Moto2, Fenati chiude il Gran Premio di Germania al 16° posto. Vince Binder, terzo Marini

Redazione Picenotime

15 Luglio 2018

Romano Fenati sfiora la zona punti nel Gran Premio di Germania, nona tappa del Campionato Mondiale Moto2 2018. Il 22enne pilota ascolano del Marinelli Snipers Team, scattato dall'undicesima posizione in griglia, ha infatti concluso al 16° posto, chiudendo così l'ottava gara stagionale senza punti all'attivo. 

Al Sachsenring vittoria per il sudafricano Brad Binder, davanti allo spagnolo Joan Mir e all'italiano Luca Marini (fratellastro di Valentino Rossi). Dodicesma posizione per Francesco Bagnaia che mantiene la vetta della classifica iridata con 7 punti di vantaggio sul portoghese Miguel Oliveira. 

Ecco il comunicato ufficiale post gara del Marinelli Snipers: Un'altra gara ingiusta per il Marinelli Snipers team, ingiusta non solo per l'impegno, ma anche per le indubbie qualità espresse dai piloti in pista. Tony Arbolino è protagonista prepotente dei primi giri nei quali detta il ritmo. Peccato che lo scivolamento eccessivo del posteriore gli abbia fatto gradualmente perdere posizioni e speranze. In Moto2, Romano Fenati gira fortissimo, inanellando giri veloci su giri veloci con il preciso intento di andare a prendere quelli davanti, ma una manovra azzardata del pilota che lo precedeva, al nono giro, lo fa retrocedere di dieci posizioni. Nonostante tutto Romano ha continuato a girare con i tempi dei primi. Non stiamo raccogliendo risultati ma le qualità ci sono tutte.

Romano Fenati: "Oggi mi sentivo a posto con la moto, già nel warm up ero stato veloce . Non sono partito benissimo ma mi stavo divertendo e guidavo davvero forte. Poi una staccata anticipata del pilota davanti a me mi ha costretto ad andare largo. Ho perso tante posizioni e la speranza di riagganciare i primi. Ho continuato comunque a girare fortissimo, sfruttando al meglio le qualità della mia Kalex. Certo, se partissi meglio penso che non sarebbe un problema stare con i primi". 

Tony Arbolino: "La giornata era partita bene, avevo girato forte nel warm up e mi sentivo pronto per la gara anche con le gomme hard. I primi giri ero veloce e ne avevo più degli altri, ma poi ho cominciato a sentire il posteriore scivolare gradualmente. Questo mi ha tolto un po' di feeling e non sono più riuscito a stare davanti. Peccato ma vediamo di sistemarci per la prossima gara".


© Riproduzione riservata

Commenti (1)

Pcelito 15 Luglio 2018 17:55

Dai Romano continua cosi e non mollare, vedrai che prima o poi i risultati arriveranno, la stoffa c'è !


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni