Cittadella, Adorni: “Ad Ascoli per imporre nostro gioco. So quanto valgono Ardemagni, Ngombo e Kupisz”

Redazione Picenotime

13 Dicembre 2018

Davide Adorni

Davide Adorni è uno dei punti di forza del Cittadella che Sabato 15 Dicembre sfiderà l'Ascoli allo stadio "Del Duca" nel contesto della sedicesima giornata del campionato di Serie B. Il 26enne difensore centrale ex Santarcangelo, dopo due mesi e mezzo ai box per un infortunio, è tornato grande protagonista negli ultimi due match contro Salernitana e Cremonese.  La squadra di Venturato vanta la miglior difesa del campionato cadetto con 9 reti al passivo e ben 7 partite senza subire gol.

"Non vedevo l’ora di ricominciare. Sono contento sia perché non ho avuto problemi al piede reduce dalla microfrattura, sia per la qualità delle prestazioni offerte dalla squadra in due partite complicate - ha dichiarato Adorni, come riporta oggi "Il Mattino di Padova" -. Quando la scorsa estate siamo partiti per il ritiro l’auspicio era di essere lì dove siamo ora. Anche se era impossibile fare previsioni, si è vista subito la voglia di lavorare e migliorarsi. Oggi non abbiamo tabelle di marcia, l’unica cosa da fare è allenarsi bene pensando a una gara alla volta. Ascoli con due ex del Cittadella come Ardemagni e Kupisz più Ngombo che la scorsa estate è stato vicinissimo a vestire la maglia granata? Conosco bene Ardemagni, Kupisz e Ngombo e so quanto valgano. Però lo sapete come ragioniamo qui: qualche accorgimento legato all’avversario c’è sempre, ma, in generale, noi preferiamo badare ad imporre il nostro gioco".


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni