Volley Serie A2, la GoldenPlast Potenza Picena cade al tie-break con Lagonegro

Redazione Picenotime

23 Dicembre 2018

A Natale sono i potentini a scartare il regalo per gli avversari. La GoldenPlast Potenza Picena è caduta tra le mura amiche al tie break con la Geosat Geovertical Lagonegro nel posticipo della 12a giornata di andata abbandonando così il sogno proibito di un pass per la Del Monte® Coppa Italia Serie A2. Infatti, anche battendo 3-0 Spoleto nell’ultimo turno di andata, i potentini affiancherebbero gli umbri, ma con un minor quoziente set.
La squadra di Gianni Rosichini ha disputato una buona gara nel turno prenatalizio, ma sotto l’albero sono rimasti 1 punto in grado di garantire il quinto posto solitario in classifica e i rimpianti per quello che poteva essere e non è stato. Nemmeno gli acciacchi hanno impedito alla GoldenPlast di dare spettacolo per gran parte della gara, ma un mix di leggerezze e stanchezza hanno reso una chimera il terzo successo di fila. Sul fronte opposto un avversario col grande merito di non mollare mai. Bel duello tra i top scorer Paoletti (26 Punti) e Boswinkel (26).
Primo set spettacolare con epilogo nel braccio di ferro finale ai vantaggi con Paoletti e Pinali mattatori (28-26). Secondo set subito in salita per i potentini, che hanno retto fino al 10-12 perdendo Larizza per una distorsione sull’11-16 e cedendo 19-25. Dominio biancazzurro nel terzo set con una vittoria agevole per 25-16. Quarto parziale rocambolesco con i biancazzurri addirittura a + 5 (12-7) e in controllo fino al 22-19, ma traditi da un eccesso di sicurezza nella gestione dei palloni finali e sconfitti 23-25. Al tie break a prevalere è stata la stanchezza (12-15).
Biancazzurri di nuovo in campo al PalaRota mercoledì 26 dicembre (ore 17.00) per l’ultimo turno di andata nel Girone Bianco contro i padroni di casa della Monini Spoleto.
Schiacciatore Roberto Pinali: “Un peccato aver cestinato la vittoria nel quarto set. Sento di aver giocato la mia miglior partita in biancazzurro, ma nel finale la stanchezza si è fatta sentire. I lucani, a cui vanno i complimenti per non aver mollato, sono cresciuti in difesa e a muro al tie break. Andiamo a Spoleto per fare risultato”.
La partita.
Ingresso in campo con coreografia festiva e un Babbo Natale in mezzo ai giocatori. Spalti a tinte rosse grazie ai tifosi con addosso indumenti natalizi per onorare le Feste. Potentini in campo con Monopoli al palleggio per l’opposto Paoletti, Di Silvestre e Pinali laterali, Larizza e Trillini al centro, D’Amico libero. Ospiti schierati con Pedron in cabina di regia per il finalizzatore Boswinkel, Galabinov e Barreto in banda, Calonico e Marra centrali, Fortunato libero.
Buon avvio con Di Silvestre al servizio (7-4). Lagonegro impatta su ace di Barreto (11-11). Cartellino verde per Marra (12-11). Gli ospiti ribaltano il punteggio con 2 ace dello stesso Marra (12-14). Potentini in parità sull’attacco out dei lucani (15-15) e avanti con Pinali (17-16). Set in equilibrio fino al triplo vantaggio dei rivali costruito a muro e dopo un attacco fuori misura (18-20). Sul 21-22 buon impatto del nuovo entrato Lavanga e pari su errore avversario (22-22) con sorpasso targato Larizza (23-22). Sul 23-23 rientra Monopoli e va a segno Larizza (24-23). Lagonegro si salva e trova il sorpasso con Galabinov (24-25). Nel finale c’è Garofolo in campo. Pinali colpisce (25-25). Paoletti domina (26-25), ma i lucani non ci stanno (26-26). Decisive 2 prodezze di Pinali (28-26). Per lui 8 punti nel set come Paoletti.
Nel secondo set al centro c’è Garofolo per Trillini. Doccia fredda iniziale (3-7). I marchigiani reagiscono con Di Silvestre e Larizza (10-12). Nel momento migliore, Potenza Picena accusa un giro a vuoto improvviso (10-15). Dopo altri 2 scambi Larizza esce per infortunio, al suo posto Trillini. Potenza Picena continua a soffrire il servizio lucano (14-20). Gli ospiti allungano (15-22), complice un’ingenuità biancazzurra. Di Silvestre non molla (18-23). Sul 18-24 Trillini annulla la palla set e, a seguire, entra Lavanga, ma Barreto firma il mani out finale (19-25). Calo in attacco per i marchigiani.
Nel terzo set si rivede un Volley Potentino arrembante e avanti 9-4 dopo la giocata di Paoletti. Lagonegro mette pressione con l’attacco di Galabinov battezzato in campo dal Video Check (12-9), ma i potentini si scuotono con pinali, letale in attacco e dai 9 metri (15-9). Si procede a strappi. La Geosat trova 3 punti grazie anche al servizio beffardo di Marra (15-12) e Rosichini chiama un time out. Con Larizza di nuovo in campo, Potenza Picena dilaga (18-12). Sull’ace di Paoletti +7 (20-13), massimo vantaggio sul primo tempo di Trillini (24-15), che firma anche il 25-16. Padroni di casa micidiali al servizio (4 ace a 0) e superiori in tutti i fondamentali.
Avvio di quarto set palpitante coi biancazzurri sul + 4 (10-6) trainati da Paoletti, Pinali e i tifosi. Il muro di Pinali vale il 12-7. I potentini dilapidano il vantaggio subendo il pareggio a muro (13-13). Si procede punto a punto fino al sorpasso ospite di Galabinov (16-17). Sul 18-18 doppia prodezza di Paoletti (20-18). L’ace di Pinali vale il 22-19. Ancora una volta gli ospiti risalgono la china e impattano sull’infrazione di Monopoli (23-23) per poi murare uno esausto Paoletti (23-24) e vincere in rimonta (23-25).
Al tie break è una lotta di nervi (7-8), ma i lucani, rigenerati dall’impresa del quarto set, vanno sul +3 a muro (8-11) per poi allungare con l’ennesimo block (9-13). Il pubblico incita a non mollare i potentini che rosicchiano 2 punti (11-13). Paoletti annulla la palla set (12-14), ma Boswinkel chiude (12-15).


TABELLINO
GoldenPlast Potenza Picena – Geosat Geovertical Lagonegro 2-3 (28-26, 19-25, 25-16, 23-25, 12-15)
POTENZA PICENA: Trillini 4, Cuti ne, Pinali 20, L D’Amico, U Ferri ne, Gozzo ne, U Di Silvestre 13, Larizza 15, Monopoli 1, Lavanga, Calistri, Paoletti 26, Garofolo. All Rosichini
LAGONEGRO: Maccabruni ne, L Fortunato, Calonico 14, Del Vecchio ne, Pedron 2, Boswinkel 26, Turano, Di Coste ne, Maiorana, L Sardanelli, Marra 13, Galabinov 11, Barreto 14. All. Falabella
Arbitri: Moratti di Frosinone e Salvati di Roma
Note: durata set 35’, 26’, 25’, 28’, 19’. Totale 2h 13’. Potenza Picena: errori al servizio 13, ace 6, muri 12. Lagonegro: errori al servizio 16, ace 4, muri 14.

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni