascoli non è abituata a persone di tal caratura e forse non le merita..


72/73 15 Giugno 2018 21:35

Complimenti a tutti quelli che cantavano vittoria,voglio vedere dove andiamo a finire con uno che scappa e l'altro che non caccia manco 3 milioni,andiamo a chiedere scusa a Bellini se no ci ritroviamo come il Monticelli.


IO 15 Giugno 2018 21:40

Meno di tre milioni per avere la società. Panico in città, gli ascolani fanno a botte per accaparrarsela!!


LORENZO CAPRO' 15 Giugno 2018 21:41

UDITE , UDITE ADESSO ESCONO FUORI SOLO I SOLITI 4 ESTIMATORI DI BENIGNI... OH CHE FINE AVETE FATTO ASCOLI TUTTA??? VA' BENE RISPONDO IO PER VOI:'CARO BELLINI DI DISASTRI NE HAI COMBINATI UNA MAREA, VA' BENE FACCIAMO FINTA CHE SEI SERIO, OK FACCIAMO FINTA CHE SEI UNO CHE CI VOLEVA BENE , FACCIAMO ANCHE FINTA CHE AVEVI BUONE INTENZIONI E CHE SEI STATO SFORTUNATO.......... MA ADESSO TI PREGO VATTENE IN CANADA, TI VOGLIO FARE UNA DOMANDA: IN CANADA SIETE TUTTI COSI SERI E PRECISI??? PERCHÉ CONSIGLIEREI A QUALCHE GIOVANE CHE VUOLE ANDARE ALL'ESTERO DI NON VENIRE DA VOI, NO? FORSE È MEGLIO RIMANERE A SOFFRIRE QUI.... FINISCO CON IL FARE UN INVITO CALOROSO ALLA BRICOFER , VI PREGO ACCONTENTATELO ANCHE CON IL CITTÀ DI ASCOLI , CAPISCO CHE È UNA RICHIESTA RIDICOLA, PERÒ VI PREGO CHIUDETE QUESTA TRATTATIVA E MANDATE VIA TUTTI . VI PREGO !!!!


giovanni 15 Giugno 2018 21:45

Quando i soldi non sono di certi tifosi e spero davvero siano pochi, si sparla a pen di segugio, tant'è che come dice il Presidente nessuno del territorio si è presentato r questo la dice lunga sui giocatori di grido squadra da play off, una piccola realtà come Ascoli dovrebbe dirsi fortunata che a sua insaputa l'abbia tenuta a galla x 4 anni, con 5000 spettatori, con chiunque venga più di due anni non si dura, il primo x curiosità il secondo rendersi conto realmente e tra il primo e il secondo sommare quasi la metà del debito che ha contratto il Sig. Bellini, dopodiché si è falliti con tre milioni di debiti, se i nuovi acquirenti sono oculati, se non ce se so presi i petrolieri, io riflettersi, Brikofer poteva acquisire il Latina senza farlo fallire, che sorte toccherà all'Ascoli? I calciatori più paraculi hanno fiutato il pericolo via Bellini via noi, noi tifosi continuiamo a chiedere il passo più lungo della gamba invece di vivacchiare dignitosamente in b e continuare a poter tirare fuori qualche altro Orsolini.


Abbasso i pesciari 15 Giugno 2018 21:46

Tutti i finti tifosi e contestatori sono soddisfatti ora? Retrocederemo


guido 15 Giugno 2018 21:51

O caprò......


guido 15 Giugno 2018 21:53

Usa il cervello qualche volta.


Amedeo 15 Giugno 2018 22:08

Il fascino della persona ricca miete molte vittime........ma Bellini e il calcio sono come i cavoli a merenda........speriamo si sbrighi a vendere altrimenti con lui al timone finisce il calcio ad Ascoli...........speriamo anche che la fortuna ci dia un poco di aiuto dopo rozzi solo diluvio. E alla luce di quello che non hanno fatto i presidenti indigeni forse chi viene da fuori forse........


matteos 15 Giugno 2018 22:44

si mandate via tutti soprattutto CAPRÒ


fa 15 Giugno 2018 23:54

TU PARLI DI PRINCIPI..IO DI DIGNITÀ!!!VENDI E SBRIGATI GRAZIE


Luigi 1960 16 Giugno 2018 00:23

Ho apprezzato la disponibilità del presidente Bellini a fare chiarezza sulla situazione. Si intravedeva nei suoi occhi e anche nel timbro della voce una certa emozione e in effetti lo ha detto che la decisione di vendere è stata sofferta. Confermo la mia gratitudine per quello che ha fatto e sta facendo per l'Ascoli, al di là degli sbagli di gestione nella dimensione tecnico-sportiva della società. Mi auguro che la trattativa arrivi presto a una soluzione soddisfacente, ma se Mr Bellini non fosse convinto della bontà della prospettiva fornita da Bricofer non vorrei che svendesse l'Ascoli Picchio soltanto per far contenti i tifosi che lo contestano. Sicuramente i suoi familiari vorrebbero vederlo più tranquillo e vorrebbero risparmiargli troppe fatiche alla sua età e questo forse sta influendo molto nella sua scelta. Mr Bellini è comunque una persona seria e onesta che dopo un fallimento disastroso ha riportato l'Ascoli nel calcio che conta in un momento storico di grande crisi a livello socio-economico. L'aver riportato e mantenuto la squadra in serie B per tre anni (pur se con tanta fatica) con uno stadio fatiscente lo farà ricordare come una presidente di cui Ascoli potrà esserne fiera. Quando in passato l'Ascoli si impose all'attenzione nazionale con Costantino Rozzi, oltre ad essere un calcio diverso e meno dispendioso rispetto a quello di oggi, erano anche tempi più favorevoli dal punto di vista socio-economico per il comprensorio ascolano e per questo si trovò un imprenditore ascolano disposto ad assumersi gli oneri e gli onori della guida della società. Ora invece gli imprenditori ascolani massimo che possono fare è essere soci di minoranza e lo stadio massimo che può contenere sono 11 mila spettatori. Ai tempi di Rozzi lo stadio era spesso pieno e arrivava anche a più di 30.000 mila spettatori. Non si cambiano certo le sorti di una squadra semplicemente riportando il vecchio ovale dell'Ascoli Calcio che fu a posto dello scudo dell'Ascoli Picchio che è. Per mantenere una squadra a certi livelli ci vogliono investimenti finanziari consistenti, una strategia che valorizzi il patrimonio tecnico dei giovani calciatori, competenza, sinergia con le istituzioni e armonia nell'ambiente. Speriamo che i nuovi che arriveranno, se arriveranno, sappiano trovare tutti questi ingredienti e sappiano usarli bene.


ascoli club brescia 16 Giugno 2018 00:48

Se va via Bellini torniamo in lega pro. Quanto scommettete?
poi chi lo ha criticato lo rimpiangerà. Voglio vedere chi è disposto a cacciare di tasca propria 10 milioni. Tutti bravi a criticare. Presto capirete che x Ascoli Bellini era un lusso nonostante gli errori che certamente avrà commesso


asnkvola 16 Giugno 2018 01:56

Se hai venduto i calciatori a prezzo più alto e rimetti in quattro anni 10 milioni di euro,o non sei capace o stai dicendo buglie,Il Cittadella sono 8 anni che bazzica la categoria,dovrebbe stare sotto di 20 milioni di euro......Il Cittadella ci sta guadagnando alla grande.


Jeannette 16 Giugno 2018 05:22

Bellini Santo subito! La cosa grave è che in Ascoli ci sta gente che manco ha il concetto di dignità e onore per la propria terra. Questo ha sparato a zero sui tifosi, ha piovuto molto a Empoli e altre cose inconcepibili. Rispetto per chi mi rispetta. Lui mi dispiace dirlo ma non lo merita. L'ho anche conosciuto. E attenzione tutto il mio discorso esula da qualsiasi serie in cui giochi, A B C D... prima il rispetto e la dignità della gente. Ma no che stupido, pur di restare in B siamo disposti a tutto, perché noi siamo l'Ascoli sia mai che dopo 80 anni ci tocca rifare il derby o andare in eccellenza. Non si tratta di sport, si tratta della dignità di un popolo ampiamente calpestata


Dario 16 Giugno 2018 06:11

Io dico ai vari intenditori di calcio che uno come Bellini se vende lo rimpiangeremo.


asnkvola 16 Giugno 2018 07:42

Una domanda mi sorge spontanea,se la vendita doveva avvenire un anno fa perchè alla stampa si disse alziamo l'asticella? Con queste contraddizioni credibilità 0.


Propugnuculum 16 Giugno 2018 08:17

Non sono in grado di entrare nelle dinamiche della cessione, e nei motivi che hanno spinto il presidente a decidere di vendere. Valutazioni insindacabili: ciascuno è libero di vendere e comprare. Molto positivo il messaggio di senso di responsabilità. È l'aspetto tecnico che mi preoccupa. Occorre allestire una squadra competitiva, e in questa situazione di limbo potrebbe non essere facile. Di qui non confermare Giaretta ( che ha fatto un ottimo lavoro portando giovani sempre interessanti e su questo ha competenze uniche) e Cosmi (esperienza, competenza, continuità, punto di riferimento per i giovani) sarebbe un grave errore. Non c'è tempo per cominciare da zero. A metà luglio comincia il ritiro. I giovani emergono se inseriti in un organico robusto altrimenti rischiano di non farcela. Basta con le sperimentazioni e le alchimie tattiche. Occorrono semplicità, normalità e concretezza.


SBN74 16 Giugno 2018 08:25

Con i suoi sbagli.......non insormontabili ma sbagli che un uomo può fare soprattutto se il mondo del calcio non è per lui.........per me rimane un grande uomo. La sua carriera è testimone. A voluto farci capire ancora una volta che Ascoli è un paese di bla bla bla. Per l'ennesima volta qualcuno ha parlato prima del tempo ..........in certe trattative il silenzio è d'obbligo.......lui lo sa chi è.....come tutte le altre volte che uscivano notizie subito dopo le riunioni o incontri che facevano in società perlopiù in modo distorto.
Siamo certi che il male era Bellini?
Spero per lui vada in porto la vendita......non merita questo massacro mediatico.
A me non entusiasma questa vendita .........chiunque arrivi.
Spero di ricredermi perché ce di mezzo il mio amato PICCHIO.


Albardialbissola 16 Giugno 2018 08:37

Nella fine stagione 2017 Cittadella e Ascoli sono le società che stavano meglio in Serie B riportando una perdita di bilancio di poco oltre al milione di euro
Solo 5 squadre erano in pari o leggermente sopra di utile
Le altre avevano debiti imbarazzanti


amedeo 16 Giugno 2018 09:15

Possibile che ci siano tanti creduloni ?? Ma veramente credete che un imprenditore entra nel mondo del calcio sapendo di rimetterci........l' imprenditore per sua natura insegue l' utile (altrimenti che imprenditore sarebbe ?) Bellini quando ha rilevato l'Ascoli dal fallimento ha fiutato l'affare (in inglese business) e in 4 anni ha intascato plusvalenze per circa 15\18 mln di euro al netto tasse . rozzi nei momenti buoni della serie a con gli utili acquisto l' albergo a s. Marco e lo mise a nome dell' Ascoli calcio 1898 non a suo nome.........ma come dice qualcuno erano altri tempi .......ma soprattutto altri presidenti


fa 16 Giugno 2018 09:21

jeannette...la penso esattamente come te..ma qua i signori da serie A gia' tremano...a loro puoi togliere ache la dignita' ma non la serie B!!!SPARITE INSIEME A BELLINI


simosbn74 16 Giugno 2018 09:25

Capró amico mio falli parla tra un po’ la lingua gli finisce. State comodi con l’anello al naso? Io non lo so non ce l’ho mai avuto.
Ps be co la squadra che farà vedrete i botti di mercato, bum bum.


Mandrillo 16 Giugno 2018 09:38

Per la gioia degli estimatori, speriamo che se la venda a stretto giro.
Dopo anni di calcio spettacolo e alta classifica mi sono annoiato, voglio provare l'ebbrezza delle sfide salvezza.


Marco R. 16 Giugno 2018 10:07

Non si puo' trattare come fanno alcuni(PROVINCIALOTTI) un uomo un imprenditore del suo livello soltanto perchè ha fatto errori di gestione o di comunicazione (nn sa bene l'italiano ). Bellini sotto certi aspetti è merce rara. VOGLIO PROPRIO VEDERE CHI VERRA' CHE FARA'. PURTROPPO NE RIPARLEREMO FRA 4/5 ANNI MA ALLORA STI QUATTRO PROVINCIALOTTI SARA' MEGLIO CHE SPARISCANO.


MAX 16 Giugno 2018 10:12

QUANTA GENTE NON CONOSCE DIGNITA' E AUTOSTIMA! QUANTI SCIOCCH I SI FANNO FACILMENTE ABBINDOLARE... AVANTI COSI' CONTENTI E COXXXONATI


Emanuele 16 Giugno 2018 10:26

Conferenza che serve a poco, se non a fare più confusione, vendi e bye bye!


Roberto 16 Giugno 2018 10:28

A differenza di altri, ho ascoltato tutta l'intervista. Sono preoccupato per gli inevitabili ritardi sul mercato per l'allestimento della nuova squadra, ma ancora più preoccupato per il futuro. Il presidente avrà fatto i suoi sbagli, non sarà entrato in sintonia con i tifosi, avrà certamente perseguito i suoi interessi, come è normale che un imprenditrice faccia, magari a discapito della squadra e della tifoseria. Ma è una persona seria, che si è lanciata in un'avventura nuova e che dopo quattro anni intende lasciare una società sana in serie B, con un parco giocatori di proprietà potenzialmente attivo e con ottime prospettive di crescita, dichiarandosi personalmente responsabile verso tutti per la migliore riuscita della trattativa e per il corretto passaggio al nuovo assetto societario. Cosa pretendere oltre? Grazie presidente! Il mondo è pieno di gente che si riempie la bocca di paroloni e frasi fatte, sempre pronta a giudicare e a sputare sentenze sapendo che tanto a pagare sono altri...


Ema 16 Giugno 2018 10:43

Sinceramente non vedo tutta questa tragedia per attaccare ferocemente Bellini. La conferenza è servita semplicemente per aggiornare la stampa sulla situazione e mettere a tacere chi ha sparso voci su voci durante questi giorni. Se lui sostiene che c'è l'accordo sui punti economici significa che ci saranno da smussare gli angoli circa la questione picchio village e soprattutto passare nero su bianco l'accordo con le firme. Se non sarà la prossima settimana forse si chiuderà a fine mese. Punto. Aspettiamo fiduciosi.


asnkvola 16 Giugno 2018 10:55

Aridagliela con il " non sa bene l'italiano? Che vuol dire? Prima alziamo l'asticella,il giorno dopo non mi sono accorto che abbiamo speso troppo,devo rivedere i conti.....A me pare che l'italiano lo sa più di me,quando dice che ha rimesso 10 milioni di euro perchè non li documenta con i libri contabili davanti ai giornalisti,se li fa vedere uno crede,pure io posso dire ho fatto 6 al super enalotto,ma se non mostro la schedina sarà difficile farmi credere......


roberto 16 Giugno 2018 11:02

In serie B, con una gestione oculata e manager che sanno di calcio, si spende molto meno di quello che ha dovuto spendere Bellini, affidandosi a gente incapace o peggio che hanno pensato soprattutto al portafoglio personale.
Lovato, in un solo anno, ha chiuso il primo bilancio dell'Ascoli Picchio con 2,5 milioni di perdita. Giaretta ,se da una parte ha il merito dell'operazione Favilli , dall'altro , così come Lovato, ha impegnato la societa' con contratti onerosi e pluriennali di giocatori senza mercato . Poi ci sono gli errori diretti di Bellini per un ricco contratto quinquennale a Lovato, il rinnovo a Petrone in 'odore' di esonero e ricche buonuscite.
L'Ascoli , in serie B , può contare su più di 7milioni di euro di entrate e ci si può fare un campionato tranquillo.
Per concludere sono tuttavia sempre prevenuto nei confronti di acquirenti che non hanno nulla a che fare con Ascoli. Vorrei sentire da Faraotti ,Tosti e qualche altro imprenditore ascolano perché non intendono acquistare il pacchetto di maggioranza dell'Ascoli Picchio.


asnkvola 16 Giugno 2018 11:22

Tosti e Ciccoianni non rilevano le quote di maggioranza perchè non hanno il potenziale economico tale da fronteggiare la serie B,Faraotti lo avrebbe ma preferisce rimanere come sponsor e ha sempre dichiarato che lui da solo nell'Ascoli Calcio non sarebbe mai entrato,detto questo tutti e 4 i soci sono nuovi alle dinamiche pallonare a parte Faraotti come sponsor,Bellini però non si è mai fidato dei soci i quali meritavano più rispetto da parte sua,Bellini non ha mai accettato il consiglio dei soci di minoranza,ha fatto sempre di testa sua come sta facendo ora,nel bene e nel male in una società le responsabilità vanno addebitate a chi ha la maggioranza del pacchetto azionario,a Parma ci sono i cinesi e sono in A,a Milano pure,a Venezia ci sta l'americano che non si lamenta e continua a fare squadre per andare in A,Bellini non ha mai guardato alla serie A seriamente,se lui metteva in conto una perdita di 20 milioni di euro per la serie A per raggiungerla iniziava a fare soldi veri,nella sua mente questa possibilità non è mai balenata,in serie A ci sta il bollito,la piazza pensava che uno con la sua potenza economica volesse fare proprio questo,invece aveva in testa altro,quello che dice sui giovani è vero che se sei in B devi valorizzarli per mantenerti ma ti ripeto per un colosso come lui ha sbagliato strategia,faceva uno squadrone andando sotto con svariati milioni e centrata la serie A in un paio di anni vedeva molti denari,questo si aspettavano i tifosi e i soci,non lo ha capito ecco perchè ora esce,non capisce che il guadagno nel calcio sta solo al vertice della categoria,in serie A.


Ceascu 16 Giugno 2018 12:23

Bellini e' il top avoja adì chi parla di dignità non sa il significato della parola .Sei mesi fa quando si parlava di 6 milioni da ripianare vi ricordate cosa disse Bellini ? Questo no e' il problema .I vari Max ,Capro' e compagnia bella ricordatevelo ,


Luca 16 Giugno 2018 13:35

Certo che ascoltare la conerenza è da guardarsi intorno e chiedersi se stiamo sulla luna.
Riepilogando:
La decisione di vendere era stata presa un anno, fa per quale motivo?
Cardinaletti andrà via di sua volontà senza pretendere nulla?
L'Ascoli costa meno di 3 milioni di euro?
Hai proposto la società ai soci ma nessuno di loro l'ha voluta? PASSASSE L'ANGELO E DICE AMEN CARO BELLINI.
Le persone intelligenti evitano di parlare e dire sciocchezze, i fatti dicono che hai creato una società di incapaci con dei costi insostenibili, i tuoi collabboratori li hai pagati con le fortunose vendite di Orsolini e Favilli, non sei un benefattore come si vuole fare credere.
Vogliamo parlare del centro sportivo che è di proprietà esterna?
Chi compra deve accollarsi per forza un affitto oneroso senza avere nulla dopo 5 anni?
Tra qualche giorno sapremo la verità, anche se non serve che parlano i sui interlocutori, certe dichiarazioni si commentano da sole.


cino lillo del duca 16 Giugno 2018 14:34

jeannette per perderla la dignita' bisogna averla.....e non è questo sicuramente il contesto,perdiamo un signore se va via bellini e purtroppo ce ne accorgeremo molto presto.....


cino lillo del duca 16 Giugno 2018 14:39

asnk finiscila con le tue fiabe...hai scritto nel 2015 che eravamo piu' forti del cagliari...minimo i play off addirittura possibilita' di serie a diretta con la gestione lovato marrocu e gli arrivi dei vari cacia giorgi canini antonini bellomo jankto di marco e ne dimentico sicuramente qualcuno,sei come capro' cambi parere come i giorni della settimana....


the best 16 Giugno 2018 15:01

cino lillo del duca ma quanto sei pesante ,un carro armato pesa meno ,riposati ne hai bisogno


Vallata bianconera 16 Giugno 2018 15:09

Bellini la tua testardaggine ha implicato tutto, hai messo in piedi una società senza competenze, q uando hai rinnovato il contratto a petrone, cardinaletti e giaretta per fare dispetto ai tifosi, che pensavi? Quando hai messo da parte i soci per dare potere assoluto a cardinaletti hai fatto la cosa giusta? Ora ti lamenti che gli avvocati romani in rappresentanza di chi non si sa, ti hanno detto non ci interessa una società così? Ringrazia il Signore che la Bricofer ti da un centesimo per la società che lascerai, non ci sta nulla di buono è tutto da rifare, squadra dipendenti e rapporti con la città. Cosa hai dato agli ascolani da quando sei arrivato? Nulla. solo offese. Se hai pagato stipendi e fornitori hai fatto solo il tuo dovere. Ma cosa vuoi?


MAX 16 Giugno 2018 15:30

CORTIGIANI , ADULATORI SERVILI IN VOI NON C'E' TRACCIA DI AMORE E PASSIONE PER L'ASCOLI CALCIO E PER CIO' CHE DOVREBBE RAPPRESENTARE....VOI NON SIETE L'ASCOLI CALCIO!


Fabrizio 16 Giugno 2018 15:38

State tutti cadendo nel tranello del canadese che confonde e cerca di dividere il popolo piceno.
In conferenza stampa ha detto tutto e il contrario di tutto come al solito e a Sky al termine della partita spareggio ha gelato il cronista che gli chiedeva di investire per una piazza così importante ... ma ancora qualche credulone è disposto a credere in lui ??
Poverino ha perso dieci milioni € ... si al contrario


cino lillo del duca 16 Giugno 2018 16:34

parla per te max e non per gli altri , fatti oltre 40 di stadio poi ne riparliamo


paolo 16 Giugno 2018 18:12

Faccio fatica lo ammetto. Sia chiaro, una volta per tutte, senza offese poiche' io non offendo nessuno. Ma leggere il 90% dei commenti mi fa trasalire: durante il campionato, non dimentichiamo salvi all'ultimo minuto dei playout, il 90% dei commenti suonava, pressapoco cosi': tornatene in Canada.....pensi solo al business.....fai ridere a dare la colpa agli arbitri, al terremoto, alla neve, alla pioggia....campagna acquisti disastrosa.....tifi solo Juventus.....fuori Cardinaletti e Giaretta, li hai voluti tu.....tirchio.....offendi i tifosi.....smonta la curva e portatela in canada e altro ancora. Ieri: grande presidente.....lo rimpiangeremo.......un uomo attaccato alla squadra.....ce ne fossero di presidenti cosi'.....ti preghiamo resta.....ti rimpiangeremo......e, quasi quasi, aggiungo io, Santo Subito ! E noi, del restante 10% increduli di tanta coerenza. Appunto cari amici, dal prossimo mese aggiungiamo una santa sul calendario......SANTA COERENZA ( magari patrona della nostra squadra )......


Marco R. 16 Giugno 2018 18:26

x Max ; mo l?amore per l'Ascoli te lo faranno vedere i prossimi che arrivano. ahahah


Ugo69 16 Giugno 2018 18:49

40anni di stadio e si vedono.
Magari qualche anno di meno di stadio e qualche anno di scuola di più, forse era meglio.


Giovanni 16 Giugno 2018 19:28

Riconosco al Dott. Bellini di essere una persona onesta, perbene e in buona fede, ma il calcio non fa per lui, deve passare la mano, è una cosa che non gli compete e che non sa gestire, non servono solo i soldi (spesi male tra l'altro) ma anche competenza e passione, tanta passione!


popolo della piazza 16 Giugno 2018 20:32

ugo69 casomai si notano si vedono dove? fai il professore e poi non ne dici una giusta


Luigi 16 Giugno 2018 20:35

Bellini è stato molto abile nel toccare l'umore dei tifosi, lascerò una società senza debiti, parole che mettono dubbi su chi arriverà, che Bellini è una persona seria nessuno lo.mette in dubbio, ma che è una vecchia volpe degli affari è altrettanto vero, lui ha deciso di vendere sa che una società così spaventa per i costi e che costi come lui stesso dice, ma qualcosa ha sbagliato se dal dicembre 2016 ha venduto orsolini e favilli oltre 15 milioni di incasso, poi in B ci sono.immutabilità, , incassi, diritti televisivi, sponsor, vogliamo mettere altri 7milioni di euro a tenerci bassi. Fanno circa 22 milioni, vuole lasciarla pure con i debiti? Poi dice l'ho svenduta perché costa troppo mantenerla, chi ha creato una società del genere con costi enormi fuori da ogni logica? I dirigenti che hanno fatto questi costi chi ce li ha messi?
Quelle di Bellini sono le dichiarazioni contraddittorie, doveva dire che esiste un terzo gruppo interessato, ma ad oggi senza un nome praticamente fantasma, ha detto chiaro che vuole 5 anni di affitto per il centro sportivo, se chi compra l'Ascoli non lo utilizza che ci pianta i broccoli? Speriamo che la prossima settimana finisce questa telenovela, farà la cessione e si volta pagina.


Alessandro 16 Giugno 2018 20:40

Presidente grazie per quello che hai fatto per l'Ascoli, sono rimasto colpito quando hai detto che nessun imprenditore locale ti ha fatto offerte per la società, ma sei sicuro che hai parlato con i soci Tosti e Ciccoianni per chiedere se sono interessati all'acquisto delle tue quote? Pensaci bene Presidente, può capitare a tutti di dimenticare qualcosa non c'è nulla di male. Dai pensaci bene


Nicola 16 Giugno 2018 20:42

Leggete bene anche il comunicato di bricofer Italia
Non sono dei cialtroni ne riparliamo tra qualche tempo


Mandrillo 16 Giugno 2018 21:03

Giovanni con poche parole ha fatto una sintesi perfetta.
Quando uno vede che la cosa non fa per lui, visto che ama tanto la sua città, anche rimettendoci, fa di tutto per agevolare una soluzione alternativa, con buona pace di tutti.
Ogni anno, prima dell'inizio del campionato, non si possono sfinire così i tifosi.
Sennò era meglio quando era peggio, almeno uno ce lo sapeva che doveva soffrire


Fermano Bianconero 16 Giugno 2018 21:44

Presidente Bellini noi si pensava che lei fosse arrivato per fare grande l'Ascoli, non è stato così pazienza.. È sua facoltà ottenere il massino dalla Vendita della società, ma cerchi di non ostacolare il cambio, Non faccia stufare la bricofer, vogliano dimenticare questi 4 anni fa incubo e tornare a parlare di calcio, noi del fermano siamo stufi presidente Bellini
Ci faccia un piacere lasci con onore e gli ne saremo riconoscenti.
Fermano Bianconero sempre al fianco dell'Ascoli calcio


Matteo 16 Giugno 2018 22:56

Presidente non ti sei mai innamorato del picchio, il tuo è stato solo un investimento che deve dare profitto. Se non fosse stato per la fortuna di Orsolini ereditato dal vecchio settore giovanile che ci facevi fallire? Hai gettato soldi per i tuoi dirigenti e allenatori uno più incapace dell'altro. Ma basta con queste conferenze stampa Noi torneremo ad essere l'Ascoli calcio e voi tornerete nel dimenticatoio. Ciaone


Amedeo 16 Giugno 2018 22:57

A quelli che lodano Bellini fategli comprare in Canada una squadra di hockey e andate a tifare per lui........il calcio e soprattutto l' Ascoli calcio 1898 sono altro........


popolo della piazza 17 Giugno 2018 07:56

a me l'unica cosa che interessa è il bene del picchio, che poi sia bellini bricofer o qualche altra cordata imprenditoriale a poca importanza,quello invece che non mi piace è che qui il 90x100 degli utenti pensa di sapere tutto del calcio di economia e commercio marketing di tutto di piu' e si tende a non rispettare il pensiero degli altri,stai sereno amedeo che magari quello che avrebbe bisogno di una vacanza in canada sei proprio tu


peppe 17 Giugno 2018 08:59

Alessandro i soci o qualche altro imprenditore locale, se sono interessati, devono andare da Bellini, tutti sanno che l' Ascoli è in vendita ......!!!!! di solito i compratori vanno dai venditori non il contrario.


Paul 17 Giugno 2018 09:04

Vorrei fare una scommessa:Bellini ci ha portato in quattro anni dal fallimento alla serie b senza debiti.Bè vorrei scommettere una birra che senza Bellini nei prossimi quattro anni ritorneremo allo sesso punto che eravamo quattro anni fa


Amedeo 17 Giugno 2018 09:24

Se avete letto l'elenco delle squadre partecipanti alla b 2018/19 avrete notato che non ci sara' l'entella a farci salvare al 91.mo dei play out.........Bellini vattene e lascia che chi ti sostituisce faccia una squadra degna di questo nome


Mandrillo 17 Giugno 2018 09:46

Qua alcuni si devono mettere d'accordo col proprio cervello.
Tra chi dice che in ascoli molti avrebbero avuto piacere in caso di retrocessione e chi scommette una birra che senza bellini si fallisce. ci manca chi si augura l'invasione delle cavallette.
Strano modo di vedere le cose quello di chi fa certi commenti.
Io mi auguro che la situazione possa gradualmente migliorare, senza strafare, con la collaborazione fattiva dell'attuale proprietà, che deve agevolare questa fase di transizione, senza mo sc, i mo no, mo forse, mo vedeme. Questo si che e deleterio.
Ma solo oensieri negativi avete su n'testa????


Fuffa 17 Giugno 2018 09:52

In due anni faremo la fine del Modena , Vicenza , Latina... servono i soldi , tanti soldi , non le chiacchiere . informatevi bene sulle potenzialita' del nuovo acquirente ...


Mandrillo 17 Giugno 2018 10:13

Eccone un altro.
Il fuffologo.


Ascolano doc 17 Giugno 2018 10:22

Alla fuffa, cerchiamo di spiegare un po di fuffa.
È vero che servono soldi, ammesso e non concesso, in base a quello che dice il capo, che in quattro anni ci sono voluti 10 milioni, all'anno fa 2,5 milioni, che sono tanti, ma non tantissimi da reperire. Poi con un po' più di oculatezza saranno anche meno.


Mirko 17 Giugno 2018 16:54

Bellini te ne devi fare una ragione, il tuo tempo ad Ascoli è realmente finito, solo ed esclusivamente per colpa tua e di chi ha messo a guidare una società come la busta. in serie B ci si sta benissimo spendendo il giusto, non facendo quello che hai fatto tu. E quale sarebbe il valore aggiunto che sei presidente dell'Ascoli? Aver pagato qualsiasi incapace fregatura che ti è stata imposta? Noi siamo l'Ascoli calcio


Fuffa 17 Giugno 2018 22:26

Per giocare a certi livelli servono i soldi, uno stadio, sponsor e tanti tifosi,,.. poi ogni tanto puo' capitare di fare un campionato decente spendendo poco, ma se ogni anno si cambiano allenatori e giocatori ...
NON simpatizzo per Bellini!


OSSERVATORE 18 Giugno 2018 14:50

BELLINI HA DATO UN MESSAGGIO ................STA' AL POPOLO ASCOLANO RECEPIRLO.............. ED E' CHE
IL CALCIO ITALIANO E' '' SPORCO''''........... A TUTTI I LIVELLI
SPECIALMENTE ORA CHE GIRANO SCOMMESSE UFFICIALMENTE LEGALIZZATE.............APRITE GLI OCCHI
GENTE NON ILLUDETEVI........BELLINI NON VUOLE STARE
A GIOCHI SPORCHI E BUTTARE VIA I SOLDI.........PER IL
NULLA'''''''HA FATTO MOLTO BENE''''''IN ITALIA LE COSE
VANNO COSI' E IN CANADA INVECE SONO PERSONE SERIE ...........SI ERA SBAGLIATO SU QUESTO.


Mandrillo 18 Giugno 2018 16:13

Osservatore romano, siccome sei osservatore e hai capito il messaggio e siccome io ne lu sò capite, dicci pure che besogna fa però. Sennò lu messaggie lu je capite sole tu e chi lo ha emanato.
Ci dobbiamo dare alle bocce??


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni