Benevento, Bucchi: “Avrei preferito giocare a La Spezia. Ascoli molto fisico e compatto”

Redazione Picenotime

02 Novembre 2018

Cristian Bucchi (Beneventocalcio.club)

L'allenatore del Benevento Cristian Bucchi ha presentato in conferenza stampa la gara interna con l'Ascoli valevole per l'undicesima giornata del campionato di Serie B.

"Avrei preferito giocare martedì a La Spezia, abbiamo fatto un viaggio lungo e non siamo riusciti ad allenarci a causa del maltempo. Abbiamo perso 2/3 giorni di lavoro. Magari sarebbe stato meglio vincere a La Spezia e poi sulle ali dell'entusiasmo affrontare l'Ascoli. La squadra di Vivarini ha giocato ed è stata brava a vincere con il Verona, arriverà qui con il morale a mille, sarà una bella partita tra due squadre che stanno bene e che hanno voglia di continuare il proprio percorso. Noi abbiamo bisogno di continuità di prestazioni e di punti - ha dichiarato Bucchi -. Maggio e Letizia sono recuperati, chi convoco è sempre disponibile ed utilizzabile, quanto lo decidiamo in sede di preparazione della gara. Se avessimo giocato a La Spezia ci sarebbero stati dei cambiamenti nella formazione, ora le valutazioni sono state fatte miratamente verso l'Ascoli lavorando su un assetto base in una settimana tipo seppur atipica. Non vuol dire che giocheranno sempre gli stessi ma come ossatura vogliamo dare un continuità ad un gruppo, poi ci sarà spazio per tutti nel corso di un campionato lungo e dispendioso. L'Ascoli è un avversario difficilissimo, è una squadra molto fisica e compatta, che sa fare tanta densità. Se il campo dovesse essere pesante potrebbero avere qualche vantaggio proprio perchè potrebbero portare la gara sul piano fisico. Sfruttano molto i calci piazzati, curano tanto questo aspetto ed il 70% dei gol li hanno realizzati da azioni da corner o punizioni. Con noi si giocheranno qualcosa di importante, dovremo avere le antenne drittissime, sarà una gara con grandi pericoli e dovremmo essere noi bravi a condizionare l'atteggiamento dell'Ascoli, se saranno costretti a difendersi vorrà dire che noi attaccheremo bene. I miei ricordi dell'esperienza da calciatore ad Ascoli? Della prima parentesi ho ricordi straordinari, feci tanti gol e vincemmo il campionato inaspettatamente, regalando alla città il ritorno in Serie A dopo tanti anni. Nella seconda parentesi ho avuto invece due infortuni brutti, alla caviglia ed al ginocchio. Fu un anno difficile, con tanti punti di penalizzazione, stava iniziando il declino della società guidata da Benigni. In quel caso la minestra riscaldata non fu tanto digerita. Ninkovic? E' il cuore del loro gioco, ha colpi importanti ma non è l'unica fonte del loro gioco. Hanno due attaccanti forti come Ganz e Beretta bravi ad attaccare lo spazio, hanno centrocampisti di gamba come Frattesi, Casarini e Cavion, davanti alla difesa hanno un elemento di esperienza e fisicità come Troiano e poi possono vantare una retroguardia solida". 


CLICCA QUI PER VIDEO CONFERENZA STAMPA BUCCHI PRE GARA

CLICCA QUI PER ELENCO CONVOCATI BENEVENTO PER GARA CON ASCOLI


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni