Ascoli: sisma e crisi Idrica, prospettive di ricostruzione dell’acquedotto del Pescara

redazione picenotime.it

22 Gennaio 2019

Si è concluso con grande partecipazione il convegno tenutosi presso la sala Assembleare della CIIP spa. Illustri relatori hanno trattato l’importante tema del sisma e della crisi idrica centrando l’attenzione sull’ottenimento dei finanziamenti pubblici che permetteranno la ricostruzione dell’Acquedotto del Pescara. 

Il Presidente della CIIP spa, Giacinto Alati, ha aperto i lavori dando la parola agli esperti che si sono alternati toccando i vari argomenti: da quello tecnico, affidato alla competenza degli ing.ri CIIP Carlo Ianni e Massimo Tonelli, del Prof. Alessandro Macinelli, docente di costruzioni idrauliche UNIVPM, e dall’ing Sergio Paolucci Consulente tecnico del Tennacola a quello amministrativo ed economico trattato dal Presidente di ANEA (Associazione nazionale Autorità ed Enti d’Ambito) Marisa Abbondanzieri.

Molti i Sindaci soci intervenuti, le Autorità politiche e Istituzionali presenti, in primis il Prefetto di Ascoli Piceno Rita Stentella e il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno Sergio Fabiani. Anche il mondo imprenditoriale ha partecipato con interesse come pure gli Ordini tecnici e professionali. Non sono mancati all’appuntamento anche gli Operatori del settore Idrico e Ambientale delle Marche. 

Come è emerso chiaramente dall’intervento del Dott. Angelo Borrelli la Crisi idrica ormai conclamata ha bisogno di risorse, confermando così lo stanziamento di Euro 5.800.000  per la Gestione dell’Emergenza.

In linea con il capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale  si sono espressi anche Erasmo D’Angelis (Segretario generale autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Centrale) e Piero Farabollini in video/intervista (Commissario straordinario alla Ricostruzione Sisma 2016) confermando il massimo impegno per reperire i 27 milioni di Euro necessari alla ricostruzione di parte dell’acquedotto del Pescara.

Infine prendendo in prestito, le parole di Erasmo D’Angelis “il tema dei temi per l’acquedotto del Pescara si riassume in: 

1. certezza delle risorse in quanto l’opera deve essere subito cantierabile;

2. fare il primo Acquedotto Antisimico Italiano.

Che questi ambiziosi progetti possano presto diventare realtà per il bene del nostro territorio.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni