Ascoli Calcio, il punto del segretario del settore giovanile Marucchi al via della nuova stagione

Redazione Picenotime

06 Settembre 2018

Gianmarco Marucchi

Il segretario del settore giovanile dell'Ascoli Calcio Gianmarco Marucchi, entrato in Società nel 2010 come collaboratore e, dalla scorsa stagione, abilitato anche come direttore sportivo, ha rilasciato un'intervista sul profilo Facebook ufficiale del club bianconero.

Gianmarco, a pochissimi giorni dalle prime gare ufficiali che vedranno gli Under 15 e gli Under 16 impegnati a Foggia e gli Under 17 affrontare gli stessi satanelli tra le mura amiche, quali sono le prerogative vi siete posti?

Domenica inizieranno ufficialmente i campionati e, nonostante le difficoltà createsi a causa delle tempistiche del passaggio di proprietà, le prerogative sono le migliori. Negli ultimi anni il settore giovanile ha subito una profonda riforma ed i risultati ottenuti lo dimostrano. Non faccio riferimento solamente ad i risultati statistici acquisiti sul campo, come quello della primavera arrivata terza nel girone ed uscita sconfitta di misura nella finale per accedere in Primavera 1 contro l’Empoli o il secondo posto raggiunto dall’Under 17 davanti a molte formazioni di Serie A, ma anche, e soprattutto, ai tanti calciatori che adesso sono professionisti o militano in squadre di Serie A.

A tal proposito, dopo Orsolini, adesso sono in prima squadra De Angelis, Parlati e Quaranta. Quest’ultimi due, dopo aver completato il loro percorso nel settore giovanile bianconero ed aver fatto esperienza in Lega Pro, come aveva preventivato il responsabile Di Mascio, hanno la possibilità di mettersi in mostra anche in Serie B.

Sono sicuro che entrambi hanno i mezzi per disputare un buon campionato. Danilo, dopo essere stato svincolato dalla Lazio ed aver ricevuto consacrazione da difensore centrale nel campionato Primavera e durante il Torneo di Viareggio, ha trascorso un anno ad Olbia ed uno a Pistoia collezionando circa 50 presenze in Lega Pro. Samuele invece, prima di tornare ad Ascoli dopo la stagione disputata con la formazione Primavera allenata da mr. Di Mascio, con la quale ha messo a segno 7 reti, ha vestito i colori della Paganese. Per quanto riguarda Alessandro De Angelis, ascolano doc e capitano della formazione primavera fino allo scorso campionato, sta risolvendo dei problemi fisici ma senza alcun dubbio posso affermare che ha tutti le carte in regola per diventare un giocatore importante.

Per questi tre che sono rimasti a disposizione di Mr. Vivarini, altri prodotti del vivaio bianconero invece sono andati a “farsi le ossa” in Lega Pro. Ricordiamo Paolini, Venditti, Tassi, Perri, Diop…..

Sì, la società ha deciso di far crescere i propri tesserati dando loro la possibilità di confrontarsi con il calcio “dei grandi” anche in piazze blasonate come Reggio Calabria o Castellamare di Stabia. Speriamo possano fare bene per tornare il prossimo anno ad Ascoli. Tra i calciatori provenienti dal Settore Giovanile vi sono anche Andrea D’Egidio, ceduto al Pisa nella trascorsa sessione di mercato, e Manuel Manari.

Oltre a questi nomi, meritano una speciale menzione Ventola, Di Francesco e Buonavoglia, calciatori che nell’arco di soli sei mesi hanno lasciato Ascoli per approdare in squadre di Serie A.

È certamente una cosa che ci inorgoglisce e che rende merito al lavoro svolto, vedere tre ragazzi della stessa rosa essere ceduti a squadre che militano nella massima categoria. Ricordo infatti che tutti questi calciatori sono giunti in bianconero sotto la guida dell’attuale responsabile. Nello specifico, Davide Di Francesco è approdato alla Juventus durante la scorsa sessione invernale mentre Kevin Buonavoglia e Danilo Ventola sono stati trasferiti negli ultimi giorni di mercato rispettivamente a Torino e Genoa.

Nelle attuali rose quali sono i prospetti che potrebbero seguire le orme di Orsolini, Quaranta, Parlati…?

Non è semplice fare delle previsioni ma di certo nelle rose del settore giovanile sono presenti diversi prospetti che hanno la possibilità di arrivare tra i professionisti, e di questi molti sono di Ascoli o delle zone limitrofe. Basti pensare che nella formazione primavera dello scorso campionato vi erano quattro undicesimi di Ascoli ed uno di questi, Clerici, è l’attuale capitano. Ad oggi, considerata la popolazione della città, sono presenti moltissimi locali nella rosa della primavera: Clerici, Felicetti, Marini, Mattei, Mercorelli, Maurizii, Novi, Olivieri, Pulsoni, Sabatini, Scorza, Tempestilli ed Ubaldi.

Un pensiero particolare va a Mattia D’Agostino e Maurizio Cosentino che purtroppo hanno subito due gravi infortuni e saranno costretti a sottoporsi ad un intervento chirurgico per la ricostruzione del legamento crociato.

Tutti i tifosi sono inviati Domenica 9 Settembre alle ore 15:00 al CS Picchio Village per assistere alla gara d’esordio del Campionato Under 17 che vedrà impegnati i bianconeri contro il Foggia.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni