Avellino escluso dalla Serie B, la rabbia dei tifosi e le lacrime di capitan d'Angelo

Redazione Picenotime

01 Agosto 2018

Angelo D'Angelo a Roma

Il capitano dell'Avellino Angelo D'Angelo è scoppiato letteralmente in lacrime nel pomeriggio di ieri all'uscita della sede del Coni dopo che il Collegio di Garanzia ha respinto il ricorso del club irpino avverso l'esclusione dal prossimo campionato di Serie B. Alla squadra campana ora resta solamente la difficilissima pista del Tar del Lazio, nel frattempo è tanta la rabbia del centrocampista biancoverde (presente a Roma al pari dell'esperto bomber Luigi Castaldo) e di tutti i tifosi dei Lupi.



© Riproduzione riservata

Commenti (10)

Ascoli 78/79 01 Agosto 2018 13:37

Dopo 30 anni, giustizia è fatta: onore a Carletto Mazzone!!!


asnkvola 01 Agosto 2018 14:47

Ascoli 78/79 hai perso un'occasione per stare zitto,il dolore dei tifosi si rispetta,poteva capitare all'Ascoli e sinceramente il tuo commento mi urta come urta ad ogni sportivo.


Maury 01 Agosto 2018 15:39

Sono un tifoso dell'hellas , sportivo e non razzista , sono molto dispiaciuto per quello che ė successo alle 3 soscietà storiche di serie B.L'unica cosa che posso dire e augurare a tutti una pronta risalita.


Ascoli 78/79 01 Agosto 2018 16:11

asnkvola, tu perdi più e più volte, anzi in continuazione, l'occasione di stare zitto ...
Io rispetto le tifoserie che ci rispettano e che meritano tutti gli onori: Foggia, Cesena, Salernitana: tra queste non c'è quella dell'avellino ... tu sei libero di pensarla come vuoi, e magari anche di tifare la Samb, ma prima di criticare (senza capirci granché di calcio: magari cambia sport ...), vatti a leggere un po' di storia del glorioso Ascoli Calcio 1898, vatti a guardare che cosa fecero a Carlo Mazzone, ad Avellino, nel campionato 83-84 ... Leggi, leggi e, soprattutto, cerca di capire (cosa già più difficile) la nostra Storia!!


Luca (AP) 01 Agosto 2018 17:18

La storia dell’Avellino è indissolubilmente legata a quella dell’Ascoli, del Cesena, del Pisa e di altre piccole realtà che hanno saputo affrontare, talvolta anche insieme, le grandi società metropolitane, facendole pure spesso soffrire. Mi dispiace e spero loro, sportivamente, di uscire presto da questo incubo.


asnkvola 01 Agosto 2018 18:12

Continui a perdere occasioni per stare zitto,a me poco importa quello che fecero a Mazzone 30 anni fa,Mazzone è solo una parte della storia dell'Ascoli,quello che succede sul campo è sempre legittimo,quello che succede fuori dal campo non lo è mai,non si gioca con i sentimenti dei tifosi,in questi momenti un vero tifoso si dispiace,altri soggetti che non apostrofo perchè non mi passerebbero il messaggio godono,di questi soggetti ne facciamo volentieri ammeno.


Aniello Liguori 01 Agosto 2018 19:44

Buonasera,
Sono della provincia di Napoli ma comunque mi dispiace vedere squadre gloriose almeno quanto l Ascoli stare in queste situazioni.
Sempre Forza Ascoli
Aniello da Napoli


Mirko 01 Agosto 2018 23:00

Rispetto massimo per le tifoserie che si trovano a vivere queste tragedie però non dimenticate che noi sono anni che soffriamo il fatto di essere onesti mentre altre squadre hanno vissuto al di sopra delle proprie possibilità e della legge. Quindi non posso che rallegrarmi perchè giustizia è stata fatta!


Panzer 02 Agosto 2018 15:57

andassero in serie zeta


mirko 04 Agosto 2018 12:13

ma quale giustizia è fatta... avellino escluso per un cavillo burocratico ... l'unica società che ha fatto davvero cose scandalose verrà soltanto penalizzata ..... prima di parlare sintonizzatevi con questi creiteri tutte le squadre rischiano di vedewr vanificati i risultati ottenuti sul campo


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni