Pattinaggio velocità, la monteprandonese Pedroni domina la scena agli Italiani indoor

Redazione Picenotime

07 Febbraio 2019

Il Nord dell’Abruzzo ed il Sud delle Marche accomunati dal pattinaggio. Il “Marcuzzo”, si conferma terra vocata a questo sport, con una tradizione ultradecennale.

Non poteva iniziare meglio il 2019 che ai Campionati Italiani indoor di pattinaggio corsa, svoltisi a Pescara, ha regalato ancora una volta medaglie e soddisfazioni.

In particolare a farla da padrone sono state la Pattinatori Bosica Martinsicuro con 5 ori, 2 argenti e 5 bronzi ed il primo posto assoluto di società e la Roller Green con 1 oro ed 1 argento nella massima categoria femminile e l’11 posto di società assoluto e migliore società delle Marche.

Sul tetto d’Italia per la Rolling Pattinatori Bosica, del coach Guido Cicconi,  Alessio Clementoni, figlio d’arte  con 2 ori, Asja Varani e nella massima categoria nella 5000 a punti Edda Paluzzi al suo esordio.

Sul 2° gradino del podio salgono Leonardo De Angelis e Lorenzo Cirilli, mentre è bronzo per Edda Paluzzi nella 1000 m, Chiara Luciani, i sambenedettesi Davide Amabili e Iuliano Maoloni ed il monteprandonese Simone Soriani.

Per Iuliano Maoloni e Simone Soriani, si tratta di due bronzi pesanti che assumono un valore particolare considerato che il primo torna sui campi di gara dopo un infortunio  e quindi  la voglia di riscatto, mentre per  il senior Soriani è la medaglia mai arrivata in tanti anni che incarna, la perseveranza e lo spirito di sacrificio. Un’atleta dato da molti come “finito”, l’eterno brutto anatroccolo che finalmente è riuscito a diventare cigno.

Si ferma ad un passo dal podio Yuri Soriani, atleta dalle grandi potenzialità, dotato di uno spirito di adattamento sulle distanze incredibile.

Sulla sponda marchigiana, domina la scena la monteprandonese Anais Pedroni allenata da Claudio Naselli, alla sua prima competizione nella categoria senior, con un oro nella 1000 m ed un argento nel giro ad atleti contrapposti, che dimostra di non avere ( o pochi) rivali;  medaglia di legno per Beatrice Fausti (SF) e per Giosuè Neve nella categoria Allievi.

Risultati che lasciano ben sperare per una stagione che sicuramente regalerà parecchie emozioni e colpi di scena. 


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni