Ascoli Calcio, Casarini: “Quanto successo su primo gol Padova ci ha infastidito. A Pescara sarà gara bellissima”

Marco Amabili

14 Novembre 2018

Federico Casarini

Il centrocampista dell'Ascoli Federico Casarini ha parlato al nostro microfono stamane al Picchio Village dopo la sconfitta interna contro il Padova ed in vista del prossimo match con il Pescara in programma Domenica 25 Novembre allo stadio "Adriatico-Cornacchia" per la 13esima giornata del campionato di Serie B.



Ecco le altre dichiarazioni di Casarini in conferenza stampa riportate dal sito ufficiale dell'Ascoli Calcio: "Stiamo analizzando la partita coi veneti nel dettaglio e in questi giorni andremo più a fondo, è stata una gara particolare, eravamo partiti bene passando subito in vantaggio, poi l'episodio dello scontro di gioco fra Addae e Laverone, che ha portato al pareggio, ci ha infastiditi molto in campo. Al contrario, il Padova ha preso coraggio ed è stato bravo a massimizzare le occasioni create. Il regolamento dice che è l'arbitro a dover fermare il gioco, poi sta ai giocatori regolarsi quando si verificano dei contrasti, in quel caso c'erano addirittura due persone a terra. Abbiamo commesso l'errore di infastidirci, poi pian piano ci siamo ripresi e abbiamo creato occasioni, ma siamo stati un po' sfortunati nel non concretizzarle. La sconfitta ha rovinato una giornata particolare e bellissima, già quando siamo arrivati al campo lo stadio era quasi tutto pieno di gente, è stato bello spettacolo. E' stato tutto favoloso e da parte dei tifosi abbiamo ricevuto un grandissimo contributo. Il ruolo in cui preferisco giocare? Sono a disposizione del mister, il ruolo non è un problema, è logico che preferisca fare la mezzala perché è dove ho giocato di più in carriera, ma mi piace anche la posizione davanti alla difesa e, se c'è bisogno, la ricopro volentieri. Il ko col Padova è stato diverso rispetto a quello di Livorno, dove, oltre alla sconfitta, c'è stata anche una brutta prestazione. Sabato abbiamo creato tanto, ma il portiere del Padova ha fatto parate miracolose. Ripartiamo dalla prestazione di sabato sapendo che a Pescara sarà una gara difficile, è una squadra attrezzata e forte, ma noi abbiamo voglia di dimostrare, credo che sarà una bellissima partita, chi la preparerà meglio riuscirà a portare a casa punti. Al di là dell'ultima sconfitta, sento che c'è fiducia, è un periodo positivo dovuto alle due vittorie su Verona e Benevento. Soddisfatto del mio rendimento? C'è tanta concorrenza, la squadra sta andando bene, tocca a me mettere in difficoltà il mister".


© Riproduzione riservata

Commenti (9)

Giovanni Gennaretti 14 Novembre 2018 13:19

Casarini, che il tifoso non vuole far pesare la partita col Padova, che grida vendettaci sta, x altre prestazioni positive, ma che chiunque di voi tira in ballo quella partita, non è assolutamente una giustificazione, xche siete giocatori di navigata esperienza, e certe caxxate non si devono ripetere all'infinito, xche avete dimostrato con le squadre di vertice di che siete capaci, pertanto nessun tifoso vi giustifica x questi cali di tensione, Livorno e Padova ancora gridano vendetta, con queste due partite vinte eravamo primi, non avete più scuse da qui in avanti, basta con sti piagnisdei.


MARCO 14 Novembre 2018 15:31

Non c'entra nulla il fatto che fossero in attacco e che proprio in quel momento si siano scontrati i due dell'Ascoli. La sportività non dipende dalle circostanze. Errore arbitrale, secondo me, ed errore "morale" della squadra patavina. Dai, è inutile girarci intorno: hanno approfittato della situazione. Se l'arbitro non fischia loro possono non fermarsi, però moralmente .....


Massera 14 Novembre 2018 16:12

Le scuse e le giustificazioni nel mondo del calcio professionista (dove gli attori ci campano e bene)non servono ,anzi fanno incavolare di più i veri tifosi.In pratica bisogna scendere in campo con rabbia e voglia di giocare . A voi non vi giustifica nessuno......siete ben pagati? Allora fuori le o...


aldragon 14 Novembre 2018 18:52

Boh ... anche se parlo contro la mia squadra devo dire la verità: io non sono daccordo. Mi sbaglierò, ma non vi ricordate quando giocavamo noi a pallone? se stai correndo verso la porta avversaria con la palla al piede e con i compagni che ti affiancano e gli avversari hanno dei problemi (come scotrarsi fra di loro ... cioè tu non hai compagni tuoi a terra) già il fatto di fermarsi per guardarsi indietro e capire cosa è successo significa fermare l'azione, perché così dai tempo agli avversari che ti rincorrevano di riprenderti o riposizionarsi; noi si concludeva l'azione verso la porta avversaria (tanto è questione di pochi secondi) e poi si andava a vedere cosa era successo. Se le cose fossero gravi se ne dovrebbe accorgere l'arbitro (che non ha i dovere di andare a fare goal in quel momento) e fischiare l'interruzione del gioco. Se l'arbitro non fischia, chi sta correndo pensa che non sia successo nulla di grave e sfrutta l'eventuale superiorità numerica, specialmente se, come nel nostro caso, deve recuperare uno svantaggio. Un giocatore di professione che dice di innervosirsi per questo tipo di accaduto o mente o cavalca la situazione .. Boh, magari mi sbaglio ..


flavio 14 Novembre 2018 19:12

Avanti così, bravi ragazzi perdere non piace, ma si vede l'impegno ed il gioco, l'obiettivo salvezza non ci sfuggirà.


Osservatore 14 Novembre 2018 19:15

1'Appunto
Dopo il gol del vantaggio
L'ASCOLI doveva aspettare.......
Che l'AVVERSARIO SI APRIVA....
E POI doveva ripartire in contropiede.......
2" Ma Adde e Laverone sono
Stati spinti da un avversario
O no............
Non è fallo..........


carlo 14 Novembre 2018 22:08

Il pikkio a Pescara non c'è speranza 2 0 secco


Zac28 15 Novembre 2018 09:09

Ha ragione marco,per regolamento l'albitro avrebbe dovuto fermare l'azione,se l'albitro non ferma l'azione si continua a giocare,certo che loro ne hanno approfittato ma anche il fair play poteva essere attuato,evidentemente a padova credono che la serie B sia una giungla.Erroraccio albitrale commesso da uno considerato il migliore albitro della categoria.


Ascolimiebella 15 Novembre 2018 14:37

Penso che se I'll friuli tuto tifa udinese la sardegna tutya tifa I'll Cagliari labr7zzo tutto tifa per I'll Pescara ecc. Ecc ver. Noi marchigiani non facciamo certamente parte in una gra nde


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni