Ascoli Picchio, Candeloro nel capoluogo piceno ma Bricofer non molla. Bellini chiamato alla decisione finale

Redazione Picenotime

26 Giugno 2018

Francesco Bellini

Giornata importante ma ancora una volta interlocutoria per l'Ascoli Picchio, alle prese con le trattative che il presidente Francesco Bellini sta ormai portando avanti da mesi per la cessione del pacchetto di maggioranza del club di sua proprietà dal 6 Febbraio 2014. 

Nella mattinata di oggi Gilberto Candeloro, 59enne imprenditore e ingegnere abruzzese, è arrivato ad Ascoli Piceno, ha visitato la sede di Corso Vittorio Emanuele ed ha stretto ulteriori contatti con l'avvocato Maria Cristina Celani (principale rappresentante di Bellini una volta tornato in Canada) ribadendo la sua intenzione di acquisire, nel breve termine, il 60-65% del pacchetto di maggioranza di Bellini per poi, nel medio-lungo periodo, rilevare l'intera fetta di quote societarie in mano al 70enne imprenditore italo-canadese. Candeloro già nel pomeriggio di oggi ha fatto rientro in Abruzzo, ma dovrebbe tornare nel capoluogo piceno nella giornata di Giovedì 28 Giugno.

Allo stesso tempo non è assolutamente tramontata l'intenzione del gruppo romano Bricofer Italia Spa di rilevare l'intero pacchetto di maggioranza dell'Ascoli Picchio nonostante la brusca frenata nella trattativa, a suon di comunicati e relative repliche, avvenuta nel pomeriggio di Giovedì 21 Giugno. Il mediatore Gianni Lovato, ex dg bianconero, è in costante contatto con l'avvocato Maria Cristina Celani e lo stesso Massimo Pulcinelli ha confermato di non aver archiviato l'interesse per l'Ascoli postando stamane sul suo profilo ufficiale Facebook una foto con una frase di Mazzone che sottolinea quanto sia importante onorare e rispettare la storia del Picchio (CLICCA QUI PER VEDERLA).


© Riproduzione riservata

Commenti (54)

Caste300 26 Giugno 2018 19:58

SE VENDE,MA SARÀ DURA,VENDE A CANDELORO. IL FATTO CHE NON SI DISCUTA SULLA MAGGIORANZA DELLE QUOTÈ MA AD UN 65-70% POTREBBE INVOGLIARE. E ANCHE PERCHÉ CANDELORO NON AZZEREREBBE TUTTO L'ORGANIGRAMMA TECNICO. COSÌ FACENDO GARANTIREBBE ALMENO LA CONTINUITÀ TECNICA


giovanni 26 Giugno 2018 20:00

Qua si va sul ridicolo l abruzzese voleva prendere il 25% adesso il 60% delle quote...poi si vedrà per la maggioranza ahahah che fine brutta che tocca fa... Speriamo in bricofer..


Zac28 26 Giugno 2018 20:11

Su vvia,facciamo meta' ciascuno cosi' non litigate


giovanni 26 Giugno 2018 20:11

Due esempi di come finisce il calcio ad Ascoli, Candeloro finisce presto, xche' Bellini gli orecchini al naso non li ha, il 40% poi nel lungo periodo il rilevamento totale. L'altro fa pensar male solo per la fine del Latina, aveva già una società già in B ora perche vuole l'Ascoli? Poi con Lovato Auguri.


Amedeo 26 Giugno 2018 20:52

Amici miei siccome a pensare male si pecca ma spesso ci si azzecca .....secondo me Bellini sta' giocando al rialzo( per chi non capisce a chi offre di più '


Gigi 26 Giugno 2018 20:54

Comunque a leggere voi, veramente fa venire voglia di mandare tutto a quel paese.
Ma chi diavolo volete?
Bellini non va bene, pussa via, il male assoluto....
Bricofer non va bene, perchè vuole noi.... aveva il Latina tra le mani che tra l'altro ha fatto una brutta fine....
Candeloro non va bene, dove vo i quiss....
Contattate Abramovic, puo darsi che è disposto a comprarci!!!
Diamoci una regolata signori, mi pare che ce ne stiamo passando.


Ale 94 26 Giugno 2018 20:59

Dato che parlate senza conoscere le persone (acquirenti) compratela voi la società!!


Alessandro 26 Giugno 2018 21:15

Tifosi Bianconeri, mettiamoci l'anima in pace ormai è chiaro, Bellini se cederà le sue quote lo farà a Candeloro, perchè non cambierà il nome da Ascoli Picchio in Ascoli Calcio, perchè non tocca nulla dell'assetto societario, dal suo uomo di fiducia al direttore sportivo, al procuratore Di Campli, manager di molti giocatori in rosa e in particolre fautore delle vendite di Orsolini Favilli e Di Francesco, di quello che dicono i tifosi non gli può importar di meno.
Il discorso Bricofer al 99% è chiuso più per questioni personali che per altro, l'accordo c'era su ogni aspetto anche sul divanetto, probabilmente a Bellini e il suo enturage si sono alzati i capelli, al pensiero di un socio Ascolano presidente e la città in festa, il loro timore è comprensibile, se arriva qualcuno che senza fare nulla di tascendentale ricrea entusiasmo, loro finiscono nel dimenticatoio, mettici anche la notorietà di ricoprire ruolo in società. Tutto legittimo. Quindi ripeto mettiamoci l'anima in pace stando così le cose, sarà un'altra estate di sofferenza e un'altro campionato da batticuore.
Che il signore cla mandi buona.


Lorenzo 26 Giugno 2018 21:38

Giovanni ,Bricofer del Latina possedeva il 2% , il fallimento del Latina non è certo colpa loro.


Paolo65 26 Giugno 2018 21:56

Bricofer e Candeloro non vanno bene? Proponete voi qualche imprenditore, intanto squadre di serie B e serie C falliscono .
Diamo una botta alla botte e una ai cerchi, Bellini avrà pure una marea di difetti, ma noi non scherziamo mica.


Fab 26 Giugno 2018 22:01

Tutto qst xké non c è nessun ascolano che vuole cacciare un euro...Tosti Faraotti Ciccoianni... Eccc..dove sono?..facile avere considerazione senza metterci il portafoglio


gigio 26 Giugno 2018 22:04

il delirio dei tifosi che sono contro il super miliardario Bellini è arrivato al massimo possibile.....


TERAMUM COMANDA SEMPER 26 Giugno 2018 22:06

Ma Candeloro è andato via anche da noi e ora si prende l'Ascoli??? Ahahahahhahahaha


Paolo65 26 Giugno 2018 22:18

Teramun Comanda, che poi non comanda un caxxo, ma ancora parli? In quale categoria siete? Quanti tifosi avete?
Che storia potete vantare, stai muto , accendi il cervello prima di scrivere cavolate.


TEX Willer 26 Giugno 2018 22:34

Io sarei x non far fuggire Bellini, credo sarebbe meglio e credo basterebbe sistemare veramente lo stadio come chiede da 4 anni oppure fargliene fare uno tutto suo!


asnkvola 26 Giugno 2018 22:38

Vendete a Fedeli della Samb.così ha l'Ascoli e la Samb più l'albergo per il ritiro,che vogliamo di più?Ascoli e Samb in ritiro nello stesso albergo!!!


SBN74 26 Giugno 2018 22:40

Avevamo il meglio.......con i suoi sbagli e modi......ma avevamo il meglio. Non abbiamo fatto niente per farlo innamorare anzi....alla minima cosa giù con gli insulti. Adesso non vanno bene nemmeno gli acquirenti..........ascolani.....scendiamo da so piedistallo che non siamo nessuno. I tanto acclamati ascolani......i bravi industriali del posto.......dove sono? Hanno pure il diritto di prelazione........due so scappati da tempo e gli altri due hanno perso la parola.......ecco l'ascolanita........bravi. proprio bravi. E quelli che in curva gridano ......noi siamo l'Ascoli calcio?
Do stanno? Dai comprate voi l'Ascoli calcio. La vostra coerenza è pari a zero.


Amedeo 26 Giugno 2018 22:49

E' inutile che date la colpa ai tifosi dell' Ascoli calcio 1898...se mai sara' tracollo societario e.......Dio non lo voglia la colpa sara' tutta di Bellini e gentile consorte in primis e di castelli che ha tentato una sorta di nuova verginità: con lo stadio del duca
.
.....


Pippo 26 Giugno 2018 23:25

Bellini che ci ha raccolto nella spazzatura e trasformato in società in attivo sarà responsabile del tracollo? Penso che un po'di sana prima categoria in stile Ancona a sto punto non ci farebbe male.


GIANCARLO 26 Giugno 2018 23:33

SBN74 completamente d'accordo.
Qua inoltre si vive sui ricordi di 30 anni fa. Gente, sveglia: il mondo, anche del pallone, è cambiato!


Paolo65 26 Giugno 2018 23:36

Contestazioni per lo stemma? Non scherziamo è solo una banale scusa.
Che Bellini venda il prima possibile , incassi i soldi e arrivederci ai suonatori.


WALL_E 27 Giugno 2018 00:14

Presidente, fate 1/3 ciascuno tra lei, Bricofer e Candeloro e siamo a posto.
Spese divise, capitali importanti per investire un'ottima squadra e vai portateci in serie A.


Mimmuzzo 27 Giugno 2018 01:01

Ognuno è libero di esprimere il proprio pensiero sul futuro nuovo proprietario, qualora ci sarà, ma nessuno si preoccupa della situazione attuale. C’e da allestire una squadra per il prossimo campionato e, alla luce dei fatti, se ne deve occupare l'attuale dirigenza. Si muove forse qualcosa di giocatori in entrata? Bellini dell’Ascoli, calcio o Picchio, poco importa, oggi se ne frega. Venderà solo per non avere più fastidi, però non credo subito. I 3 milioni che sono circolati, quale valore che avrebbe dovuto pagare la Bricofer, a Bellini non cambia la vita tanto ne ha 100 o 1000 volte tanto. Ciò che a lui interessava lo ha fatto subito recuperando i 7,5 milioni di Favilli. C’era da effettuare 4 riscatti di giocatori che potevano anche far comodo il prossimo anno. Non ha mosso foglia. Guardate la lettera della moglie. Questo, con i suoi soldi se lo può permettere, farà pagare amaramente tutto l’odio degli ascolani nei suoi confronti. Venderà solo e quando vorrà lui. Intanto non abbiamo una squadra adatta ad affrontare un dignitoso campionato di serie B e Bellini per fare divertire il Sabato gli Ascolani state certi non caccerà un centesimo. Secondo me, se c’è ancora margine, personalmente è l’ultima cosa che desidero, bisogna assolutamente ricucire il rapporto con Bellini, Castelli in primo luogo, inviatarlo a restare chiedendo scusa per tutto ciò che è successo fino ad ora e ognuno che si assuma le proprie colpe. Non conosco nella sua intimità il personaggio Bellini però, qualora fosse una persona permalosa, state certi che nella sua posizione, difronte a tutto questo odio, non iscriverebbe la squadra per potervi riderci in faccia. Diamoci una calmata che forse è la soluzione migliore e cerchiamo, con i mezzi attuali, di costruire una squadra che smetta di farci soffrire. Un nuovo proprietario che subentra ora non credo abbia il tempo materiale per organizzare uno staff di collaboratori ed affrontare la campagna acquisti a 20 giorni dall’inizio della preparazione.


Rody 72 27 Giugno 2018 05:56

A tutti guardate il cesena che fina sta facendo.


Pietro 27 Giugno 2018 07:32

Secondo me dovrebbe prendere iniziativa il nostro sindaco: provare a sentire Della Valle e insieme a figure di spicco della economia ascolana rilevare le quote della famiglia bellini. Per della valle, oltre ad un ritorno in pubblicità, aiuterebbe il popolo Piceno che comunque gli appartiene e potrebbe servirgli come a Lotito la Salernitana.


c'ero già allo Squarcia 27 Giugno 2018 08:49

BRAVO GIGI, la maggioranza silenziosala pensa come te.


Luigi 1960 27 Giugno 2018 09:44

Condivido le preoccupazioni di Mimmuzzo riguardo alla necessità di uscire dall'impasse attuale che blocca la progettazione tecnica (mercato in entrata e uscita) per il prossimo campionato. Fini a qualche giorno fa anch'io sostenevo che bisognava ricucire i rapporti tra il presidente Bellini,le istituzioni e i tifosi. E' evidente che questo clima di tensione non facilità le cose ed è bene quindi ritrovare presto un civile modus operandi. Però credo che ormai la situazione abbia preso un'altra piega e spero che la Società possa presto trovare un altro proprietario e un altro assetto. Secondo me alla fine l'ing. Candeloro riuscirà a ad acquisire la maggioranza delle azioni dell'Ascoli Picchio, Mr Bellini conserverà delle quote di minoranza, ma ben più abbondanti di quelle degli altri due soci ascolani. Ciò gli permetterebbe di incidere negli assetti e di consolidare il sodalizio con il futuro nuovo azionista di maggioranza abruzzese, in vista di una eventuale futura cessione delle altre quote. Il DS Giaretta chiaramente rimarrà al suo posto, mentre è da vedere chi sarà il nuovo AD, se ci sarà. Intanto però mi auguro vivamente che questa gestione ordinaria della Società, come è stata definita dall'attuale presidente, possa finalmente cominciare a mettere al primo punto dell'OdG la programmazione per il prossimo campionato.


Marco Santarelli 27 Giugno 2018 10:51

Buongiorno Mimmuzzo, secondo me oramai la situazione nel rapporto tra proprietà e tifosi è precipitata.
La lettera della Signora Marisa rappresenta la pietra tombale tra la proprietà e buona parte della tifoseria.
A questo punto spero che ci sia il passaggio di proprietà, si può fare una buona squadra anche in poco tempo.
Ricordo che la squadra messa su dal DS Lupo (mi sembra) in una settimana dopo il "ripescaggio" in serie A (quella di Cudini , Paci, Foggia, Quagliarella...) fece un campionato fantastico.
La cosa peggiore sarebbe andare avanti in questa situazione, con il Presidente oramai demotivato che fa solo il "minimo sindacale" x la squadra, ed una tifoseria sul piede di guerra nei confronti della società.
Un mix micidiale che potrebbe portare solo grosse delusioni..
Ciao buona giornata.


Francesco 27 Giugno 2018 11:02

Certo che leggere certe cose fa cadere le braccia, ma alla fine al tifoso medio è così in tutta italia c'è poco da fare, te lo ricompri con poco anche se riceve ogni tipo delusione, minaccia di andare via, di non spendere più un euro per la squadra, di smontare la curva ( parole di Bellini) di vedere l'Ascoli in mano a persone che non potrebbero nemmeno fare le pulizie del giardino.
Per andargli a dire resta per favore, che volete il consenso degli altri?
Bellini non venderà un bel niente, anche se una parte delle quote passano a Candeloro nulla cambia, hanno portato la trattativa con Bricofer alla firma, ce li hanno fatti credere, poi si è girato e dopo una bella.... li ha lasciti li increduli, non avrebbe mai dato la società a Bricofer sapendo che collabborava con i soci di minoranza, hai detto bene per loro non è una questione di soldi ma di invidia, la lettera ne è la dimostrazione, pretendono che sia cancellata la storia dell'Ascoli Calcio, pretendono che i tifosi dimentichino gli anni 70.80.90, cioè 30 anni durante i quali Costantino Rozzi, Carlo Mazzone, Roberto Strulli (ha dato la vita per l'Ascoli) Adelio Moro, Anastasi, Casagrande,Giordano, Cvectovic ecc ecc hanno scritto pagine indelebili, pretendono di cancellare le vittorie con Milan Juve Inter Roma, Napoli Fiorentina ecc ecc Per dare spazio alla società Ascoli Domodimonti F.C.
Se vi sta bene andate da lui o dai suoi refereti e ditegli che siete soddisfatti, che siete tanti, che riempite lo stadio, chi ve lo vieta?


GIA'54 27 Giugno 2018 11:36

Pro Belliniani. State facendo finta di non capire. Bellini da sempre ha detto che sarebbe rimasto 3 anni . ne ha fatti 4 e vuole vendere. lo ha sempre detto. Finitela di incolpare una parte della tifoseria della sua decisione.
L'ASCOLI E' IN VENDITA PER SCELTA NO PER COSTRIZIONE . METTETEVELO IN TESTA.
finitevela di fare esempi di squadre fallite. se dovrà accadere (non è detto) non possiamo farci nulla. Ascolanità e non ascolanità....quello è un avventuriero... quest'altro non è all'altezza..... Non dipende da noi ma da chi subentrerà perché torno a ripetere che di RIMANERE (per fortuna o per disgrazia) Bellini non ci pensa assolutamente rispettando il suo programma . Quindi capitolo chiuso. Questi appelli e suppliche a rimanere ( E DARE LA COLPA A CHI NON LA PENSA COME VOI )per uno che non ci sente e che ha deciso già da tempo......mi sembrano prive di ogni logica.
PRENDETENE ATTO. Gesti di amore???? io non ne vedo. mi sembra di stare ad OK IL PREZZO E' GIUSTO...e credo che questo sia il programma di vendita.


CavaliereBiancoNero75 27 Giugno 2018 12:34

Ma vi volete svegliare porca miseria!!!!é finita l era del nostro mitico Presidentissimo
Oggi il calcio e le societa di calcio sono Aziende che spendono soldi e fanno soldi
Quindi smettetela di criticare a priori o di nella totale assurdita chiedere quali sono le garanzie per l acquisizione del club o il rendiconto del fatturato
Pensate a fare i tifosi e basta ed entrate nel 21mo secolo


Ascolano doc 27 Giugno 2018 12:41

E in più, a chi ci dice di dimenticare la storia gloriosa, si può serenamente dire che per dimenticare l'attualità non ci sarà bisogno che qualcuno ce li chieda, GIÀ FATTO, DIMENTICATI, GO HOME!!


Ascoli nel cuore 27 Giugno 2018 12:49

La famiglia Bellini ha deciso irreversibilmente: con Ascoli ha chiuso. Ci attendono tempi difficili e la speranza di un nuovo proprietario disposto a fare investimenti e a creare uno staff tecnico all'altezza. La nostra rosa giocatori era già
Scadente e per ora si registrano solo partenze.
Per mettere in piedi una squadra decente servono denaro e bravi tecnici che individuano giocatori adatti . Già ricominciare con Cosmi sarebbe un primo tassello importante. Personalmente tutta la situazione è davvero preoccupante!!


FEDEX 27 Giugno 2018 12:57

Ancora con questo ROZZI !!!! Basta vi prego !!! Siamo rimasti a 30 anni fa!! La maggior parte degli ascolani ne compreso non ne può più . E’ Storia ( meravigliosa) ma pur sempre storia, non si può sempre vivere nel ricordo . Siamo nel 2018 !!!!!!!!!
Forza Picchio


Per sempre 27 Giugno 2018 13:34

Paolo65 penso che una lepre accanto al picchio non sarebbe male.


giovanni 27 Giugno 2018 13:41

Già 54 , x chi ragiona, questo e un discorso giusto,
È inutile pregare i santi in chiesa quando non ti stanno a sentiresentire, se ha deciso di andarsene è libero di farlo, l'ha detto e lo farà solo che ha anche detto di lasciare la società in mano serie, invece qui si dice briko, tizio o Caio, credo sia da lasciar fare a chi vende con chi compra, sperando nella buona fede di Bellini x ciò che ha promesso. Fermo restando che oggi con squadre di seconda fascia come l'Ascoli il rischio di incappare in società poco serie ci sta tutto, quello che mi vien da sperare è pozza i bbe'. Visto ciò che gira, da tifoso dico no proclami prima di capire bene tutto ciò che gira intorno al territorio, poi a me sta bene fare campionati di serie B dignitosi come minimo.


Ascolano doc 27 Giugno 2018 13:48

FEDEX, PURTROPPO VEDO CHE SEI CARENTE IN STORIA.
ROZZI NON VERRÀ MAI DIMENTICATO. MENTRE NON CI VUOLE NULLA DIMENTICARE QUESTO DI ADESSO, E MO BASTA LO DICO IO.
PITTOSTO IL MITICO ROZZI DOVREBBE ESSERE TENUTO SEMPRE IN MENTE DA CHI PRETENDE DI SOSTITUILO, E DI AVERLO COME ESEMPIO.
E BASTAAA


MAX 27 Giugno 2018 14:03

FEDEX NON HAI CAPITO UN CA...O!
NON E' QUESTIONE DI VIVERE NEL RICORDO, LA STORIA E' UTILE PERCHE' CI LASCIA UNA TRACCIA DA SEGUIRE!
E QUANDO PARLI DI ROZZI ABBI RISPETTO!!


Ema 27 Giugno 2018 14:23

In questo momento la questione prioritaria non è tanto quella societaria, bensì un bel passo indietro tutti insieme. Vedere una tifoseria spaccata genera profondo dispiacere da una parte e dall'altra, non ci sono dubbi.
Se arriverà Candeloro o Pulcinelli gli farò un doppio in bocca al lupo, perchè se andiamo avanti così le critiche a prescindere continueranno sempre e comunque. Poi fate voi. Forza Picchio nonostante tutto.


simosbn74 27 Giugno 2018 14:25

La realtà secondo me è questa:senza entrare nei fatturati o altro che non è di mia competenza, ma da tifoso dico: se resta Bellini o arriva Candeloro(di campli) la situazione resta comunque questa attuale se non peggio, il clima difficilmente si placherà, si continuerà la “storia”dell’ascoli Picchio 2014 con la storica società cittadina Ascoli calcio 1898 morta e sepolta nel 2013 causa fallimento (come ci ha ricordato la simpatica signora Bellini). Con bricofer forse si ritornerà ad essere l’ascoli calcio dopo 4 anni di nulla e per come la vedo io è la soluzione migliore ed è quella che potrebbe riportare entusiasmo,ovviamente rischi annessi.Chi è contento di essere rappresentato dall’Ascoli Picchio è libero di farlo di abbonarsi andare allo stadio ecc, chi non è d’accordo può benissimo disinteressarsi del calcio cittadino dato che questo è quello che passa il convento o seguire il neonato Atlético Ascoli ,senza insultare o minacciare gli altri e viceversa, siamo in democrazia ognuno è libero di fare come vuole, non è che litigando o attaccando sui social l’altro cambia opinione e viceversa. una grande tifoseria lo è soprattutto nell’Unione degli intenti, no solo a parole e basta leggere in giro per capire che noi non lo siamo.
Pensiero a voce alta: grazie a Bellini per averci salvato ? No Bellini ha solo acquistato il titolo sportivo del vecchio Ascoli e fatto una nuova società, di fatto, come ammesso dagli stessi, l’ascoli calcio non esiste dal quel dicembre 2013.
L’unico grazie lo merita Benigni che dal 94 in poi con sacrifici anche a livello personale ha reso possibile il proseguio della gloriosa Ascoli calcio, nonostante tutto grazie robbè, (e fidatevi io avrei buoni motivi per avercela con lui).


Mandrillo 27 Giugno 2018 14:25

Fedex, vergognati tu e chi la pensa come te.
Ricordare il Grande ROZZI non significa pretendere di rivivere quei fasti a prescindere, ma nemmeno dover assistere a questa robbba impalpabile dei giorni d'oggi, che dimenticherò senza battere ciglio, non avere dubbi al riguardo.
Ma guarda tu che tocca sentire


asnkvola 27 Giugno 2018 14:30

Non serve tornare a Rozzi,a noi pure Benigni ci ha fatto fare la serie A e non sono passato 30 anni ma appena 10 e i tempi erano gli stessi di ora......Le scuse di chi ha detto sogniamo insieme non reggono.


Luigi 27 Giugno 2018 14:52

ciao Ascoli nel cuore, dici che bellini se ne va e ci aspettano momenti difficili? Perché fino ad ora che cosa abbiamo passato? Bellini ha sperperato tanto denaro per fare campionati di serie A
La società è la più scarsa professionalmente che esiste, parlano i risultati
Il centro sportivo non è della società, chi la rileva deve pagare una convenzione obbligatoria.
C'è una squadra da rifondare con tanti giocatori sotto contratto di 3 anni, che non sono adeguati per la B
Lascia una situazione ambientale devastante per le sue dichiarazioni e volontà di lasciare la società.
Ci aspettano tempi difficili? O li abbiamo già vissuti è peggio non può succedere?


Luigi 1960 27 Giugno 2018 15:54

Chiedo scusa se non mi ero accorto che siamo già entrati nel 21mo secolo... Non mi considero un nostalgico dei tempi di Rozzi e Mazzone, pur reputandomi fortunato di averli vissuti e di ricordameli ancora con rispetto e gratitudine, pur non essendo ascolano. È vero le società sportive ormai sono delle aziende, il cui principale scopo è avere un bilancio in ordine. Penso comunque che anche ai tempi di Rozzi si stesse attenti ai bilanci, anche se a quei tempi fare calcio a certi livelli era più semplice e meno dispendioso di oggi. La differenza fondamentale però dell'Ascoli del 21mo secolo con quello del 20mo secondo me è un'altra. Rozzi era un esponente in ascesa dell'imprenditoria ascolana e venne individuato dalla base societaria ascolana, competente e appassionata di calcio e di Ascoli. Bellini esce fuori dalle ceneri di un fallimento, ritorna ad Ascoli da emigrante di lusso e di successo, pensando che per fare calcio bastassero i soldi e i conti in ordine, diffidando degli ascolani e imponendo dall'alto le sue scelte, pur non avendo grande competenza e passione di calcio. Penso comunque che Mr Bellini si sia imbarcato nell'avventura calcistica con buone intenzioni e anche con una certa passione per Ascoli, ma che poi si sia scontrato con una oggettiva difficoltà a entrare nel modo di ragionare locale, lui ormai abituato a un altro mondo e mentalità. Bisogna comunque essere riconoscenti per quanto ha fatto, pur con i suoi limiti. La cosa che più gli ha dato fastidio, secondo me, oltre alle pastoie burocratiche legate alla vicenda stadio, è stata la mancanza di riservatezza in alcuni passaggi importanti della gestione della Società e forse anche la trattativa Bricofer è saltata proprio perché non si è garantita la richiesta e necessaria riservatezza.


FEDEX 27 Giugno 2018 20:59

Per Max e Mandrillo:
In sintesi cosa avete detto? Il senso di ciò che avete scritto quale è ?
Sveglia.
In tutti i modi inutile stare a discutere e ragionare con certe teste. INUTILE.


Mandrillo 27 Giugno 2018 23:35

Fed ex, hai ragione è inutile discutere con chi non capisce certe cose, facili facili.
INUTILE, TIÈ RAGGIÒ


MAX 28 Giugno 2018 09:32

FEDEX ABBIAMO CERCATO DI FARTELO CAPIRE CON 2 PAROLE SEMPLICI SEMPLICI PER FACILITARTI, MA SE ANCHE CIO' NON E' BASTATO TI SUGGERISCO DI ACCENDERE LA TV E GUARDARE I CARTONI ANIMATI.


Stefano 28 Giugno 2018 13:10

Presidente non mollare non la vendere non dare retta a quei pochi esaltati la vera curva sta con te torna in Ascoli facem la festa è la prima partita vieni sotto la curva sentirai il coro Francesco Bellini sede è popò dai presidente non vendere la città sta con te siamo tutti con te presidente portaci in serie A poi in Europa


Luigi 1960 28 Giugno 2018 13:21

Stefano, ci mancava che gli chiedessi se ti portasse pure in Canada...


Zizo 28 Giugno 2018 13:43

Quado sei di cattivo umore, leggi Stefano e ti fai una grande risata e torna il buonumore.
Ancora rido


Stefano 28 Giugno 2018 18:50

Carissimi contestatori, dovete rosicare fino lla notte dei tempi, il presidente Bellini deve rimanere e voi se non vi sta bene non venite a stadio, tanto siete 30 persone contate staremo a vedere quanti vi seguiranno, i veri tifosi dell'Ascoli sono con il presidente e riempiranno il del duca, a voi non resta che rosicare come i pesciari
w ascoli picchio viva il presidente bellini


Luigi 1960 28 Giugno 2018 20:49

Stefano, vacci piano sennò a Zizo lo fai sganassare dalle risate... W l'Italia!


Zizo 28 Giugno 2018 21:52

Stefano ci hai lasciato il meglio, o la meglio.
WLF
Per il resto, l'importante è che sei convinto tu.
Sagra del buonumore


Ceascu 01 Luglio 2018 15:01

Bravo Stefano non li vogliamo allo stadio questi pseudo contestatori ,che fanno riferimento a Capro'


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni