Frosinone-Palermo, Giudice Sportivo respinge ricorso dei siciliani. Pesante multa ai ciociari

Redazione Picenotime

19 Giugno 2018

Foto da Legab.it

Per il lancio durante la partita di oggetti, alcuni dei quali hanno colpito un arbitro addizionale, e di alcuni palloni nel tentativo di interrompere le azioni di gioco, ma anche per l’invasione al termine della gara nella quale sono stati rivolti insulti all’addizionale e sono stati raggiunti gli spogliatoi, provocando momenti di tensione, il Giudice sportivo ha disposto una multa di 25mila euro al Frosinone e l’obbligo di disputare due gare con lo stadio "Stirpe" a porte chiuse dopo quanto accaduto nella finale di ritorno dei playoff del campionato di Serie B che ha decreato la promozione in Serie A della squadra di Moreno Longo. 

Respinto il ricorso del Palermo in cui si chiedeva lo 0-3 a tavolino o comunque la non omologazione del risultato. Due giornate, inoltre, di squalifica a Dawidowicz, una ciascuna ad Aleesami, Dionisi e Jajalo. Multato con 10mila euro Maiello per lancio sul terreno di gioco di un pallone allo scopo di interrompere lo svolgimento del gioco.


CLICCA QUI PER COMUNICATO UFFICIALE GIUDICE SPORTIVO


© Riproduzione riservata

Commenti (2)

Picenum 19 Giugno 2018 22:23

Scandaloso.... si va in serie a a prendersi decine di milioni di euro e si paga una multarella da 25 mila....... un esempio perfetto di come convenga fare calcio in italia..... solidarietà ai palermitani!!!! Lega arbitri da internare


Ze 20 Giugno 2018 08:34

Non dovrebbero essere tollerati comportamenti antisportivi. Se non sono capaci di garantire lo svolgersi di una partita devono giocare a porte chiuse o non giocare affatto.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni