Profili social: di successo non ridondanti

Redazione Picenotime

02 Agosto 2018

Molte persone che pubblicano consigli su come pubblicare profili social di successo ripetono quasi alla nausea il mantra del regolare aggiornamento dei messaggi. Non stiamo parlando di una leggenda metropolitana, ma di una realtà: il pubblico tende a prediligere i profili, personali o aziendali poco importa, che offrono contenuti nuovi ogni giorno. Certo, questo non significa che si possa infarcire il nostro profilo con la stessa notizia ogni giorno, o con anche con la piaga degli ultimi mesi, che è il tormentone del buongiorno.

Sfruttare al meglio l’augurio mattutino
Chiariamo la questione, augurare il buon giorno ad amici e clienti ogni mattina può essere un gesto molto carino. Lo è di meno se si pubblica ogni giorno la medesima immagine, magari solo cambiando leggermente il colore dello sfondo. Meglio piuttosto rivolgersi a qualche sito con immagini di qualità, in grado di offrirci un’ampia gamma di immagini belle e piacevoli, che rendano l’augurio veramente un bonus, non un malus. Ogni tanto all’augurio si può anche allegare una notizia del giorno; ad esempio, se si tratta di un profilo aziendale, è bene sfruttare il classico messaggio di buon giorno per promuovere un prodotto, o per annunciare una particolare svendita.

Messaggi interessanti
Pubblicare con regolarità non significa quindi diminuire la qualità dei contenuti che si inseriscono sul nostro profilo social. Quindi è sempre bene attirare le persone, magari con una proposta particolarmente interessante ed esclusiva. Per mantenere alto l’interesse dei lettori è anche possibile creare una sorta di storia “a puntate”, in modo da costringerli a leggerne la fine il giorno successivo. Oltre a questo è sempre bene controllare l’ortografia e la qualità del materiale utilizzato, evitando cadute di tono o di stile.

L’importanza delle immagini
Diverse ricerche in merito hanno dimostrato come il metodo migliore per attirare nuovi appassionati di un profilo social consista nell’utilizzare molte immagini, soprattutto se tratte dalla natura. Appare infatti chiaro come il cervello umano riesca a decodificare le immagini con grande rapidità, mentre per la parola scritta ci voglia molto più tempo. Se l’immagine non è piacevole, spesso l’utente di internet non si preoccupa neppure di leggere le scritte che vi si trovano al di sotto, ritenendole in partenza poco interessanti. Invece l’immagine di un coniglietto può riuscire a veicolare anche un messaggio triste, o particolarmente toccante, in modo del tutto sicuro. Le immagini dovranno essere di proprietà, o comunque prive di copyright, soprattutto nel caso di un profilo internet aziendale; questo perché in caso contrario si rischia che il materiale venga rimosso dal social, o addirittura che il l’autore delle immagini ci denunci per violazione dei diritti d’autore. In caso di un’azienda si tratta di una denuncia abbastanza grave, anche perché l’autore del materiale può richiedere parte del guadagno ottenuto in modo indebito utilizzando la sua immagine. Nel caso in cui si utilizzino immagini con persone, anche dipendenti dell’azienda ad esempi, è sempre consigliabile avere il loro consenso all’utilizzo delle fotografie, perché in caso contrario si può essere denunciati per violazione della privacy.



Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni