Atletico Ascoli, ds Marzetti: “Bel gruppo e grande armonia. Non abbiamo obbligo di fare mercato”

Redazione Picenotime

20 Novembre 2018

Mario Marzetti

E' il direttore sportivo Mario Marzetti a parlare in casa Atletico Ascoli dopo il pareggio per 1-1 contro l'Atletico Azzurra Colli nella nona giornata del campionato di Promozione girone B.


A Colli del Tronto due punti persi o uno guadagnato?

"Sabato abbiamo incontrato una squadra difficile da affrontare, molto attrezzata, che ha una rosa di primo livello con giocatori veramente forti. Penso sia un punto guadagnato, se poi andiamo ad analizzare il match abbiamo avuto diversi episodi per raddoppiare ma allo stesso tempo anche loro nella ripresa hanno avuto una grande occasione con Pirelli per portarsi in vantaggio. Alla fine dei conti rimane un risultato positivo su un terreno dove poche squadre faranno punti, un campo difficilissimo che si addice all’atteggiamento ed all’agonismo che i padroni di casa mettono in ogni partita". 

Classifica cortissima, solo il Valdichienti Ponte sembra allungare il passo. 

"E' una classifica veramente corta con l’ultima a soli 6 punti di distanza dalle seconde. Il problema, se vogliamo chiamarlo cosi, è il distacco che porta la capolista Valdichienti Ponte con noi, 8 punti sono veramente tanti considerando che c’è di mezzo il mercato che, come può favorire noi, potrà farlo sicuramente anche con loro vista la posizione. Loro sono un'ottima squadra, esperta e composta da giocatori importanti, dispiace per lo scontro diretto disputato in casa (finito 3-3) in cui loro ci hanno raggiunto praticamente all’ultimo secondo; sarebbero stati due punti in più per noi, uno in meno per loro e sopratutto lo scontro diretto a favore nostro. Bisogna anche dire che siamo alla nona giornata, il campionato è ancora lungo, ci sono squadre che piano piano stanno tornando come la Civitanovese, aspetto anche la risalita di Maceratese e Sangiorgese in più l’Azzurra Colli che è li sopra e penso ci rimarrà fino alla fine. Di sicuro è che noi dobbiamo cercare di perdere meno punti possibili e nel frattempo bisogna sperare in qualche passo falso della capolista".

Con la partita di Sabato è iniziato il mese di fuoco con le sfide contro Maceratese, Civitanovese e Futura 96. In un senso o nell'altro alla fine di questo cammino si sapranno le reali potenzialità e le ambizioni della squadra. 

"Se devo valutare il campionato fino ad oggi direi che ogni match è difficile, con l’uscita di risultati impronosticabili ogni giornata. E’ chiaro che le prossime tre giornate saranno ancor più impegnative con la Maceratese e Futura 96 in casa e la Civitanovese fuori, tutte squadre quadrate con giocatori importanti che contro di noi daranno il 100% per portare a casa la vittoria. Uscire da queste tre partite con risultati positivi darebbe ancor più sicurezza nei propri mezzi a tutta la squadra e tanta forza e coraggio per provare a recuperare quel “gap” che c’è con il Valdichienti. Certo che la nostra squadra nelle ultime uscite si è sempre comportata benissimo, quadrata e compatta in campo, senza aver paura di nessuno, provando a vincere contro tutti. Adesso speriamo che questa striscia positiva e questa forza morale e fisica continuino, anche in maniera maggiore, in questi match. Sono sicuro che i ragazzi daranno l’anima fino all’ultimo secondo. In mezzo abbiamo la Coppa Italia (ndr domani contro il Monturano Campiglione), una vetrina per chi fino ad ora ha raccolto pochi minuti ed un bel banco di prova per vedere chi veramente potrà darci una mano in campionato".

L'attuale rosa è competitiva o manca qualche tassello? Ci saranno movimenti in entrata ed uscita nel calciomercato invernale?

"Siamo ripartiti da quei 7/8 elementi che c’erano anche lo scorso anno e che la dirigenza ha ritenuto fondamentali per ripartire per provare a riconquistare la categoria superiore. A loro abbiamo aggiunto dei piccoli ma fondamentali ritocchi come anche dei buonissimi fuoriquota. Sicuramente come tutte le società anche noi ci stiamo dando un'occhiata intorno, ma devo dire che non abbiamo nessun tipo di obbligo, nè di comprare nè di vendere. Ci confronteremo con dirigenza e staff tecnico per vedere se ci sono esigenze sul fronte tattico e tecnico e/o per un miglioramento. In quel caso provvederemo a fare qualcosa senno rimarremmo così, anche numericamente siamo messi bene, anche a livello di fuori quota. Anche perchè mi preme sottolineare come si siano creati un gruppo ed un armonia straordinaria all’interno dello spogliatoio e proprio per questo prima di fare movimenti di mercato bisognerà capire se questi andranno a intaccare o meno la serenità del gruppo, che per la società è la priorità assoluta. Infine vorrei chiudere facendo un plauso a tutti i giocatori ed allo staff tecnico per l’impegno e la serietà che ci stanno mettendo, dagli allenamenti alle partite, ognuno di loro sta dando il meglio di sè e questo poi si nota in campo con un bel carattere, tanta compattezza e con diversi risultati utili. Sono sicuro che se i ragazzi continueranno su questa strada si toglieranno e ci toglieremo tutti delle belle soddisfazioni".


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni