Ascoli Calcio, Vivarini: “Perucchini va lasciato tranquillo, Bacci si è allenato bene. Col Crotone con tanta rabbia”

Marco Amabili

29 Dicembre 2018

Vincenzo Vivarini

L'allenatore dell'Ascoli Vincenzo Vivarini ha parlato al nostro microfono nella sala stampa dello stadio "Del Duca" al termine della seduta di rifinitura alla vigilia del match interno contro il Crotone valevole per la 19esima giornata d'andata del campionato di Serie B.




Ecco le altre dichiarazioni in sala stampa di mister Vivarini riportate dal sito ufficiale dell'Ascoli Calcio: "C'è stato pochissimo tempo per smaltire la sconfitta di Palermo che ci ha lasciato qualche problema a livello psicologico, anche se la squadra ha cercato il pareggio in ogni modo; è stata una partita che ha abbassato un po' l'autostima, ma oggi sono rimasto favorevolmente colpito dal modo in cui si sono presentati i ragazzi all'allenamento, sono tutti vogliosi di scendere in campo per riscattare quella gara, sono fiducioso. D'Elia è out per un affaticamento muscolare, ma abbiamo alternative fra De Santis e Cavion, con quest'ultimo che abbiamo usato a Palermo con buoni risultati. Perucchini? Va lasciato tranquillo, è necessario che si tranquillizzi. Insieme alla squadra abbiamo deciso di stargli vicino, è inutile far finta di nulla, ma bisogna capirlo. Lo sto osservando per capire il suo stato d'animo, lascia trasparire tranquillità, ma non è una situazione facile per lui, voglio vedere in ritiro questa sera e domani decidiamo. Bacci? Come ho detto, decidiamo domani il da farsi, si è allenato sempre bene, può essere un'alternativa. Se ci saranno cambiamenti? In alcuni ruoli abbiamo due o tre soluzioni per far riposare qualcuno o per introdurre forze fresche nel secondo tempo, quindi potremo fare qualche rotazione. La classifica del Crotone è inspiegabile perché ha giocatori che lo scorso anno hanno giocato in Serie A; ieri è tornato Stroppa e questo significa che i giocatori avversari non avranno nessun tipo di alibi, mi aspetto che faranno una gran partita ad Ascoli. Da parte nostra c'è tanta rabbia che dovremo esprimere domani in campo; penso che per le prestazioni offerte finora ci manchino cinque o sei punti in classifica, senza voler esagerare. Finora abbiamo dimostrato d'essere all'altezza di questo campionato, in più occasioni non abbiamo raccolto quanto avremmo meritato a causa di situazioni inspiegabili, si sono verificati tanti episodi sfavorevoli, in alcune situazioni anche per situazioni arbitrali che ci hanno penalizzati, l'ultimo esempio è il rigore netto su Beretta non concesso a Palermo. Certo che ci piacerebbe chiudere l'anno con una vittoria, abbiamo tanta rabbia dentro, spero che alla fine della stagione gli episodi sfavorevoli vengano bilanciati per avere una classifica più giusta. E una vittoria sul Crotone significherebbe avere una classifica più consona alle prestazioni fornite finora".


© Riproduzione riservata

Commenti (14)

Jeannette 29 Dicembre 2018 18:25

magari hai anche ragione a lamentare dei torti arbitrali, ma in questo momento parlarne è solo nocivo.
la squadra deve restare sul pezzo e pensare solo al campo,soprattutto in questo momento reso ancora più delicato dalla grana del portiere


mimì 29 Dicembre 2018 18:33

Addae rimettilo in panchina, mi raccomando!


MARIO78 29 Dicembre 2018 19:00

E ' un periodo che facciamo troppe chiacchiere ...e ' ora di fare i punti .....forza ragazzi


quinto decimo 29 Dicembre 2018 19:41

Forza mister, non pensiamo agli arbitri, siamo piu forti di questo Crotone e dobbiamo asfaltarli, giriamo a 24 e poi nel ritorno si vola!!


Estar 29 Dicembre 2018 20:00

Da quello che traspare dall'intervista domani il mister potrebbe tenere in panchina Perucchini..........sarebbe un buon punto di partenza.......dopodiché lascerei stare le lamentele sugli arbitraggi e rifletterei meglio - assieme ai ragazzi- sui nostri errori e leggerezze compiute!! Forza Picchio


the punischer 29 Dicembre 2018 20:03

parole sante altro che chiacchiere
GRANDE MISTER


Giovanni Gennaretti 29 Dicembre 2018 20:54

La penso come Mario 78, troppe tante chiacchiere senza aver concluso niente, da quando si dice in anteprima : vinciamo col Venezia , vinciamo col Cittadella, vinciamo col Brescia, vinciamo a Palermo, mettendoci del nostro siamo usciti con due miseri punti, io sono per non parlate più, ci sono gli avversari dall'altra parte che con nui gli ultimi diventano primi, smmettiamola e vediamo una partita alla volta, che con tutti sto tiri in porta non ne entra uno, gli avversari fanno due tiri, pareggiano e vincono. Non voglio fare il bastian contrario ma è ora di finirla bisogna salvarsi il prima possibile


Abbasso i pesciari 29 Dicembre 2018 21:14

Io mi associo a Mario78 , mi interessano solo i tre punti forza Ascoli


Riccardo 29 Dicembre 2018 21:40

Io da ex portiere vedo meglio Perucchini che Lanni casualmente infortunatosi con Lecce e Brescia prima di Palermo sarà forse un caso ma le prime tre della categoria dove servirebbe un po’ di coraggio e penso che domani dovrebbe essere subito rimesso in gioco per potersi riscattare forza ragazzi 3 punti !!


settembre nero 29 Dicembre 2018 21:53

Bisogna fare un'analisi fredda e lucida delle prestazioni fin qui fornite dalla squadra, nonostante il modulo offensivistico, si segna pochissimo probabilmente per la scarsa qualità dei nostri attaccanti, tanto vale a questo punto passare ad un modulo più coperto, tipo 4-4-1-1. Purtroppo Vivarini continua a riproporre il solito 4-3-1-2 che in casa contro squadre più abbordabili può dare risultati, ma fuori casa e contro squadre più attrezzate rappresenta un suicidio.


Giuliano 30 Dicembre 2018 00:17

Condivido quando detto da Gennaretti non sappiamo calciare bene un corner tiri da fuori area servono solo per accoppare qualche gabbiano nessuno che centra la porta ma in allenamento cosa fanno? Già alla 1/2 ora del secondo tempo mi sembrano tutti scoppiati ma il nostro preparatore atletico è all'altezza? Vedo gli avversari che vanno a 150 fino al 90 esimo e noi che camminiamo così le partite non si vincono e non si va da nessuna parte


GIA'54 30 Dicembre 2018 02:12

sono d'accordo con settembre nero, senza voler essere un accusa al Mister, qualche volta potrebbe essere una valida alternativa per poter affrontare un avversario.


popolo della piazza 30 Dicembre 2018 08:21

fortuna riccardo che sei stato un ex portiere per fare una analisi senza senso,forse 50 anni fa' si potevano nascondere gli infortuni muscolari con la tecnologia di oggi è praticamente impossibile, scusami ma potevi risparmiartela questa sciocchezza, buon anno


Tony 30 Dicembre 2018 10:48

Io lascerei tranquillo Perucchini oggi. Per il modulo, giochi con le due punte e ci sta, ma l’unica combinazione naturale e’ una prima punta vera, se sta bene Ardemagni che e’ l’unico a saper fare i movimenti da prima punta e segnare, e una seconda punta vera che sa muoversi da seconda punta, Ganz. I due attaccanti devono essere complementari fisicamente e devono saper fare i movimenti rispettivamente da prima e da seconda punta per poter giocare insieme. Non li abbiamo mai visti neppure una volta insieme, ma sono la coppia oggettivamente meglio assortita. Ganz a Foggia mi era piaciuto, gran partita e gol. A Livorno era stato in ombra, dopodiche’ lo abbiamo messo misteriosamente in naftalina. E ora sopratutto in attacco occorre cambiar qualcosa. Manca Ardemagni oggi, e gia’ la vedo nera, se poi riproponi i soliti in avanti con cui in 4 partite hai fatto un solo gol su azione...parti gia’ con i presupposti peggiori. Speriamo, ma da quanto si legge sembra di prepararsi ad assistere per l’ennesima volta al solito copione.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni