Serie B, Balata risponde duramente a Gravina: “Non sono libero? Vero, rispondo solo ai miei 19 club”

Redazione Picenotime

22 Agosto 2018

Mauro Balata (Sportface.it)

"Ha perfettamente ragione il presidente Gabriele Gravina quando dice che non sono libero. Io, infatti, da nove mesi, rispondo e risponderò sempre a tutti e 19 i miei presidenti dei club associati alla Lega B". E' la risposta di Mauro Balata alla conferenza stampa e alle dichiarazioni del numero uno della Lega Pro. 'Allo stesso modo lui mi sembra particolarmente distratto dalla politica federale, tanto da trascurare  i problemi concreti e atavici del sistema calcio".​

Ecco quanto dichiarato oggi in conferenza stampa il presidente della Serie C Gabriele Gravina: "Come ho già preannunciato giorni fa oggi è stato deciso dall'assemblea all'unanimità che il calendario verrà presentato l'8 settembre, qualche ora prima verranno formati i gironi. La settimana successiva ci sarà il via al campionato. Credo che serva lucidità quando si analizzano le cose. La Lega Pro non è mai stata contraria alla riforma dei campionato tanto che siamo l'unica lega che ha dimezzato i propri organici per una scelta di politica federale. Siamo passati da 118 a 60 società. Siamo coscienti che si debba fare qualcosa, ma serve un qualcosa che riguarda tutti i campionati. Dalla Serie A alla Serie D perché facciamo tutti parte dello stesso sistema. Siamo concordi ad un percorso condiviso per un progetto credibile che faccia una sintesi di tutte le componenti. Mutualità? Abbiamo ricevuto una comunicazione dalla A, i conti non tornano e abbiamo chiesto delucidazioni a Fabbricini. Ancora non abbiamo avuto risposta, ma qualcuno ce la dovrà dare. I problemi sono sotto gli occhi di tutti. Alcune società lavorano da due mesi e non hanno certezze sul lavoro svolto. Non è vero quanto affermato dal commissario Fabbricini che non ci preoccupiamo dei tifosi, che vanno rispettati con comportamenti e non con annunci e sport. Gli spettatori sono le vittime. Non c'è la possibilità organizzativa, è penalizzata tutta l'attività di marketing e di comunicazione. Oggi sarebbe dovuto essere un giorno di festa, invece no, non possiamo farlo partire il campionato. Non mi piace vedere i miei presidenti con la testa bassa. Il presidente del CONI non lo sento da diversi mesi. Il mio interlocutore è Fabbricini, l'ho sentito ieri mattina per la comunicazione di un comunicato sulle fideiussioni. Faccio fatica a dialogare con Balata. Non puoi pensare di prendere un provvedimento senza avvisare una Lega del sistema. Un'altra cosa sono le seconde squadre, oggi dice che no nel vuole ma quando ne abbiamo discusso eravamo tutti presenti. Perché non ha parlato li? Andiamo compatti con il nostro candidato Abete. Vogliamo votare. In Italia c'è il problema di come si utilizzano le risorse. Una società sa le risorse che ha a disposizione, bisogna gestirle bene per non arrivare al fallimento. Mercato? Ho chiesto proroga per farlo durare fino al 31 agosto. Ho fatto anche una richiesta che è anche una provocazione alla FIGC: di portare a sette le promozioni in Serie B in caso di mancati ripescaggi. Sono però sicuro che la mia richiesta cadrà nel vuoto perché il Collegio di Garanzia il prossimo sette settembre riporterà la B a 22 squadre".



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni