Ascoli-Spezia 3-1, la voce di bomber Ardemagni post gara

Marco Amabili

01 Dicembre 2018

Matteo Ardemagni

L'attaccante dell'Ascoli Matteo Ardemagni, giunto a quota 100 reti nel torneo cadetto, ha parlato al nostro microfono nella zona mista dello stadio "Del Duca" al termine del match vinto contro lo Spezia nella quattordicesima giornata del campionato di Serie B.




© Riproduzione riservata

Commenti (9)

Fabio 01 Dicembre 2018 23:25

Carlo fish. Purtroppo per voi oggi abbiamo perforato la rete avversaria per tre volte. Rassegnatevi a rosicare per l eternità. Purtroppo per voi noi siamo stato siamo e saremo per l eternità la regina delle marche Abruzzo ahah. Succubi dell Ascoli calcio


Andrea 1898 01 Dicembre 2018 23:28

100 volte grazie bomber. Ti vogliamo bene. Avanti picchio!


fra61 01 Dicembre 2018 23:51

Sei IL NOSTRO grande BOMBER BIANCONERO
CHE MERAVIGLIAAAAAAA


FeudoPiceno 02 Dicembre 2018 00:42

Testa bassa e pedalare. Bravi ragazzi !


the punischer 02 Dicembre 2018 11:21

dai Arde 1 a partita noi ci abituiamo subito è


Forza Ragazzi 02 Dicembre 2018 19:33

Dajeee...Arde Fai i 101 subito al Penzo!!!


Andrea 1898 02 Dicembre 2018 21:29

The bomber c'è...avanti tutta picchio!


Mandrillos 03 Dicembre 2018 17:47

Oggi, dopo alcuni mesi di ritorno da Milano (x lavoro) mi sono fermato 10 ' al Picchio village e credo di aver visto alcune cose strane. Una molto bella ovvero il presidente (se non ho visto male) gironzolare nei dintorni dei vari campi e la sua presenza non può che fare bene ai ragazzi! l'altra (spero però di sbagliarmi) decisamente incomprensibile (oppure troppo) ovvero la mancanza quasi totale nelle giovanili di ragazzi locali. (mister compresi) Ripeto spero di aver visto male, mi rifiuto di pensare che nella nostra provincia non ci fossero ragazzotti che negli anni fulgidi furono la NS fortuna. Il tempo di Nardi e compagnia bella mi pare tramontato, selezionatori di giovani come Orsini spariti. Siamo certi che le soluzioni extra comunitarie siano migliori? In tanti osanniamo ancora Costantino Rozzi, dimenticando (forse) che lui costruiva squadre di seria A con 5/6 Ascolani puri. NON mi pare di avere letto nomi noti in una lista (formazione) primavera che mi è capitata di leggere. Ripeto sono un fiero ascolano che per ora non frequento lo stadio ma vorrei tornarci quando prima e applaudire come anni fa ragazzi di casa nostra.


randello bianconero 05 Dicembre 2018 13:46

x Mandrillos
in parte condivido il tuo pensiero.
Ma, credimi, oltre il 70% dei ragazzi che giocano nelle giovanili sono della provincia di Ascoli Piceno.
In particolare nei giovanissimi regionali 2004 e 2005 metà squadra proviene dagli esordienti dell'ASCOLI e della scuola calcio Mariner di San Benedetto del Tronto (la migliore scuola calcio della riviera). Inoltre esiste amicizia e fratellanza tra i ragazzi. Ci sono anche ragazzi extra comunitari, ma gli anni 80 sono lontani ed ora anche nelle scuole elementari una buona parte di bambini non sono italiani. La società va verso una multi etnicità che non si può arrestare e nel futuro vedremo sempre più bambini stranieri (ben vengano purchè si integrino con le nostre leggi usi tradizioni).


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni