SAN BENEDETTO, NIENTE SIGARETTE ELETTRONICHE NEI LOCALI

Redazione Picenotime

05 Aprile 2013


Dopo i provvedimenti presi dal Ministro della Salute Renato Balduzzi sul divieto di vendita ai minori di 18 anni delle cosiddette "sigarette elettroniche" con presenza di nicotina, il Comune di San Benedetto del Tronto ha adottato un provvedimento volto a ridurre l'uso delle famigerate "e- cig" nei locali pubblici.

L'ordinanza del Sindaco Giovanni Gaspari, che entra in vigore dal 6 aprile, prevede il divieto di fumare sigarette elettroniche con presenza di nicotina nei locali presenti sul territorio comunale per i quali vige il divieto del fumo "tradizionale". Il provvedimento specifica altresì che gli esercenti hanno l'obbligo di informare la clientela mediante l'apposizione di adeguati cartelli. In caso di violazione è prevista una sanzione amministrativa da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro.

"È un atto dovuto - ha dichiara Gaspari -, lo stesso Ministero ha richiesto all'Istituto superiore di Sanità un parere in merito alla valutazione del rischio connesso all'utilizzo di questa tipologia di sigarette digitali. Lo studio condotto dall'Istituto ha evidenziato che la dose quotidiana accettabile di nicotina è superata anche solo con un uso moderato dalle sigarette elettroniche e che tale evidenza è ancora più significativa negli adolescenti senza escludere effetti dannosi per la salute. Con questa ordinanza vietiamo l'uso delle e-cig nei locali chiusi e, al tempo stesso, intendiamo scoraggiarne l'uso da parte di tutti, in particolare dei giovani".
PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni