Ascoli Calcio, Vivarini per la prima volta al Del Duca nel Gennaio 2015: “Vogliamo sempre giocarci la partita”

Redazione Picenotime

11 Luglio 2018

Vincenzo Vivarini (6 Gennaio 2015)

Si attende nella giornata di domani l'annuncio ufficiale di Vincenzo Vivarini come nuovo allenatore dell'Ascoli Calcio. Per l'ex Teramo, Latina ed Empoli pronto un contratto biennale. Dopo la cena di ieri sera a Grottammare con il ds Antonio Tesoro ed il dg Gianni Lovato, il 52enne tecnico abruzzese è tornato oggi nel capoluogo piceno per definire, nella sede di Corso Vittorio Emanuele, i dettagli dell'accordo con il club bianconero a pochissimi giorni dall'inizio ufficiale del ritiro estivo fissato, al momento, per Sabato 14 Luglio presso le strutture de "La Reggia Sporting Center" della famiglia Magrelli a Cascia.

Da allenatore di prima squadra Vincenzo Vivarini è stato in due occasioni in panchina allo stadio "Del Duca" da rivale. La prima risale al 6 Gennaio 2015, nella 19esima giornata del girone B del campionato di Lega Pro, in un Ascoli-Teramo terminato con il punteggio di 0-0. I bianconeri erano ancora primi in classifica, con due punti di vantaggio proprio sugli abruzzesi che poi avrebbero vinto il campionato (esito poi ribaltato dalla giustizia sportiva). Vi riproponiamo quando disse al nostro microfono mister Vivarini al termina di quella gara dominata, sul piano del gioco, dalla squadra di Mario Petrone.




Dopo una buona carriera da calciatore che lo porta, nel ruolo di attaccante, ad esordire anche in Serie B con la maglia del Cosenza, inizia nel 2003/2004 l'avventura da tecnico di Vivarini come vice allenatore del Giulianova. Passa poi al Pescara dove collabora nello staff tecnico di Maurizio Sarri come osservatore e relatore delle squadre avversarie, per poi mettersi in proprio in Serie D nei club abruzzesi del Luco Canistro e della Renato Curi Angolana. La sua prima promozione dalla Serie D alla Lega Pro Seconda Divisione arriva nella stagione 2009-2010, dove a Chieti porta i neroverdi alla vittoria del girone e nel campionato successivo ad un buon sesto posto. Tra i professionisti, dopo aver allenato dal 2011 al 2013 l'Aprilia portandola fino ai play-off, per poi essere esonerato nel corso nel campionato seguente, viene chiamato sulla panchina del Teramo dove in tre anni arriva ad una storica promozione in Serie B degli aprutini, vanificata dallo scandalo calcioscommesse. Proprio nel campionato di Lega Pro 2014/2015 lotta fianco a fianco con il primo Ascoli Picchio di Francesco Bellini e Mario Petrone, fino a quando il caso Savona-Teramo ribalta il giudizio del campo promuovendo in Serie B la compagine bianconera. 

A partire dal campionato di Serie B 2016-2017 viene chiamato ad allenare il Latina. Al termine della stagione, conclusa con l'ultimo posto in classifica in coabitazione con il Pisa e con la conseguente retrocessione nonché fallimento della società laziale, si ritrova senza una panchina per la stagione successiva. Nella serata del 19 Giugno 2017 viene ufficializzato come nuovo tecnico dell'Empoli, appena retrocesso dalla Serie A. Lo scorso 17 Dicembre la dirigenza toscana, nonostante i 30 punti raccolti nelle prime 19 gare, decide di sollevarlo dall'incarico e di sostituirlo con Aurelio Andreazzoli, che poi porta gli azzurri alla vittoria del campionato. 

CLICCA QUI PER TUTTE LE VIDEO INTERVISTE DI VIVARINI RACCOLTE NEGLI ULTIMI ANNI


© Riproduzione riservata

Commenti (10)

Alvaro da osimo 11 Luglio 2018 20:35

Magari arrivasse lui. Ci ricordate ASCOLI LATINA ? SE il primo tempo era 3 a 0 x loro non aveva rubato niente .IO ero in curva sud


Caste300 11 Luglio 2018 22:18

Io ho ricordi diversi. Partita a tratti inguardabile con Perez che sotto porta si mangio' un goal clamoroso su assist di Petagna. In C con il Teramo venne surclassato dall'Ascoli di Petrone in casa. Ricordo l'imprecisione dei nostri sotto porta due volte Perez e una Tripoli ..Comunque in generale non mi sembra una scelta tecnica esaltante...boh...


Teramum comanda 11 Luglio 2018 22:25

Ahah farete fare solo brutta figura a vivarini


LORENZO CAPRO' 11 Luglio 2018 22:49

BRAVO ALVARO


72/73 11 Luglio 2018 23:58

Come fate a dire va bene,non va bene,non sapete gli acquisti e le cessioni,non sapete ancora chi deve prendere e già subito i capisci otto che decidono quello che deve fare la società,forza Ascoli


Albardialbissola 12 Luglio 2018 08:08

La brutta figura l avrebbe fatta con il teramo in b...dovreste ringraziarci per avervela evitata ...ahahahah


Marco R. 12 Luglio 2018 10:41

Ha vinto un cmpionato col teramo sappiamo come , in più aveva due fuoriclasse, poi esperienze negative con latina e sopratutto con lo squadrone Empoli. CAPRO NON DIFENDERE L'INDIFENDIBILE. VIVARINI STAY HOME


Marco Santarelli 12 Luglio 2018 11:36

Si ma il calcio non è una scienza, Marco R. se guardiamo ai risultati anche Cosmi prima dell'esperienza Trapani aveva collezionato esoneri a raffica (Palermo. Lecce. Siena) a Pescara chiuse al 15° posto e non lo confermarono....
Tuttavia gli si deve riconoscere che da noi ha fatto un impresa, ma questo non vuol dire che farà bene anche il prossimo anno.
Anche Castori riuscì in una salvezza incredibile poi l'anno successivo fu esonerato.
Poi se mi chiedi perché non confermare Cosmi dato che è sotto contratto non lo so, evidentemente la nuova proprietà ha altre idee, non è detto che siano sbagliate.
Ciao, buona giornata.


ROZZI PER SEMPRE 12 Luglio 2018 11:58

Allora tagliamo la testa al toro e prendiamogli Donnarumma e Lapadula...! FORZA ASCOLI.


JJ 12 Luglio 2018 12:43

Al di là della bravura o meno di Vivarini, si noti che nelle ultime 10 stagioni, questo è il 19° allenatore. Roba che Zamparini ci fa una pixxa. La troveremo un po' di pace?


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni