Ascoli Calcio: 24 anni senza il Presidentissimo Rozzi, guida spirituale di tutti i tifosi bianconeri

Redazione Picenotime

18 Dicembre 2018

Costantino Rozzi

Era il 18 Dicembre 1994 quando Costantino Rozzi disse addio alla vita terrena dopo una lunga battaglia contro un male incurabile. Sono passati 24 anni dal giorno più triste per tutti i tifosi dell'Ascoli ma il ricordo del Presidentissimo è vivo più che mai, come testimoniato dai momenti di commemorazione e celebrazione che si sono susseguiti negli ultimi anni ed anche nei recenti festeggiamenti per il 120° anniversario della fondazione del club bianconero.

In occasione del prossimo match di campionato Ascoli-Brescia, in programma Venerdì 21 Dicembre alle ore 21:00 allo stadio "Del Duca" per la 17esima giornata d'andata del campionato di Serie B, i calciatori bianconeri scenderanno in campo con i calzettoni rossi per ricordare il personaggio più importante dell'ultracentenaria storia del Picchio. 

Vi riproponiamo le emozionanti immagini - tratte dalla bellissima raccolta "Emozioni Bianconere" di Angelo Camaiani e Giandomenico Lupi - della festa nel capoluogo piceno per la prima storica promozione dell'Ascoli Calcio in Serie A nel 1974 con la coinvolgente telecronaca di Aleandro Di Silvestre (indimenticato giornalista venuto a mancare nel Marzo 2016).





© Riproduzione riservata

Commenti (10)

JOE RICCI HAMILTON CANADA 18 Dicembre 2018 00:42

GRAZIE PRESIDENTISSIMO
GRAZIE PER TUTTO
IL PASSATO NON SI DIMENTICA
SEMPRE FORZA ASCOLI!!!!!!


Cuore bianconero 18 Dicembre 2018 09:39

Grazie presidente per me è doppio ricordo quel giorno era la prima volta che andavo allo stadio e compivo 3 anni solo la morte mi porterà via quelle emozioni ,grazie di tutto presidente Rozzi forza Ascoli


LOLLO57 18 Dicembre 2018 09:42

Sono passati 24 anni ed ancora per me questo è il giorno più triste dell'anno. Quel 18 dicembre 1994 eravamo allo stadio per la partita ma quasi nessuno guardava il terreno di gioco. Si parlava di te Presidente. Tenace ed attaccato alla squadra per tutta la vita non hai voluto andartene se non dopo il fischio finale.
Grazie veramente per tutto.


Amedeo 18 Dicembre 2018 09:42

Per i passati presenti e futuri presidenti che guideranno l'ASCOLI CALCIO 1898 ........SARA' Sempre lui il metro di paragone .......seguite il suo esempio e sarete osannati


L'ASCULA' 18 Dicembre 2018 10:51

"L'Ascoli è capace di grandi cose. Rende intimi amici persone che, senza l'Ascoli, normalmente si sarebbero magari solo conosciute, dei fratelli persone che eppure, senza l'Ascoli, le cui strade si sarebbero magari solo sfiorate. Dei consanguinei bianconeri, potremmo chiamarli, persone apparentemente che sono di estrazione sociale e culturale diversa, di dialetti diversi. Che, senza l'Ascoli, si sarebbero potuti incrociare probabilmente solo in un autogrill o in un supermercato, tutti invece animati da una delle grandi passioni della loro vita, se non la più grande, l'Ascoli calcio"
(Costantino Rozzi, 12 Maggio 1989).
FORZA PICCHIO


randello bianconero 18 Dicembre 2018 13:54

23 anni continuati di serie A (14 anni) e B (9 anni) con punte di luce griffate da un 4^ posto in A nel 1979/80 (pensare che ora cn un 4^ posto ci si va in Champion con il ridicolo calcio moderno per cani e porci), un altro bel 6^ posto nel 1980/81. La serie B sempre da vincere con tanti records!!! Un mito delle provinciali italiane, l'uomo che ha portato il calcio vero nelle Marche e da tanti marchigiani osannato! Non si muore caro Costantino, si va solo in viaggio verso altre dimensioni a noi sconosciute, ma nei nostri cuori nessuno potrà mai dimenticare quello che hai fatto per Ascoli, per le Marche, per tanti operai e tante famiglie. Dirti grazie è riduttivo, nessuno potrebbe mai riuscire con le parole a dirtelo!!! Non sarei mai stato degno neanche di allacciarti le scarpe. Arrivederci Imperatore Ascolano.


Red Socks 18 Dicembre 2018 17:44

Ho 53 anni, ne sono passati 24 da quando non c'è più ed ogni volta che penso a Lui, mi commuovo


Albardialbissola 18 Dicembre 2018 20:38

Vederlo in panchina era uno spettacolo (quei pochi minuti che si agitava prima di venire sistematicamente espulso)....ricordi indelebili...è la nostra storia....manca tantissimo


Ascoli 78/79 18 Dicembre 2018 22:26

Costantino, Imperatore nostro, insuperato Presidentissimo, per sempre nel cuore di chi Ti ha conosciuto


Fabio 19 Dicembre 2018 00:10

Grazie presidente per i ricordi indelebili e le emozioni intense che m hai fatto vivere. Era la regina delle provinciali in quei magnifici anni della serie a. La città col minor numero di abitanti a lottare contro gli squadroni. Che orgoglio nel poter assistere alle mitiche vittorie in casa e fuori contro Juve inter Milan Lazio Roma etc etc. Le magnifiche salvezze ma ho ancora impressa la partita delle partite. Quella Ascoli Cagliari del 1983 di fronte a quasi 40000 spettatori di fede bianconera e quel giro di campo che hai fatto di corsa a salutare e a incitare tutto il pubblico prima dell inizio della partita. Ero in curva nord. Al gol di Nicolini lo stadio sembrava crollare. 40000 anime impazzite di gioia. Io che mi sono innamorato dell Ascoli da quando avevo 9 anni e dalla mia piccola radiolina sgangherata sentivo che l Ascoli cioè la mia provincia era in serie a per la prima volta. Io che abito qua alla valdaso a più di 40 km da Ascoli. Proprio come dicevi tu. L Ascoli e una malattia che quando ti prende non ti lascia piu. Ero orgoglioso di essere della provincia di Ascoli. Tu rappresentavo il riscatto di un intero popolo. Ci hai fatto conoscere in tutta Italia. Eri amato da tutta Italia anche dalle altre squadre avversarie perche difendeva il tuo popolo con tutte le tue forze la tua passione. Ti sei contraddistinto da tutti gli altri presidenti per il tuo grande cuore la tua generosità la tua genialità e la tua umiltà. Hai speso la tua vita per l Ascoli.
E tutto ciò ti ha reso immortale. Ha fatto si che ancora oggi l Ascoli sta sempre nei professionisti. Sei stato unico e unico resterài. Una sola parola . GRAZIE


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni