Truffe online in crescita: come evitare rischi

Redazione Picenotime

07 Novembre 2018

Crescono i dati relativi a truffe o tentativi di frode che portati avanti online in piena linea con l’aumentare dell’utilizzo della rete. Sono sempre più gli utenti, anche in Italia, che fanno ormai un uso quotidiano delle tecnologie multimediali: vien da sé che ad un pubblico sempre più ampio faccia da contraltare il rischio di truffe ad opera di malintenzionati (e sono tanti) che utilizzano internet come terreno per far proliferare i propri affari non propriamente ortodossi.
Andando a guardare ciò che è accaduto negli ultimi anni si evince che in Italia sono in crescita le denunce per reati informatici di vario genere
: si parla soprattutto di attacchi di phishing, ovvero invio di email fraudolente per rubare credenziali e rubare poi denaro; virus vari installati sui pc di chi naviga su un sito e che sfociano poi in una richiesta di riscatto per liberare il computer dall’infezione; le tanti frodi legate a pagamenti vari.
Sono queste ultime a destare la maggiore attenzione anche in virtù della crescita dei pagamenti che avvengono ogni giorno in rete: gli ecommerce, negozi online sono in grandissima ascesa così come i sistemi di pagamenti interamente multimediali, su tutti le criptovalute. C’è poi un settore che sta segnando numero da capogiro negli ultimi due anni, quello del trading online: si parla degli investimenti che avvengono direttamente in rete, senza intermediari, e che tanto fanno discutere nel bene e nel male. Analizzando i numeri degli ultimi periodi proprio le
truffe del trading online sono tra le più riscontrate in rete.
Come muoversi quindi quando si è in rete e come evitare truffe informatiche? Ciò che fa la differenza è sempre la soglia di attenzione e la capacità di diffidare da tutto ciò che sembra troppo conveniente: a stilare un decalogo per i consumatori è stata la stessa Polizia Postale, istituita
con decreto del Ministero dell’Interno del 31 marzo 1998 con il ruolo di vigilare proprio sulla rete.
Diffidare di tutto ciò che viene fatto passare come estremamente conveniente; fare attenzione ai metodi di pagamento promossi; informarsi sempre in rete su ciò che si sta facendo o sulla fama del portale al quale si sta per inviare un pagamento; fare massima attenzione ai propri dati personali; fare attenzione all’attendibilità dei siti sui quali si naviga dato che il rischio di infiltrazioni è sempre presente.

 

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni