Livorno-Ascoli 1-0, Raicevic punisce un Picchio che in trasferta continua a far fatica

Redazione Picenotime

27 Ottobre 2018

Livorno e Ascoli si sfidano allo stadio "Picchi" nel contesto della nona giornata d'andata del campionato di Serie B. Toscani ancora a caccia della prima vittoria stagionale, marchigiani reduci dal successo interno di misura contro il Carpi.

Vivarini conferma il 4-3-1-2 con Perucchini ancora preferito a Lanni tra i pali. In difesa non ce la fa Brosco, i centrali sono capitan Padella e l'ex Valentini, con Laverona e D'Elia sulle fasce. Centrocampo con Casarini, Troiano e Cavion con Ninkovic sulla trequarti alle spalle di Ganz e Beretta. Lucarelli punta su un 3-5-1-1 con Mazzoni in porta e la retroguardia composta da Gonnelli, Dainelli e Gasbarro. Sugli esterni ci sono Maicon e Fazzi, in mezzo Valiani, Bruno e Rocca. In attacco spazio a Diamanti a supporto del centravanti Raicevic. Sono oltre 350 i tifosi bianconeri nel Settore Ospiti, in tribuna il patron Pulcinelli (accompagnato dai suoi famigliari) e l'azionista Ciccoianni. 


Dopo tre minuti tocco volante in area di Raicevic su servizio di Rocca, pallone out. L'Ascoli si porta in avanti e colleziona corner in serie, ci provano prima Valentini di testa e poi Padella con il destro trovando sempre le respinte dei difensori amaranto. Al 22' Livorno vicino al gol: calcio di punizione tagliato di Diamanti, sponda di Gonnelli per Gasbarro, girata in area che viene respinta involontariamente dal compagno di squadra Maicon a Perucchini battuto. L'Ascoli replica con un piazzato velenoso dalla sinistra di Ninkovic sfiorato da Beretta, Mazzoni si distende e si salva in corner. Al 38' un ispiratissimo Ninkovic serve in verticale per Beretta, Mazzoni esce e riesce a salvarsi con l'aiuto di Dainelli scontrandosi con l'attaccante bianconero, lascia correre l'arbitro Dionisi. Vengono ammoniti i bianconeri Casarini e Troiano, nelle file del Livorno giallo per l'esperto Dainelli. Nel finale di primo tempo punizione potente col mancino di Diamanti dalla lunga distanza parata con sicurezza da Perucchini. Subito dopo gli amaranto passano in vantaggio: Diamanti fa viaggiare Fazzi sulla corsia mancina, assist perfetto per Raicevic che tutto solo in area piccola batte Perucchini con l'interno piede. Sul fronte opposto altro calcio d'angolo di Ninkovic, incornata di Troiano che si perde a lato. 

Dopo cinque minuti della ripresa Lucarelli toglie uno spento Maicon ed inserisce Pedrelli. Al 51' Cross teso di Laverone dalla destra, spizza Ganz ma non ci arriva Beretta, pallone a Ninkovic che dal fondo crossa tra le mani di Mazzoni. Il Livorno risponde con uno splendido destro da posizione defilata di Raicevic che sfiora la traversa. Al 55' bel lancio di Diamanti per Valiani che arriva tutto solo davanti a Perucchini ma spedisce il pallone sull'esterno della rete. Vivarini toglie Ganz e getta nella mischia Rosseti. Al 62' Livorno di nuovo pericoloso con una botta col destro di Rocca dal limite, Perucchini si supera e devia in corner. Esce nelle file bianconere un opaco Casarini, al suo posto Frattesi. Al 69' va al tiro col sinistro Troiano in area, Gasbarro si immola e salva i suoi. Subito dopo cross al bacio di D'Elia per Beretta, tocco col destro sopra la traversa anche per l'ostruzione di un ottimo Gasbarro. Al 75' corner di Ninkovic spizzato sul primo palo da Rosseti, pallone fuori per un soffio dopo una leggera deviazione. Lucarelli toglie uno stanchissimo Raicevic e schiera Kozak, Vivarini replica con Baldini per Cavion. Ci prova Ninkovic con una punizione a giro dal vertice dell'area che pizzica l'incrocio dei pali. Un vivace Diamanti serve Kozak dalla sinistra, incornata sporcata da Valentini che sfiora l'incrocio dei pali. Al minuto 85 Ascoli vicino al pareggio: cross ben calibrato dalla destra di Ninkovic per Frattesi, colpo di testa in area piccola che viene respinto a due mani da Mazzoni. Al 90' esce il 37enne Valiani, al suo posto Agazzi. L'Ascoli non riesce a penetrare nel muro amaranto e deve archiviare la terza sconfitta in campionato, sempre in trasferta. Restano 9 i punti in classifica in vista del turno infrasettimanale al "Del Duca" contro l'Hellas Verona. Il Livorno trova invece la prima vittoria in campionato e sale a quota 5. 



TABELLINO

LIVORNO-ASCOLI 1-0

LIVORNO (3-5-1-1-): Mazzoni 6.5;  Gonnelli 6.5, Dainelli 6.5, Gasbarro 7; Maicon 5 (50' Pedrelli 6), Valiani 6.5 (90' Agazzi sv), Bruno 6, Rocca 6.5, Fazzi 6.5; Diamanti 7; Raicevic 7 (76' Kozak 6). A disposizione: Zima, Albertazzi, Parisi, Di Gennaro, Iapichino, Soumaoro, Maiorino, Canessa, Giannetti. Allenatore. Lucarelli 6.5

ASCOLI (4-3-1-2): Perucchini 6; Laverone 6, Padella 5.5, Valentini 5, D'Elia 5.5; Casarini 5 (63' Frattesi 5.5), Troiano 6, Cavion 5.5 (79' Baldini sv); Ninkovic 6.5; Ganz 5 (56' Rosseti 5.5), Beretta 5.5. A disposizione: Lanni, Bacci, De Santis, Brosco, Quaranta, Addae, Zebli, Kupisz, Ngombo. Allenatore: Vivarini 5.5

Arbitro: Dionisi de L'Aquila 6

Rete: 42' Raicevic


© Riproduzione riservata

Commenti (38)

Giuseppe da cagliari 27 Ottobre 2018 16:56

Per i nostri sapientoni spiegatemi questa partita.
SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO


Mario69 27 Ottobre 2018 16:58

Con Bellini e gente varia ci si salvava all'ultima giornata con questa dirigenza saremo già retrocessi almeno da 5 o 6 giornate, x carità proprio... na vrgogna


GIA'54 27 Ottobre 2018 16:58

se Addae non gioca neanche questa partite .........


CAMBIARE 27 Ottobre 2018 16:59

Finalmente dopo 29 mesi è arrivato Vivarini a Livorno a farli vincere, squadra assolutamente senza gioco ad eccezione ne degli spunti di Ninkovic, assolutamente non coadiuvato, da solo nel deserto.
Presidente svegliaaaaaasaaaaaaaaaaaa
Urge cambio del condottiero, l'esercito non ha una guida. Capiscioni svegliaaaaaaaaaaaaa


Andrea Faina 27 Ottobre 2018 16:59

Dopo i cadaveri del Perugia abbiamo resuscitato anche quelli del Livorno che non avevano mai vinto. Continuiamo cosi' a non saper giocare in trasferta. Le ns. Occasioni le giochiamo senza convinzione. Agli altri basta un cross in area (dal fondo dove noi non andiamo mai) per vincere la partita. Ardemagni sbrigati a rientrare perche' a giocare in 10 ogni volta facciamo fatica.


bianconero ascolano for ever 27 Ottobre 2018 17:02

Dopo questa altra sconfitta (per giunta ottenuta contro una squadra penultima in classifica e in piena crisi) ormai si è bello che capito che, nonostante i proclami entusiastici di patron Pulcinelli , dobbiamo prepararci a vivere l'ennesimo anno di sofferenza


asnkvola 27 Ottobre 2018 17:04

Ninkovic predica nel deserto,palle goal distribuite a tutti e tutti sbagliano davanti alla porta,rigore netto su Beretta non concesso,Padella è ora che va in panchina,la coppia Valentini-Brosco da più garanzie,Frattesi non è Clemenza e si vede,Beretta non è Monachello e si vede,Ganz fa solo presenza,Casarini impalpabile ,non si capisce come lui gioca e Addae no,per il centrocampo fisico ci vuole Addae,il gioco mi piace ma il tecnico deve capire che a noi tifosi ci piaciono più i punti,col Verona mi auguro che giochi Baldini titolare al posto di Ganz,poi titolare Addae a posto di Casarini e infine Brosco a posto di Padella.....Non si puó rimettere in gioco l'ultima in classifica,adesso il Verona in casa è il peggiore degli avversari,fuori le cosiddette punto e basta.


JOE RICCI HAMILTON CANADA 27 Ottobre 2018 17:05

MAMMA MIA COSMI WERE ARE YOU


Moroni 27 Ottobre 2018 17:05

Senz’anima! Pulcinelli bagnati, altro che leoni. Vivarini rifletti sull’opportunita’ di perseverare in questa deprimente pantomima Senz’anima! Pulcinelli bagnati, altro che leoni. Vivarini rifletti sull’opportunita’ di perseverare in questa deprimente pantomima. .


ascoli club bs 27 Ottobre 2018 17:12

Quando mettete Addae? Sopratutto in trasferta....


Ceascu 27 Ottobre 2018 17:12

Vivarini non sa scegliere la formazione migliore ad Empoli lo hanno cacciato per questo .L'ex foggiano quando segna?Addae perché non gioca ,e Rossetti al posto di Ganz? Vattene via non puoi allenare in serie B


Amedeo 27 Ottobre 2018 17:14

Perdere una partita ci sta' .....quello che non va' sono le dichiarazioni di pulcinelli ......abbiamo una squadra per puntare su play off ......no caro presidente l'Ascoli e' sicuramente una squadra superiore agli anni passati , ma al massimo puo' puntare meta' classifica , se il Livorno e' una squadra che non ha mai vinto e con un gol a fine primo tempo porta a casa la gara qualcosa vorra' pur dire......modestia presidente pulcinelli modestia


vincenzo 27 Ottobre 2018 17:15

Non abbiamo giocato male ma in trasferta qualcosa non va, soprattutto in attacco, quando torna Ardemagni??


Giuliano 27 Ottobre 2018 17:16

Non mi è piaciuta affatto la partita fuori casa continua a fare partite scarse e non convincenti,Vivarini compreso ....


Max 27 Ottobre 2018 17:24

MAX. Lillo e ......compagnia bella
Dove siete ? Visto che bella sconfitta ?
Ridateci Cosmi


Abbasso i pesciari 27 Ottobre 2018 17:27

Da oggi in poi ci possiamo chiamare missionari ,visto che regaliamo punti a tutte le nostre dirette avversarie ,spero nel ritorno di Cosmi sono stufo di Vivarini fa il frate indovino non sa che squadra mette in campo non capisce che gli avversari non sono tutti uguali


Luciani 27 Ottobre 2018 17:28

Il difensore dell'Ascoli si è spostato per far segnare Racivecic.
Vergognoso


ALAN 27 Ottobre 2018 17:29

Difesa ballerina con l’equivico del portiere, centrocampo buono per la serie B, attacco inesistente, se rientra Ardemagni quasi inesistente...!!! Cmq meglio di bellini è sempre!..... Io richiamerei Serse Cosmi che è ancora libero e chiedere Cacia al Novara!!!.. PozzaIbbe’..... Forza ASCOLI sempre...


MARIO78 27 Ottobre 2018 17:31

Squadra inguardabile alcuni giocatori non devono scendere in campo


Ceascu 27 Ottobre 2018 17:33

Pulcinelli non ha colpe ,il colpevole e' Vivarini che col materiale che ha perde con una squadra decisamente inferiore con la saccenza di un condottiero che non si può permettere .Addae in panchina e' un delitto ,Pulcinelli spiegagli bene la gestione del personale a disposizione ,che purtroppo non ha nel suo DNA


Dario 27 Ottobre 2018 17:36

Addae a posto di Casarini. Secondo me l'abbiamo persa a centrocampo.


Tony 27 Ottobre 2018 17:40

Calma ragazzi. Lo scorso anno con squadre come il livorno...perdevano giocando pure in casa. Non abbiamo giocato bene, ma se entrava la palla di ninkovic non avremmo rubato proprio nulla. Vivarini ha fatto vedere a Foggia, col Carpi e parzialmente oggi che ce la giochiamo con tutte. Solo tre punti, e’ vero ma erano due partite fuori e una in casa contro tre squadraccie da viva il parroco che non lasciano giocare. Tre reti fatte, tre subite e tre punti. Io dico che gia’ contro l’hellas possiamo vedere di che pasta siamo fatti. Bisogna crederci. Rispetto all’anno scorso siamo sicuramente meglio, e il calcio di Vivarini sia per preparazione che per necessita’ di automatismi da i frutti con un pochino di pazienza. Questi tre match nel complesso sono un segnale incoraggiante. Serve pazienza.


Roberto74 27 Ottobre 2018 17:47

Vivarini mi aspetto le sue scuse a tifosi e dirigenza e le sue dimissioni stasera stessa ! Ancora con Addae in Panchina e Casarini Titolare, ancora in attacco Ganz. Dopo l'infortuinio di Ademagni si doveva cambiare modulo, magari spostando Ninkovic davanti come punta, anche se rende sicuramente meno, rinforzando il centrocampo, reparto che ancora è alla totale improvissazione ! Il gioco non si vede, palla a Ninkovic e pozza i beè ! Così i play off ce li sogniamo sarà difficile salvarci !


Giovanni 27 Ottobre 2018 17:49

Quando Addae lo tieni in panchina e fai giocare Casarini, quando entra Rosseti col numero 10, capisco perché l'Empoli ti ha cacciato


Axel 27 Ottobre 2018 17:51

Non eravamo fenomeni prima tantomeno adesso. Vivarini discutibile in tutti i sensi. Scelte di formazione incomprensibili. Ganz, Frattesi, Padella non pervenuti come sempre,Beretta fumoso come al solito. Mah.


PRENESTINO BIANCONERO 27 Ottobre 2018 17:52

Finora ci eravamo espressi meglio fuori casa: a Salerno e Foggia pur conquistando un solo punto, avevamo giocato a calcio. Oggi, con l'ultima in classifica, neppure quello!


Giovanni Gennaretti 27 Ottobre 2018 18:14

Stiamo alle solite, cambiano i musicanti ma la canzone è sempre la stessa, quando arriviamo noi, ci aspettano come la manna dal celo, Bellini o no sono cinque anni che non si gioca, una squadra normale su cinque tiri in porta fortuiti uno lo manda dentro, con tutta questa carenza di gioco e di uomini Addae x principio o x disciplina sta sempre fuori, ma continuo a sentire elogiarsi fra giocatori, Perugia, Foggia, Livorno, potenzialmente erano tutti pareggi, domanda l'amalgama dovrebbe essere stata acquisita, risposta a m.m. ma che caxxo de squadra continuo a vedere? Sig. Vivarini con questa media andiamo in serie C gia a gennaio, quanto ci vuole ancora x tirare fuori le paxxe?


Albardialbissola 27 Ottobre 2018 18:17

Sconfitta meritata
Atteggiamento sbagliato...se non giochiamo alla morte gli scontri salvezza ed ogni partita non andiamo lontano
Ci vuole un bagno di umiltà per squadra e tifosi (in settimana ne ho sentite talmente tante che sembrava scontata la vittoria)
Ora ripartiamo perché possiamo far punti sia con Verona che Benevento


alberto da monza 27 Ottobre 2018 18:20

via vivarini ... punto e basta


the punischer 27 Ottobre 2018 18:22

mi cadono le braccia
gia siamo retrocessi secondo gli eminenti pareri de sti fenomeni da baraccone??
ma andate a coltivare i vari terreni vicini che è meglio che togliete braccia all'agricoltura
x fortuna che non siete voi i veri tifosi del picchio


Darius 27 Ottobre 2018 18:34

Mi dispiace perdere, poi perdere contro il Livorno senza fare un tiro in porta è ridicolo. La squadra non ha carattere, gli altri picchiano duro e noi siamo soli capaci di lamentarci e prendere cartellini gialli inutili. Purtroppo prevedo un cammino pieno di ostacoli considerando che non abbiamo ancora incontrato le squadre più forti. Ganz non è un giocatore capace di affrontare un campionato così duro e lasciarlo in campo equivale a giocare in inferiorità numerica. In definitiva darei all'allenatore altre 3/4 partite, cominciando a cercare un allenatore capace di dare una svolta sia tecnica che caratteriale.


Mand'ma' 27 Ottobre 2018 18:38

Ho sempre sostenuto che questo condottiero non ci sa fare. Era meglio Petrone.......!!!!! Diciamo che questo qui ne azzecca una su tre.....Sarà un buon preparatore. ....ma!...sicuramente non uno stratega.Come si fa a mettere in campo due suggeritoti (percosì dire)e nessun interdittore? Il calcio è per chi ha le p...e


Mark74 27 Ottobre 2018 18:48

Le partite passano la squadra è sempre la stessa, fatica a costruire, al massimo 2-3 azioni pericolose a partita e appena viene un attaccato un po’ va in difficoltà.
La cosa da migliorare subito è la fase offensiva ma ci vogliono almeno 3-4 giocatori di categoria se vogliamo fare qualcosa di “importante”. Sinceramente il salvarsi in serie B non mi entusiasma affatto, tutt’altro!!!
Per quanto dobbiamo ancora sopportare campionati come questi???


Roby 27 Ottobre 2018 22:50

Siete vergognosi voi che scrivete! Sempre contro Vivarini, sempre a proclamare Cosmi(che comunque non ha salvato lui l'Ascoli... bensì l'Entella se ricordate il ritorno dei play out) che aveva giocatori più d'esperienza rispetto agli attuali. Fatela finita, siete ridicoli. Fatela a Comi questa squadra, con gli stessi identici giocatori... poi ne riparliamo.... vorrei vedere. E poi sempre Addae:negli anni passati lo insultavate per le espulsioni, o per le sue amnesie...... adesso lo inneggiate come fosse Ronaldo. Volete la testa di Vivarini? Metteteci Mourinho, tanto pure lui contestereste.


LOLLO57 28 Ottobre 2018 01:38

Sono d'accordo con Roby a me non sembra che Vivarini sia così scarso. Di più penso che chi parla di play off sopravvaluta questa squadra. Per puntare ai play off ci vuole un portiere saracinesca, ci vuole un altro attaccante che affianchi Ardemagni in grado di fare almeno una decina di gol. La squadra vale grosso modo i punti che ha al massimo ne possono mancare uno o due. Comunque così com'è è in grado di salvarsi agevolmente e dopo quello che abbiamo passato in questi anni per questo campionato a me basta


Andrea 1898 28 Ottobre 2018 01:46

Perche valentini si è spostato sul cross dal fondo? Era in traiettoria col pallone e bastava rimanere fermo x respingere. Misteri, poteva intervenire anche perucchini in area piccola, era leggibile il cross. Sono io che vedo altre cose?


Andrea 1898 28 Ottobre 2018 04:47

Cosa aveva da ridere valentini x tutta l'intervista? Sul gol si è scansato, era in traiettoria con il cross. L'avrebbe presa stando fermo. Ma, non saprei!...forza picchio sempre!


Obbiettivo 28 Ottobre 2018 14:53

Con questi giocatori in trasferta
Suggerisco cambio modulo visti
I pessimi risultati ....Vivarini:
U s a t e. Il. 4-5-1 -naturalmente
Sempre con Adde......in mezzo
Al campo.....e forse visto la carenza offensiva gli ultimi minuti
Farei giocare Adde "" C e n t r a l e
O f f e n s i v o.......si può vedere
Delle belle........con sorpresa......


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni