Ascoli Calcio, Vivarini: “Col Cittadella sarà una battaglia. Sono aggressivi e non ti lasciano giocare”

Marco Amabili

14 Dicembre 2018

Vincenzo Vivarini

L'allenatore dell'Ascoli Vincenzo Vivarini ha parlato al nostro microfono nella sala stampa del Picchio Village alla vigilia del match contro il Cittadella in programma domani pomeriggio alle ore 15 allo stadio "Del Duca" per la sedicesima giornata d'andata del campionato di Serie B.




Ecco le altre dichiarazioni di Vivarini in conferenza stampa riportate dal sito ufficiale dell'Ascoli Calcio: "In questa settimana abbiamo messo a fuoco la partita di Venezia evidenziando i problemi avuti nelle ultime tre gare, la squadra si è mostrata come sempre molto ricettiva, tutti ci siamo resi conto delle ingenuità commesse, quando uno è ammonito deve sapersi gestire. Mi aspetto buone cose. E' intervenuta anche la società, restare in dieci per tre gare poteva essere preso come segnale di poca attenzione, ma ora siamo tutti più coscienti di dover essere calmi e tranquilli. Baldini e Ganz sono rientrati a tutti gli effetti in squadra e si sono allenati a pieno regime, in questo momento abbiamo buone alternative. Padella o Valentini? Padella è un giocatore affidabilissimo, alla pari di Valentini, le scelte si fanno in base a piccole situazioni, decideremo prima della partita. Ngombo? In questa settimana è andato molto bene Beretta, l'ho visto molto vivo e pimpante, ha dato a me e alla squadra un buon segnale. Ngombo ha caratteristiche ben precise, è un ragazzo di sostanza e corsa e in questo momento ce n'è bisogno. Il Cittadella è una delle squadre che occupa le prime posizioni in classifica, da 4-5 anni propone un calcio molto organizzato, fa un gioco di squadra e per noi sarà un test veramente difficile, che dobbiamo affrontare con applicazione e umiltà sperando di ottenere quello che vogliamo. Parliamo di una squadra che in campo sa quello che deve fare in tutte le situazioni, riesce a difendersi in zone alte, non lascia mai giocare l'avversario, aggredisce i portatori di palla senza concedere la possibilità di palleggiare o gestire palla, pratica un gioco sbrigativo che gli consente di essere subito pericoloso. Insomma si tratta di una squadra da tenere in grande considerazione, ma noi abbiamo le nostre qualità e forze, sarà un match molto combattuto da ambo le parti, speriamo che gli episodi girino dalla nostra, cosa che non è avvenuta nelle ultime partite. Chi è più forte vincerà. Finora il Cittadella ha incassato al massimo due gol su azione, concedono veramente poco, non ti permettono di fraseggiare o trovare le giocate, la gara si svilupperà sull'aggressione e quindi non mi aspetto un match spettacolare con tante occasioni da gol, dovremo essere bravi a concretizzare quelle che ci capiteranno e a sfruttare i calci piazzati. Giocheremo in casa e il nostro pubblico dovrà essere la nostra forza. Ninkovic? Era stato espulso per doppia ammonizione, tre giornate di qualifica erano veramente esagerate. Baldini rientra in quel ruolo e può essere una pedina importante, con Ninkovic abbiamo più qualità, ma in questa gara servirà più intensità".


© Riproduzione riservata

Commenti (17)

francesco 14 Dicembre 2018 15:05

Dai mister, vogliamo tornare subito a vincere, al Del Duca NON SI PASSA!!!!!!!!!!!!


fabrizio becattini 14 Dicembre 2018 15:31

riproviamo ganz x le prossime 4 partite o bene bene o male male
non ci vogliono credere che è l ombra di se stesso


quinto decimo 14 Dicembre 2018 16:53

Per me domani la coppia perfetta è Ardegol-Beretta


Andrea 1898 14 Dicembre 2018 16:54

Fabrizio anche io sono incredulo, ma purtroppo le sue partite le ha giocate e male. Npn possiamo piu aspettarlo. I punti iniziano a pesare e le partite diminuiscono. Dispiace x il ragazzo.


carlo 14 Dicembre 2018 17:49

Hai ragione vivarini tant'è che ho messo un bel due ahah


bernardo 14 Dicembre 2018 18:32

Carlo, se fossi in te scommetterei o sul fallimento della Sambetta o sul fatto che rivedrà la Serie B, forse, per il 2045... ma forse.... Sfigati e invidiosi....


Abbasso i pesciari 14 Dicembre 2018 18:40

Bravo Carlo il pesciaro ,sulla tua Samb non si può più scommettere ,non vi rescrivete forza Ascoli


Fabio 14 Dicembre 2018 18:50

Oh Carletto caro. Come godo della tua invidia. Ricordati che e meglio essere invidiati che compatiti. Io invece scommetto invece sul vostro fallimento e ritornate a giocare contro rocca cannuccia. Come godo delle tue continue sofferenze ahah


dario 14 Dicembre 2018 19:12

Carlo sei proprio .......


Ettore67 14 Dicembre 2018 19:13

Fabrizio sono d'accordo con Andrea ganz le opportunità le ha avute sia con cosmi 0 gol che con vivarini prima parte di campionato con il gol di Foggia a mio modo fortunoso. Speravo che dopo foggia si potesse del tutto sbloccare ma purtroppo così non è stato. Se poi domani dovesse giocare e anche segnare sarei contentissimo anche se penso che il mister lo ritiene ultimo attaccante della rosa. Un saluto a tutti i nostri magnifici tifosi. Sempre e solo forza ascoli.


Tony 14 Dicembre 2018 19:24

Basta con Beretta vi prego. E’ quello che ha giocato di piu’ e che non ha ancora timbrato il cartellino. I fischi dell’ultima da titolare in casa non sono per la persona, che sicuramente si impegna, ma per i risultati sul campo. Se Vivarini ripropina Beretta, significa che se ne infischia dei tifosi....


fabrizio becattini 14 Dicembre 2018 20:02

ciao andrea ciao ettore
che vi devo dire ?
io non mi so spiegare un involuzione così negativa anchio penso che ormai ad ascoli non abbia piu futuro ma non ci voglio credere e spero sempre in una rinascita, il ganz di como era un signor attaccante ed il ganz di ascoli una totale delusione e comunque x me e sempre meglio degli altri che abbiamo escluso ardemagni


Albardialbissola 14 Dicembre 2018 20:11

E anche questa bolletta Carlo la perde..ormai tra la samb che vince e l Ascoli che perde non ne becca più una da 32 anni.....ahahahah


Tony 14 Dicembre 2018 20:41

Domani non possiamo rischierare l’attacco asfittico di Venezia, e Beretta le ha gia’ provate tutte. Vanno provati almeno una volta Ardemagni con Ganz, che fisicamente sono pure complementari. Mancano Ninkovic e Rosseti e questa e’ la partita per provarli. Con il Foggia Ganz aveva fatto un partitone segnando, poi a Livorno non pervenuto. Ma proprio per questo la prova di appello ci sta, e se fosse flop almeno lo cediamo a gennaio dopo averlo provato almeno una volta con Ardemagni. Domani servono i tre punti...e indicazioni per il mercato di riparazione.


Jeannette 15 Dicembre 2018 01:03

per me ganz va preservato.... per il mercato di gennaio...


Gino 15 Dicembre 2018 08:06

Ultimo fallimento in zona...2014... ascoli calcio


Sarò sempre del settembre 15 Dicembre 2018 14:45

Hai ragione Gino, però sotto alla serie C non siamo mai andati a differenza di altri.....


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni