Padova, Bisoli non sarà in panchina contro l'Ascoli. Al suo posto Foscarini

Redazione Picenotime

06 Novembre 2018

Claudio Foscarini

Dopo la convulsa giornata di ieri caratterizzata da un duro confronto tra dirigenti, allenatore ed alcuni giocatori, il Padova ha deciso di cambiare pagina a pochi giorni dal match contro l'Ascoli allo stadio "Del Duca". E' stato infatti ufficializzato l'esonero di Pierpaolo Bisoli, che ha raccolto 8 punti nelle prime 11 giornate del campionato di Serie B. Al suo posto arriva il 60enne Claudio Foscarini, ex di Cittadella (dove è stato per 10 anni allenatore della prima squadra), Pro Vercelli ed Avellino.

Ecco il comunicato ufficiale del club veneto: "Il Calcio Padova informa che nella mattinata di oggi la Società biancoscudata ha sollevato dall’incarico il tecnico della prima squadra Pierpaolo Bisoli a cui va il ringraziamento della Società per quanto fatto nella passata stagione e gli auguri per il prosieguo della carriera sportiva.

Il Calcio Padova informa inoltre che la Società biancoscudata ha affidato la guida tecnica della prima squadra a Claudio Foscarini che ha sottoscritto un accordo fino al termine della stagione sportiva 2018/2019.

Claudio Foscarini è nato a Riese Pio X (Treviso) il 19 novembre 1958.

Da giocatore ricopre il ruolo di centrocampista iniziando la carriera nel Montebelluna, con cui esordisce in prima squadra e disputa cinque stagioni in Serie D. Nell’ottobre 1979 viene acquistato dal Treviso in Serie C. Dal 1981 al 1984 gioca per l’Atalanta in Serie C1 e in Serie B, collezionando 60 presenze ed una rete. Durante il mercato invernale della stagione 1983-1984 viene ceduto al Campania. Del 1984 al 1986 gioca al Piacenza dove vince la Coppa Anglo-Italiana nel 1986, segnando 3 reti in 60 partite di campionato. Nel 1986 viene ceduto alla Virescit Boccaleone, squadra con la quale milita per cinque stagioni (145 presenze tra Serie C1 e Serie C2) e conclude la carriera nel 1991 per intraprendere la carriera da allenatore.

Inizia la carriera da allenatore nel 1991 e fino al 1993 allena le giovanili del Virescit Bergamo. Nella stagione 1993-1994 allena la Stezzanese in Eccellenza per passare poi nella stagione 1994-1995 al Verdello nella stessa categoria. Nel 1995 torna al settore giovanile del Alzano Virescit dove nel 1997 viene promosso allenatore della prima squadra. Con i lombardi comincia un sodalizio (che terminerà nel 2001) che lo vedrà vincere una Coppa Italia Serie C nel 1997-1998 e ottenere una storica promozione in Serie B nel 1998-1999. L’anno successivo non riesce ad ottenere la salvezza in serie cadetta e ritorna in Serie C1. Nel 2001-2002 siede sulla panchina del Rimini in Serie C2 dove perde i play-off contro la Sambenedettese. Nel 2003 passa al Cittadella dove diventa allenatore delle giovanili. Nella stagione 2005-2006 viene promosso alla guida della prima squadra militante in serie C1 e nella stagione 2007-2008 ottiene la sua seconda promozione in Serie B tramite playoff sconfiggendo in finale contro la Cremonese. Nella stagione di Serie B 2009-2010 guida il Cittadella fino alla semifinale dei play-off persa poi contro il Brescia: si tratta del risultato più importante mai ottenuto dai granata nella loro storia. Il 15 giugno 2010 prolunga il suo contratto fino al termine della stagione 2010-2011, e così successivamente, di anno in anno, fino a raggiungere, con la stagione 2014-2015, il record di dieci stagioni consecutive sulla stessa panchina, e il record di 294 panchine in Serie B con la stessa squadra. Il 22 maggio 2015, al termine della partita persa contro il Perugia (0-2), che ha sancito la retrocessione, dopo sette anni in B, della squadra veneta, si dimette dall’incarico. All’8ª giornata della stagione 2015-2016 subentra all’esonerato Cristiano Scazzola sulla panchina della Pro Vercelli, guidandola al 17º posto finale in Serie B e garantendole il mantenimento della categoria. Il 15 giugno 2016 diventa il nuovo allenatore del Livorno, neo-retrocesso in Lega Pro, con cui firma un contratto annuale. Dove aver condotto la squadra toscana al terzo posto nel girone A, ai play-off, viene eliminato ai quarti di finale dalla Reggiana. Il 3 aprile 2018 rimpiazza Walter Novellino sulla panchina dell’Avellino nel campionato cadetto, conducendo la squadra alla salvezza diretta con 12 punti conquistati nelle 9 giornate sotto la sua guida. L’11 giugno 2018 annuncia la decisione di lasciare la squadra biancoverde; l’Avellino non si iscriverà successivamente al campionato cadetto 2018/2019". 

CLICCA QUI PER PRIME DICHIARAZIONI FOSCARINI DA ALLENATORE DEL PADOVA

© Riproduzione riservata

Commenti (4)

MARIO78 06 Novembre 2018 12:15

Non ci voleva ...ma vinceremo lo stesso .....aspettiamoci un catenaccio a quattro mandate


Nerio Masia 06 Novembre 2018 12:21

Foscarini ottimo allenatore, speriamo non abbia il tempo per preparare bene la partita.


Abbasso i pesciari 06 Novembre 2018 14:18

Avrei preferito l'esonero di Bisoli dopo la nostra partita forza Ascoli


Andrea 1898 06 Novembre 2018 15:51

Non è una notizia negativa x noi, secondo me. La squadra era con bisoli, verranno al del duca in confusione mentale e tattica. Attacchiamoli subito forte senza farli respirare e andra tutto come deve... forza picchio sempre!!!


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni