Ascoli-Padova 2-3, stoppata imbattibilità casalinga del Picchio. Foscarini rilancia i biancoscudati

Redazione Picenotime

10 Novembre 2018

Ascoli e Padova tornano a sfidarsi dopo oltre 5 anni allo stadio "Del Duca" nella dodicesima giornata d'andata del campionato di Serie B. I bianconeri, che festeggiano il 120esimo compleanno, sono reduci dalle vittorie in serie contro Verona e Benevento, i biancoscudati invece hanno affidato la panchina a Foscarini dopo il pareggio interno a reti bianche con il Cittadella.

Vivarini conferma la stessa formazione vincente a Benevento con Perucchini tra i pali e la retroguardia formata da Laverone, Brosco, Valentini e D'Elia. In cabina di regia capitan Troiano affiancato da Addae e Frattesi con Ninkovic alle spalle di Beretta e Ngombo. Modulo speculare per il Padova, con Perisan in porta e la difesa composta da Cappelletti, Capelli, Trevisan e Contessa. A centrocampo ci sono Broh, Pinzi e Mazzocco con Minesso sulla trequarti a supporto delle punte Capello e Bonazzoli. 

Prima dell'inizio del match salutati gli ex calciatori bianconeri presenti in tribuna Agostini, Aloisi, Bonfiglio, Cacciatori, Camaioni, Di Venanzio, Manni, Oddi, Pierantozzi, Schicchi, Soncin e Zaini. Scendono in campo invece Giordano, Moro, Scorsa e Lorieri e soprattutto il grande Carletto Mazzone, ovazione per lui da tutto il "Del Duca" (CLICCA QUI PER VIDEO). Presenti anche il patron Pulcinelli, il presidente Tosti ed il presidente della Lega di Serie B Balata. Prima del riscaldamento la Corale 100 Torri canta l'inno dell'Ascoli composto nel 1974 dal maestro Titta. Applausi anche per i famigliari di Rozzi presenti in tribuna. Sulle note dei Well's Fargo splendida coreografia in Curva Sud: "Undici in campo ma tutti con te. Gloria per sempre sarà. 1898-2018". (CLICCA QUI PER VIDEO). Ascoli in tenuta bianconera con maglia storica "special edition" con numeri rossi, Padova in completo azzurro con rifiniture bianche. Completamente gremite Curva Nord e Curva Sud, circa 180 i tifosi patavini nel Settore Ospiti Distinti Nord-Est. 



Ascoli più propositivo in avvio, al 13' sventola da fuori di Frattesi deviata in tuffo in corner da Perisan. Poco dopo il quarto d'ora ammonito Ninkovic per proteste. Al 20' il Picchio passa con merito in vantaggio: Ninkovic si fa 50 metri palla al piede, si allarga sulla sinistra e serve un assist al bacio per Ngombo che in area piccola, d'interno destro, supera Perisan per il suo primo centro in maglia bianconera. Al 24' cross teso di Mazzocco dalla sinistra, mezza girata in area di Bonazzoli, para con sicurezza Perucchini. Al 26' arriva a sorpresa il pari del Padova: scontro a metà campo tra Addae e Laverone, i due rimangono a terra ma Mazzocco prosegue l'azione, cross al centro per Bonazzoli che tutto solo batte di testa Perucchini (proteste vibranti della panchina e dei tifosi bianconeri, pessima l'uscita dell'estremo difensore del Picchio). Poco dopo la mezzora giallo pesante per Brosco che diffidato salterà per squalifica il prossimo match col Pescara. Padova più arrembante, i tentativi di testa in serie di Mazzocco e Cappelletti non centrano di poco lo specchio della porta. Al 35' torna in avanti il Picchio, botta secca dai 20 metri di Ninkovic che si impenna sulla traversa. Al 39' puntuale traversone di Mazzocco dalla sinistra, si avvita in area Capello, bravo Perucchini a smanacciare il pallone sotto l'incrocio dei pali. Meglio il Padova nei minuti finali della prima frazione, con un Picchio appannato dopo la rete veneta. 

Sono 8416 gli spettatori al "Del Duca" per 67353 euro di incasso. Ad inizio ripresa c'è subito Casarini al posto di un Troiano non al meglio, con Addae che diventa capitano. Ascoli che fatica ad articolare azioni da gol degne di nota, match molto spezzettato. Al 57' Foscarini toglie il 37enne Pinzi e schiera Della Rocca. Spettacolare azione sulla sinistra di D'Elia, cross dal fondo per Beretta che non arriva a colpire la palla di testa in tuffo. Al 59' incredibile errore sotto porta di Beretta, che tutto solo calcia alto col destro dopo un magnifico servizio smarcante di Ninkovic. Gol mangiato, gol subito: Broh si invola sulla destra, cross teso per Capello che di testa batte Perucchini. Ninkovic prova a suonare la carica, bellissima azione personale e poi destro a giro dal limite che Perisan in tuffo devia in corner. Lo stesso Ninkovic non riesce poi a finalizzare al meglio un contropiede 4 contro 3 ben orchestrato da Frattesi. Al 66' si rivede in campo Ardemagni al posto di Beretta (qualche fischio per l'ex Foggia). C'è spazio anche per Cavion al posto di Addae, la fascia di capitano passa a Brosco. Al 72' miracolosa parata di Perisan, con l'aiuto della traversa, su un pregevole calcio di punizione a giro con il destro di Ninkovic dal limite. Al 75' Ninkovic mette il turbo, si fa 50 metri palla al piede, assist in verticale per Ardemagni, bravo Perisan a chiuderlo in uscita bassa. Al minuto 80 il Padova cala il tris con un tocco con il sinistro in area di Mazzocco su servizio basso dalla corsia opposta di Broh. L'Ascoli non si arrende e torna subito in avanti, Perisan è di nuovo strepitoso su un mancino potente dal limite di Frattesi. Sul corner seguente è Brosco a riaprire la gara con un colpo di testa da distanza ravvicinata su sponda di Cavion (terzo centro in campionato per il possente difensore centrale). Foscarini toglie un ottimo Mazzocco ed inserisce l'esperto Belingheri, altro ex. Al 94' azione personale di Ninkovic sulla sinistra, parte un tiro-cross sporcato da Capelli che diventa preda di un sontuoso Perisan. Finisce con la prima sconfitta interna del Picchio in campionato, la quarta in totale. Restano 15 i punti in classifica della squadra di Vivarini in vista del prossimo match sul campo del Pescara dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali. 



TABELLINO E PAGELLE

ASCOLI-PADOVA 2-3

ASCOLI (4-3-1-2): Perucchini 4.5; Laverone 5, Brosco 6, Valentini 5, D'Elia 5.5; Addae 6 (70' Cavion 6), Troiano 6 (46' Casarini 5.5), Frattesi 6; Ninkovic 6.5; Ngombo 6.5, Beretta 4.5 (66' Ardemagni 5.5). A disposizione: Lanni, Bacci, Scevola, De Santis, Padella, Quaranta, Kupisz, Parlati, Ganz. Allenatore: Vivarini 5.5

PADOVA (4-3-1-2): Perisan 8; Cappelletti 6.5, Capelli 6, Trevisan 6.5, Contessa 6.5; Broh 7, Pinzi 6 (57' Della Rocca 6), Mazzocco 7 (86' Belingheri sv); Minesso 6 (71' Clemenza 6); Capello 7, Bonazzoli 7. A disposizione: Favaro, Merelli, Ceccaroni, Zambataro, Serena, Chinellato, Cisco, Guidone, Marcandella. Allenatore: Foscarini 7

Arbitro: Ros di Pordenone 5

Reti: 20' Ngombo, 26' Bonazzoli, 60' Capello, 80' Mazzocco, 82' Brosco


© Riproduzione riservata

Commenti (42)

Artemisio 10 Novembre 2018 17:03

Ricordiamoci che ci dobbiamo salvare. Le feste prima della partita non vanno bene. Manchiamo di carattere. L'allenatore non mi convince


Amedeo 10 Novembre 2018 17:06

Umilta'.........questa parola sconosciuta , come di va' a dichiarare di puntare ai play off solo perche' ai vinto 2 partite , dimenticando che avevi perso contro l'ultima in classifica , umilta' presidente umilta' .......
Non siamo uno squadrone


Mario69 10 Novembre 2018 17:08

Almeno qualcuno rimette i pedi per terra.


Abbasso i pesciari 10 Novembre 2018 17:12

Grazie a tutti :primo gol del Padova regalato da ROS e Perrucchini ,secondo da Perrucchini terzo da Perrucchini ,gli asini di turno :Beretta assente ,Vivarini come al solito sbaglia i cambi. Perché togliere Troiano e Ardemagni non è entrato all'inizio del secondo tempo ,forza Ascoli e abbasso i pesciari



Renato psg 10 Novembre 2018 17:13

Possibile che dopo ogni festeggiamento puntuale arriva la sconfitta.due parole su Beretta ha detto ad inizio stagione che non era più quello del campionato che il picchio retrocedette e penso che abbia ragione perché per ora è molto peggiorato.purtroppo il picchio bello con le grandi ma brutto con le piccole.


Ceascu 10 Novembre 2018 17:13

Berretta con il monticelli può essere devastante in serie B e'nullo .Gol mangiato gol unito


Mandrillo 10 Novembre 2018 17:14

Lu padova cè fatt la festa.


randello bianconero 10 Novembre 2018 17:21

ROS scandaloso. Comunque tu giocavi 9 contro 11 (parrucchini e Beretta spettatori non paganti) e se il mister continuerà a farli giocare, prevedo un triste futuro


Karmid 10 Novembre 2018 17:22

Beretta da svendere subito in lega pro il 1º gennaio e perucchini al pineto se lo vogliono


Luigi 10 Novembre 2018 17:32

Sono due mesi che scrivo che Vivarini deve andare via. Il nostro obiettivo è la salvezza e con questo allenatore la vedo dura. Capisce poco di calcio e mi fermo qui


Artmedia21 10 Novembre 2018 17:40

Vittoria con Verona e Benevento e poi sconfitte con Livorno e Padova in cui era obbligatorio quantomeno non perdere... Questa squadra ha potenzialità ma con le squadre in fondo bisogna far punti. Avrei preferito perdere con Verona e Benevento e vincere con Padova, Livorno e Cosenza. Beretta ridicolo. Da non fargli più vedere il campo.


Ascoli calcio 10 Novembre 2018 17:43

Parrucchini scandaloso per il resto so soltanto che se beretta faceva il 2 a 1 era un altra partita


popolo della piazza 10 Novembre 2018 17:46

non eravamo fenomeni prima non siamo diventati asini una settimana dopo, peccato perche' era da tempo che al del duca non si respirava l'atmosfera che c'era
oggi ma questa è la serie b, archiviamo questa partita velocemente avanti con moderata fiducia testa bassa e pedalare,l'unico appunto al solito l capro' era meglio quando avevi smesso di commentare lascia perdere i carri dei vincitori che oltre a capirci poco come hai dimostrato spesso porti pure male


Rosca52 10 Novembre 2018 17:48

1)non si festeggia mai prima dell'incontro.2) non illudersi di avere una rosa di campioni.3) salvarsi è già miracolo.


Paolo65 10 Novembre 2018 17:52

Sconfitta immeritata, la differenza l hanno fatta i portieri.
Applausi giusti per tutti, quando non chiudi le partite......


Nazzareno 10 Novembre 2018 17:55

Per carità nessun dramna però abbiamo un problemino un porta che andrà risolto. Beretta poi è sulla stessa linea.


Ze 10 Novembre 2018 17:59

Partita regalata dal portiere. Il portiere ce lu vo buone! Spendere per quel ruolo è d'obbligo.


quinto decimo 10 Novembre 2018 18:01

Guardare avanti subito, siamo stati sfortunati, a Pescara però Lanni titolare


Luchetto 10 Novembre 2018 18:02

Senza portiere non si va da nessuna parte Perucchini imbarazzante come Beretta che più che attaccante sembra un raccattapalle.....due giocatori che in serie B non capisco come possono starci...comunque mai una gioia quando c’e’ da Festeggiare subito cadiamo ...ora concentrati sul prossimo impegno spero senza Beretta e Pericchini altrimenti il risultato è scontato.


DB 10 Novembre 2018 18:07

Oltre Ros e oltre tutto
Dobbiamo rialzarci e mettere la cattiveria come dopo la sconfitta di Livorno a Pescara
Facciamo scendere da là in cima alla classifica sti pescaresi


asnkvola 10 Novembre 2018 18:08

Partita andata come la canzone,la dura legge del goal degli 883 ,loro hanno segnato noi abbiamo mangiato prima con Beretta e poi con Ardemagni,pari divorato due volte,poi il portiere loro fa un miracolo e mezzo su Ninkovic,vabbè che dire,anche a Foggia si era visto questo,la squadra è immatura ancora ma crescerà,mi aspetto un goleador a gennaio,Ngombo migliore in campo,grande corsa e grande impegno,partita da 8 in pagella,per il resto Laverone non in giornata,la difesa poco in giornata è poco supportata dal centrocampo,Cavion deve tornare titolare subito,con lui altro piglio,comunque non ne faccio una tragedia,è andata così e pazienza,ci rifaremo.


Per sempre Ascoli 10 Novembre 2018 18:12

A prescindere dagli errori arbitrali e da quelli tattici di Vivarini (sulle fasce non andavamo e soprattutto in fase difensiva i terzini erano latitanti...), credo sia opportuno chiedersi come mai, dopo averci fatto perdere diverse partite all'inizio del campionato, Perucchini era stato messo da parte per far rientrare Lanni che, purtroppo si è infortunato; ma poi, una volta ristabilitosi Lanni, come mai continuiamo con Perucchini? Si vede che siamo autolesionisti....
E' insicuro, titubante....non può giocare in serie B in una piazza come Ascoli. Oggi, a portieri invertiti, avremmo vinto con largo margine!!!!Speriamo di non rivederlo più tra i pali a difesa della nostra porta....basta, è ora di farlo accomodare in panchina!!!Nemmeno in terza categoria si fanno errori così marchiani!


Picchio78 10 Novembre 2018 18:16

Purtroppo la partita e lo spettacolo dei tifosi non ho potuto vederlo ero fuori italia, da quello che leggo , ci si esalta dopo due partite e ci si abbatte dopo una, questa è la serie b.
Calma ragazzi, mo il mister è diventato un somaro, fino ad una settimana fa un fenomeno, raga ci vogliono le mezze misure.
Poi secondo me Lanni va rispolverato.


Massi 10 Novembre 2018 18:23

Propongo di festeggiare eventi unici con delle AMICHEVOLI....non prima di partite importanti di campionato!...Anche quest'anno sarà durissima.FORZA ASCOLI.


Giuseppe da cagliari 10 Novembre 2018 18:25

All'infuori che quando dobbiamo festeggiare ci va storto sempre, un appunto lo devo fare, il mister questa volta ha toppato, dopo uscita di Troiano non doveva far uscire addae abbiamo regalato il centrocampo. Addae doveva essere arrestato togliere un difensore, si è spaccata la squadra tra difesa e attacco ed il centro c'era praterie. Nonostante se beretta segna il 2 a 1 chissà. Cqm piedi per terra e pedalare. Grande coreografia e grandi tutti noi.


MARIO78 10 Novembre 2018 18:29

Partita strana ...oggi....abbiamo mangiato dei goal clamorosi ...troppi festeggiamenti .....ci vuole un portiere ed un attaccante forti .....


ascoli è stata durissima 10 Novembre 2018 18:35

E' andata male non è un dramma, piedi per terra e si riparte. Perucchini deve andare in panchina a parte le papere che magari 1-2 l'anno le fanno tutti i portieri è sempre insicuro.


enndalda 10 Novembre 2018 18:38

S.Antonio è più forte di S. Emidio.


PCelito 10 Novembre 2018 18:42

Abbiamo commesso errori, ma oggi il loro portiere era in stato di grazia (ha fatto come minimo 3 parate goal) e secondo me siamo stati anche un po sfortunati.
L'episodio del pareggio (2 uomini a terra con infortunio alla testa e l'arbitro non ferma il gioco ? ? ? INCREDIBILE ! ! ! !) ha condizionato la prestazione dell'Ascoli, fino a quel punto la squadra equilibrata, compatta e corta che siamo abituati a vedere, poi dopo quello che è accaduto la squadra si è disunita ed ha perso di aggressività.

Ninkovic 6.5 è uno scandalo, io gli avrei dato almeno 7,5 e solo perché ha sbagliato un goal davanti alla porta (come Beretta), ad un certo punto si è caricato sulle spalle la squadra da solo ed ha dispensato classe in tutte le situazioni di gioco.
Speriamo che a Gennaio non vada via.


Giovanni Gennaretti 10 Novembre 2018 18:45

Quinto decimo sei stato subito smentito" il Padova è nettamente più debole di noi" il pallone e rotondo, finora non abbiamo dimostrato niente, giochiamo bene con le grandi giocando umili e perdiamo con squadre alla pari di noi, incluso l'arbitro, giocando ognuno x se, Perucchini quando ci salva va benino tra le diffidenze generali, i commenti devono essere obiettivi, se non impariamo ad essere continui non andiamo da nessuna parte, così come i commenti su Vivarini nelle partite vinte ci ha fatto vedere il bel gioco, ora quasi tutti i commenti sono di mandarlo via, che si è tifosi a convenienza? Vivarini ha dimostrato di essere competente e Tale rimane x me, è la vostra euforia(x chi polemizza) nel non aver ottenuto ancora nulla che vi crea l'inobbiettivita.


ALAN 10 Novembre 2018 18:45

Squadra da salvezza un po' prima dell'ultima giornata! Brava Società che ha ricominciato da sotto zero e tardi ma non è una squadra da Diecimila spettatori!!!! Urgono un portiere "decente" ed un attaccante "che segna".... cmq Forza Vecchio Ascoli ed AUGURI per i TUOI 120 ANNI DI STORIA


Avanti 10 Novembre 2018 18:59

I soliti allenatori e il solito pesciari Luigi . Cosa c'entra Vivarini ,oggi sfortuna più il nostro portiere il loro e il solito Beretta , nulla da rimproverare alla squadra. Non vi esaltate se vinciamo ma godete se perdiamo solo per il gusto di criticare .Vergogna pesciari


Estar 10 Novembre 2018 19:02

Non mi sento di crocifiggere Beretta o Vivarini, né tanto meno sottolineerei che i cambi hanno potuto fare la differenza.........i gol li abbiamo realizzati, le occasioni le abbiamo avute (e sprecate).....il problema è solo uno ed è il portiere Perrucchini......titubante, non determinato con la difesa, esce poco dai pali, non da sicurezza alla retroguardia, indeciso nelle rimesse in gioco. La partita, che potevamo vincere ampiamente, è cambiata su quella sciagurata rimessa dal fondo (approssimativa come tante altre!!): siamo in vantaggio 1 a 0 perché rischiare con i calci dal fondo (mai uno a centrocampo(, anziché giocare palla a terra???? Comunque sono ottimista, ma è necessario trovare un portiere titolare e per adesso avanti con Lanni. Bellissimo spettacolo e splendida coreografia della sud! Ero alla nord tra tanti ragazzini e famiglie: Patron Pulcinelli continua così per mantenere questa cornice di pubblico. Vivarini spero (per noi) che tu abbia capito la lezione. Forza magico Picchio.


ARIES 10 Novembre 2018 20:41

Non sono d'accordo con alcune valutazioni in pagella! Tra parentesi i miei voti. Perucchini 4.5! ( 3) Un portiere di serie B alto quasi due metri non può farsi scavalcare da pallonetti come un debuttante. Se non è sereno si faccia sostituire! Berettaa


LORENZO CAPRO' 10 Novembre 2018 20:48

NON MI CAPACITO PER IL FATTO CHE COME SI PERDE , ESCE SISTEMATICAMENTE IL PESSIMISMO. COME FATE A CRITICARE UN MISTER BRAVO COME VIVARINI? IO NON CI POSSO CREDERE .... ABBIAMO GIOCATO UNA BUONA GARA , CONDIZIONATA DA UN ERRORE ARBITRALE CLAMOROSO E DA UN PORTIERE AVVERSARIO CHE OGGI MERITA 10. DOPO TANTI ANNI DI SOFFERENZA , OGGI ABBIAMO UNA GRANDE SOCIETÀ, UNA GRANDE SQUADRA E UN MISTER PREPARATISSIMO, AVREMO UN GRANDE FUTURO. COMPLIMENTI AL FENOMENO NINKOVIC , UN FUORICLASSE VERO E COMPLIMENTI PER LA FACCIA DI BRONZO DI FOSCARINI , FORTUNATO E POI SCORRETTO NELLE DICHIARAZIONI . UNICA PECCA LA SCARSA VENA DA GOAL DI BERRETTA E PURTROPPO LE TROPPE INDECISIONI DI PERUCCHINI. FORZA ASCOLI CALCIO


ARIES 10 Novembre 2018 20:53

Vedo che chi da le pagelle è mooooolto generoso! Io sarei più fiscale, visto che non trattasi tornei dei bar! Tra parentesi i miei voti da tifosi del Picchio nonché da conoscitore del calcio che seguo da 50 anni. Perucchini 4.5? (3) un portiere alto quasi due metri non può fare errori da principiante sulle palle alte che smanaccia! Beretta 4.5? (3) giocatore da scapoli ammogliati! Chi lo ha portato? Vivarini 5.5? (3) Se ancora non ha capito che il centrocampo senza Addae balla e con esso anche la difesa, allora smetta di fare il mister! Designatore arbitrale? ZERO! Da quando c'è costui noi subiamo sistematicamente arbitraggi vergognosi. L'arbitro di oggi non ha fermato il gioco dopo uno scontro tra giocatori con impatto delle teste! Arbitraggio vergognoso anche x altre decisioni cervellotiche con ammonizioni totalmente errate! Da torneo delle contrade!


Massera 10 Novembre 2018 20:58

Ho sempre amato l'Ascoli e lo vedo da prima che venisse il mediano Mazzone. Pochi allenatori scarsi...quello di quest'anno............ dove lo hanno preso. Portieri scarsi ce ne sono stati ma questo è imbarazzante. ...forse non è il suo anno..... ma il tempo passa.... Non so chi è meglio tra Beretta e Ganz...
Sicuramente era più forte quello che abbiamo dato all'Alessandria....Il centrocampo senza Troiano ..... Urge un portiere (Agazzi) anche usato ed un attaccante.....ne diamo indietro due




alessandro 10 Novembre 2018 23:11

Partita che non abbiamo giocato male, a portieri invertiti finiva 5-1 per noi, non scheriamo, la squadra c'è, e con Ardemagni ora non si scherza piu!


Albardialbissola 11 Novembre 2018 00:49

Sconfitta immeritata dovuta più a errori nostri che meriti loro
Un altro salto di qualità mancato...vuol dire che al momento non siamo strutturati per altri traguardi
Guardiamo avanti con fiducia perché la squadra è viva e oggi ha prodotto anche molto in fase di attacco


peppe 11 Novembre 2018 08:36

Luigi sono due mesi che dici c......te, bastava un altro portiere !!!!!!!!!!!!!!


Paolo65 11 Novembre 2018 09:34

Portieri bravi in serie B ce ne sono pochissimi, guardatevi le immaggini delle altre partite, Perucchini ad Ascoli era venuto per fare il secondo, dopo il fallimento dell Avellino Lanni si è attaccato al contratto così siamo rimasti col cerino in mano.
Alla società non si può dire nulla con 32 stipendi sul groppone , di cui due pesanti come Ganz e Rosseti, fare richieste è legittimo ma bisogna sfoltire alla grande.
Sconfitta immeritata viste le occasioni.


Sarò sempre del settembre 11 Novembre 2018 13:37

Mi sembrano esagerati i voti alti del Padova, solo il portiere merita il voto. Hanno avuto solo fortuna e portiere....sorvolando sul nostro di portiere....
Con Lanni in porta, non dico Buffon ma Lanni, avremmo vinto 3 a 0....


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni