Cosenza-Ascoli, che incroci tra ex. Dal “soldato” Perez ad un 24enne “bomber” Vivarini

Redazione Picenotime

17 Gennaio 2019

Leonardo Perez

La sfida tra Cosenza e Ascoli, in programma Domenica 20 Gennaio al "San Vito-Marulla" per la ventesima giornata di Serie B, presenta tanti suggestivi incroci tra ex delle rispettive squadre.

Nelle file rossoblù milita da un anno il 29enne Leonardo Perez, che ha realizzato 18 reti (CLICCA QUI PER RIVEDERLE) in 86 presenze tra Lega Pro e Serie B con la maglia del club di Corso Vittorio Emanuele (più un gol in Coppa Italia Lega Pro contro l'Ancona). Il "soldato", come veniva chiamato dai tifosi bianconeri, nella prima parte del campionato cadetto in corso ha collezionato solamente 4 presenze (nessuna da titolare, per un totale di 69 minuti in campo, 22 dei quali nel match d'andata terminato 1-1 al "Del Duca") più due apparizioni in Coppa Italia contro Trapani e Torino.

Altro attaccante a disposizione di Piero Braglia è il 31enne Riccardo Maniero, che nella stagione 2007/2008 ha collezionato 24 presenze ed un gol con l'Ascoli. Nel girone d'andata è sceso in campo in 16 occasioni (14 delle quali da titolare) mettendo a segno 3 reti, la prima delle quali nel match d'andata nell'impianto piceno (CLICCA QUI PER RIVEDERLA).

Perno della difesa è il 29enne Matteo Legittimo, che è sceso in campo in 7 gare nel girone di ritorno del torneo cadetto 2012/2013 che ha visto poi il Picchio condannato alla retrocessione in Lega Pro. Quest'anno per lui sono arrivate 15 presenze nel girone d'andata (14 da titolare) per un totale di 1214 minuti in campo.

Sulla sponda bianconera il grande ex del Cosenza è proprio mister Vincenzo Vivarini, che vanta un buon passato calcistico nel ruolo di attaccante. Arrivò 24enne nel club rossoblù, allora allenato da Gianni Di Marzio, nell'estate del 1990, dopo aver realizzato ben 23 reti nelle due stagioni precedenti nelle file della Turris. All'esordio in Coppa Italia, a Barletta, aprì le marcature nel 3-0 finale a favore dei calabresi. Nel turno successivo si tolse la grande soddisfazione di giocare contro il Napoli campione d'Italia di Diego Maradona, in due match entrambi a favore dei partenopei (2-0 all'andata al "San Vito", 3-0 al ritorno al "San Paolo"). Nel campionato di B collezionò in seguito 6 presenze senza mai andare in gol, per poi passare al Monza, in Serie C1, nella finestra di mercato di Novembre.


© Riproduzione riservata

Commenti (8)

POTENZA ⚡PICENA 17 Gennaio 2019 20:18

Onore a te soldato Perez!


turchese 17 Gennaio 2019 20:50

Sempre nei nostri cuori soldato -


Fabio 17 Gennaio 2019 21:48

La società lasci a Cosenza Ganz e Rosseti e riporti con il pulman della squadra Leo Perez 1000 volte meglio


Michele 17 Gennaio 2019 22:47

Ancora parliamo di Perez.....???? Per quanto male si può considerare Ganz e Rosseti nemmeno il tacchetto della scarpa cambierei......... se poi si è nostalgici del saluto....... allora non parliamo di calcio o di sport, ma di qualcosa che non c'entra e quindi possiamo farlo tornare per farlo candidare come sindaco....


X Michele 17 Gennaio 2019 23:43

Michele quanti gol hanno fatto ganz e rosseti insieme? Ma di cosa parli?
Perez guadagna un decimo di quello che ci costano due giocatori che in 2 anni non hanno quasi mai giocato ma di cosa parli?


Michele 18 Gennaio 2019 09:53

Allora si parla di questioni economiche, mi trovi pienamente daccordo, per quanto riguarda i gol segnati, ganz a Como ne ha fatti di piu di tutti gli anni che gioca Perez, Rosseti idem a Siena. Poi che sono da mandarli via è un altra cosa, ma sostituirli con Perez........ non mi sembra che ci possa servire piu di tanto. Era questo cio che intendevo, ripeto economicamente hai perfettamente ragione.


Albardialbissola 18 Gennaio 2019 12:02

Perez sta bene al Cosenza


X Michele 18 Gennaio 2019 12:29

Concordo con te con il fatto che ora Perez non è ciò che ci serve, rimane la riconoscenza per lui per ciò che ha dato all'Ascoli sempre oltre il suo valore tecnico, comunque in C ha segnato e non poco, in B quando è stato chiamato in causa quelle poche volte ha fatto gol... Per me il ponte di testa a Favilli per il pareggio vontro il Frosinone al 95 è stato un passo importante verso la salvezza
Comunque intendevo economicamente se dobbiamo pagare a peso d'oro due giocatori inutili come ganz e rosseti mille volte meglio Perez


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni