Appignano del Tronto, arrestato 49enne per aver causato incidente mortale sulla ''Mezzina''

Redazione Picenotime

08 Febbraio 2019

Nella tarda serata di ieri ad Appignano del Tronto, i Carabinieri della Compagnia di Ascoli Piceno, unitamente alla locale Stazione, hanno tratto in arresto un quarantanovenne del posto, per il reato di omicidio stradale.

L’uomo si poneva alla guida della propria autovettura in uno stato di alterazione psicofisica dovuto all’assunzione di bevande alcoliche in quantità smodata, come rivelato dai successivi esami clinici effettuati dai sanitari dell’Ospedale di Ascoli Piceno, causando un violento incidente stradale sulla via “Mezzina” dove venivano coinvolte altre due autovetture e in cui decedeva sul colpo, per i gravi traumi subiti, un uomo di 47 anni di Offida, noto medico dell'Ospedale "Mazzoni" di Ascoli. Le autovetture sono state poste sotto sequestro. L’uomo, dopo gli accertamento necessari, è stato tratto in arresto e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ascoli Piceno.

L’azione dei Carabinieri su tutto il territorio provinciale continuerà in maniera vigorosa attraverso mirati controlli soprattutto nei luoghi più frequentati dai giovani, sempre pronti ad intervenire in caso di necessità dei cittadini. 

Nel frattempo il sindaco di Offida Valerio Lucciarini De Vincenzi ha comunicato ufficialmente quanto segue: "In segno di rispetto e lutto per la tragica scomparsa del concittadino Valerio Cicconi, ho appena disposto, per le intere giornate di venerdì 8 – sabato 9 e domenica 10 febbraio 2019, il divieto nei locali pubblici, di qualsiasi tipologia, e nei luoghi pubblici o aperti al pubblico, ogni tipo di intrattenimento musicale, manifestazione temporanea di pubblico spettacolo ed ogni eventuale comportamento che contrasti con il carattere luttuoso delle sopra citate giornate. Inoltre comunico che le Congreghe del Carnevale Storico Offidano hanno assieme condiviso spontaneamente che, per tutta la durata di questo fine settimana, sospenderanno le loro pubbliche attività".


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni