Ascoli Calcio: Tesoro su mercato invernale, De Luca, Paulinho, Ardemagni, Addae e tanto altro

Marco Amabili

08 Febbraio 2019

Antonio Tesoro

Vi proponiamo l'importante intervista rilasciata oggi pomeriggio al nostro microfono dal direttore sportivo dell'Ascoli Calcio Antonio Tesoro in occasione della presentazione ufficiale degli ultimi tre arrivi nella finestra invernale di calciomercato: Cristian Andreoni, Vanja Milinkovic-Savic e Gaspar Iniguez.



Ecco le altre dichiarazioni rilasciate dal ds Tesoro in conferenza stampa riportate dal sito ufficiale dell'Ascoli Calcio: “Premetto che il mercato di gennaio è diverso da quello estivo perché è un mercato di riparazione, quindi il bacino di ricerca è ristretto. Col Mister avevamo convenuto che la squadra necessitava di miglioramenti nel ruolo del portiere e poi avremmo dovuto aggiungere qualcosa sul fronte offensivo; avevamo individuato in Ciciretti la seconda punta di qualità, sarebbe potuto andare al Galatasaray ma siamo riusciti a portarlo ad Ascoli. Un altro obiettivo di mercato era quello di riparare ad alcune lacune derivanti dal cambio di modulo fatto in corsa. C’è ancora una situazione in ballo per De Luca, un attaccante trattato a inizio mercato e che fra le seconde e prime punte era uno di quelli di nostro gradimento.  C’è stato però in chiusura di mercato un errore formale sul trasferimento perché l’Entella ha fatto il deposito alla Lega di C e non a quella di B. Ora l’Entella sta promuovendo un ricorso anche col nostro appoggio facendo leva sul fatto che l’errore è stato formale e non sostanziale. Inoltre l’Entella non potrebbe impiegare De Luca perché ha le liste chiuse. Ora siamo in attesa, non sono troppo negativo, ma non ho neanche eccessive speranze che vada a buon fine.

Ninkovic? A fine mercato ci hanno offerto tre milioni per averlo, non era una cifra che ci ha fatto vacillare, sia il Presidente Tosti che Pulcinelli hanno deciso di soprassedere.

Ardemagni? Si sta curando, si è infortunato nella gara col Brescia, ma già durante il  riscaldamento aveva sentito una fitta, voleva giocare a tutti i costi la partita e ci siamo fidati delle sensazioni del ragazzo. Penso che giocando però il primo tempo di quella gara abbia acuito il danno, aveva uno strappo profondo in diversi punti. Conto di recuperarlo fra le gare di Foggia e Carpi, questa è la mia speranza".

Questione portieri: “Nel mercato di gennaio avevamo in mente due portieri: Fulignati e Milinkovic Savic, li abbiamo trattati parallelamente sapendo che eravamo costretti a privilegiare la società che ci avrebbe consentito di fare lo scambio con Perucchini. L’Empoli inizialmente non voleva fare uno scambio Fulignati-Perucchini, aveva altri programmi, ma successivamente ha cambiato idea e lo scambio è andato in porto. Fulignati aveva fatto con noi le visite mediche, le aveva superate, aveva svolto due allenamenti con la squadra, ma nel corso del secondo ha avvertito male alla schiena. Ha capito la situazione, sarebbe stato fermo quindici giorni e mi sarei ritrovato solo con Bacci. Si era riaperta intanto la questione Milinkovic Savic, avevamo raggiunto con lui l’accordo economico e abbiamo concretizzato l’operazione.

Lanni? E' per noi un capitale, un portiere per me fortissimo sul quale puntiamo, si trascina da un anno problemi su cui non c’è una diagnosi precisa quindi stiamo approfondendo tutte le macro aree, dalla postura, al bite per i denti, all’alimentazione e da lunedì andrà a Roma da uno specialista per risolvere tutti i problemi e per diventare un portiere di affidamento per noi”.

Capitolo rinnovi: “Saranno affrontati adesso, oggi ho parlato con Addae per fissare un incontro col suo procuratore che è all’estero”.


© Riproduzione riservata

Commenti (32)

francesco 08 Febbraio 2019 20:16

Bravo tesoro, ottima intervista, ha chiarito tutto ciò che c'era da chiarire, speriamo bene per De Luca anche se non credo si farà alla fine


ermanno 08 Febbraio 2019 20:38

E' un piacere sentirlo parlare, abbiamo un direttore veramente bravo e con idee chiare


Enigma 08 Febbraio 2019 21:02

Ma questo staff medico...?
sentendo l'intervista di Ingrosso...bah
troppi infortuni lungodegenti!!!


remo 08 Febbraio 2019 22:03

Ardemagni, se stanno cosi le cose, ha fatto una stupidaggine a rischiare... lo perdiamo per due mesi e non possiamo permettercelo.... Gli altri acquisti mi piacciono, ora battiamo la Salernitana che è alla nostra portata


Per sempre ascoli 08 Febbraio 2019 23:19

Sappiamo bene che abbiamo un solo attaccante in grado di fare qualche gol e, prima della partita avverte problemi muscolari, lo facciamo giocare perché lui vuole così,!!!!!ma siamo autolesionisti?....ora l'abbiamo perso per tre/quattro mesi.
Tranquilli, abbiamo Beretta, Rosseti, Ngombo....
Poveri noi!


Caste300 09 Febbraio 2019 07:07

Sarebbe ora di provare Ganz


roberto 09 Febbraio 2019 08:49

Rinnovate il contratto ad Addae, é lui la bandiera dell'Ascoli e l'idolo dei tifosi.
Meriti acquisiti in campo da un combattente che non si arrende mai . Forza Bright


Atlascaruso 09 Febbraio 2019 09:29

Ardemagni ha fatto 4 partite quest’anno! Mi dispiace tesoro ma è stato un pessimo acquisto !


Atlascaruso 09 Febbraio 2019 09:30

Per sempre ascoli, fra tre quattro mesi il campionato è finito. Ripeto ardemagni per me è stato un pessimo acquisto, al di là del valore del giocatore che non si discute !


MARIO78 09 Febbraio 2019 10:17

Pensiamo alla salvezza ....si stanno facendo troppe chiacchiere .....in campo i risultati vanno fatti ....stiamo in una situazione di classifica delicata ....la sconfitta con il Perugia non ci voleva .....se ridanno i punti al Foggia rischiamo i play out ....


peppe 09 Febbraio 2019 10:35

Atlascaruso chi ti fa parla' , Tesoro mica fa il mago e sapeva che a Salerno gli rompevano il braccio e stava fermo 3 mesi!!!!!!


Algoritmo 09 Febbraio 2019 10:35

Ardemagni subito stiramento non
strappo cosa ben più grave presto
torna in campo e sarà spettacolo!


alberto da monaco di baviera 09 Febbraio 2019 11:19

Bella intervista, grazie dalla Germania agli amici di picenotime che ci aggiornano sempre su tutto in tempo reale, grandissimi!


peppe 09 Febbraio 2019 13:21

Ho trovato un simpatico articolo su Vincenzo Pittureri

BASSANO

Più fisico bestiale che fisico nucleare, Cristian Andreoni non ha bisogno di colorarsi di verde e stracciare i jeans per recitare da Hulk. Giganteggia anche così.

Con la Triestina, verso la fine della partita e con un caldaccio infame, uno degli alabardati all'improvviso è schizzato via sulla fascia, almeno 7/8 metri di vantaggio sulla trequarti. In condizioni normali ci sarebbe voluto il defibrillatore per contrastare gli attacchi di panico in gradinata. Cristian invece gli ha bruciato il vantaggio in meno di 20 metri e senza apparente fatica. Quindi, con la sigaretta in bocca e una birretta in mano, gli ha serenamente sottratto sfera rilanciando l'azione dei suoi. L'altro che già pregustava l'ingresso in area solitario si è girato stralunato come avesse visto un alieno. In effetti, le capacità atletiche di Andreoni sembrano quelle di uno calato da un altro mondo: a Padova è stato tra i pochissimi a tenere testa agli ipervitaminizzati biancoscudati, tanti figlioloni di gran struttura che però faticavano dannatamente dinanzi alle scorribande del panzer longobardo.

«Eppure il fisico non è più la mia priorità da un po' di tempo – confessa il difensore di Magi – il periodo di pausa forzata (due anni di stop per l'assunzione di un integratore alimentare entrato nella lista proibita meno di due mesi prima, ndr) mi è servito per capire come per crescere sia indispensabile focalizzare sforzi e concentrazione sugli aspetti tecnici e tattici del calcio. Se voglio ambire ad avere un futuro nel pallone che conta è indispensabile sviluppare ogni particolare e lavorare per diventare un giocatore completo. A 25 anni sono a un bivio importasnte della carriera e non intendo accontentarmi».

Il suo amicone Luca Crescenzi che con lui aveva condiviso la scorsa stagione l'esperienza al Lugano nella serie A svizzera, ha provato in ogni modo a convincerlo a seguirlo a Vicenza.

Lui però non ha avuto dubbi. «Ho scelto chi mi ha voluto con maggiore insistenza – ammette – poi forse per il Vicenza rappresentavo un'incognita e il direttore Zocchi per una piazza del genere ha puntato su pedine di differente spessore. Ci sta, è capibile. Invece avevo proprio bisogno di una realtà ideale per fare calcio come Bassano. Pressioni il giusto, società solidissima, compagni che mi hanno accolto alla grande, non potevo decidere meglio».

BAGARRE. «Là davanti sono tante quelle forti. Di quelle incontrate sinora direi Padova e Pordenone le migliori, eppoi la Triestina. Delle grandi ci mancano ancora da affrontare il Vicenza, la Samb e la Feralpi Salò. Noi non abbiamo obblighi di sorta ma la volontà è quella di viaggiare con le migliori sino alla fine, stare lì nel gruppone a giocarci le nostre brave carte e vedere come finisce. Per adesso sono soddisfatto del cammino svolto, sia personalmente che di gruppo, tuttavia mancano all'appello 3 punti: i due mollati al Teramo perchè al 95' in casa se sei avanti 1-0 la gara devi blindarla e il pari che a mio avviso avremmo dovuto agguantare a Fano all'esordio, a prescindere dal rigore non sfruttato. A Padova no, a Padova si è meritato di perdere anche se mi riesce difficile accettare la sconfitta perchè avrei voluto giocarmela di più e meglio. Eppure un insegnamento il match dell'Euganeo ce lo ha trasmesso. Ovvero, contro avversari di stazza dobbiamo capitalizzare al massimo la nostra agilità, facendo leva su palleggio e velocità».

E se si mette male, via con Andreoni petto in fuori.


BÀÀ 09 Febbraio 2019 13:33

Un super direttore sportivo....una super campagna acquisti....play off sicuri....che Società magnificaaaa......ciciretti farà 20 gol......

ODDIOOOO....SONO STATO CONTAGIATO DALLA CAPRÒNITEEEEEE!!!!!;-) ;-)


Pippo 09 Febbraio 2019 13:59

Atlascaruso
Sono perfettamente d'accordo con te e mi permetto di ribadire che appena preso ho manifestato perplessità. Tutto il mondo calcistico sa che è un giocatore che da anni si ferma in continuazione anche Tesoro. Ma un acquisto per la piazza va fatto serve anche quello alimenta l'entusiasmo. Se riuscirà a fare 4/5 gare da qui alla fine sarà un miracolo.


popolo della piazza 09 Febbraio 2019 14:06

algoritmo sapresti spiegarmi da quanto tempo una lesione muscolare come lo stiramento è piu grave di uno strappo?giocato mai a calcio? non credo ,hai scritto una balla enorme lo sanno tutti tranne che tu


ascolano 09 Febbraio 2019 14:22

Bàà la vecchia societa' ora e' solo un triste ricordo ,fattene una ragione e vedrai che dopo ti sentirai meglio…..mi raccomando salutaci il giardiniere!!!!!!


fabrizio becattini 09 Febbraio 2019 14:53

lo stiramento si cura in massimo 15 giorni lo strappo un mese
e in ogni caso con uno strappo riesci male anche a camminare
specialmente i primi giorni ardemagni se non ricordo male era ne deserto
udinese un tempo non ne sbagliava una ultimamente sta facendo come i gamberi compreso i giocatori che arrivarono in prestito gli anni passati
capitolo portieri
lanni e perennemente infortunato bacci che da buon esordiente ha fatto il suo non gli viene data fiducia
perucchini si sa tutti ,lazzerini che doveva venire al posto di lanni è scomparso dai radar micai sta facendo nettamente sotto le aspettative speriamo in quello nuovo
che comunque era della spal e potevamo a questo punto tentare l accoppiato milinkovic moncini
io non sono ne un medico ne un ds però


Ascoli 1898 09 Febbraio 2019 18:02

Il direttore sportivo ha fatto il massimo, trovare collocazione a 10 giocatori non è acile, poteva fare il gran colpo se Ganz andava a Carpi, purtroppo alla fine Castori ha scelto altri giocatori, gli ingaggi di Ganz e Rosseti sono per il bilancio un macigno e nessuno li vuole nemmeno per regalo, ci vuole tempo per mettere riparo ai danni fatti in precedenza.
La squadra deve fare al più presto i punti per raggiungere la salvezza, non ci vuole un mago per vedere che intorno alla società appena si perde una partita o un giocatore ha problemi si scatenano chiacchiere e illazioni.
Cè un clima molto pericoloso, perchè qualcuno è rimasto senza pappa e una bella fetta di persone odia questa società, aspettano le difficoltà per innescare polveroni che tra i tifosi seminano preoccupazione, su tutto i famosi stipendi mai pagati, falsità colossale, ma questo succede ad Ascoli, quindi occhi aperti ragazzi.
Una volta raggiunta la salvezza ci vuole una pulizia totale soprattutto interna, altrementi non cambierà mai nulla.


Tony 09 Febbraio 2019 18:22

Realisticamente dobbiamo pensare a salvarci e a valorizzare i giocatori di proprieta’. Anche perche’ il mercato di quest’anno, se vogliamo essere sinceri ed onesti e’ stato fatto prevalentemente con parametri zero, giocatori svincolati da squadre fallite e prestiti. Benissimo, intendiamoci. Ma se non creiamo valore sui giocatori di proprieta’, non possiamo a fine anno neppure fare trading di giocatori, che mi sembra di capire sia l’orientamento prevalente. In tutto questo, il mister deve cominciare a far ruotare i giocatori i cui numeri espressi dal campo non siano soddisfacenti. Gli attaccanti che segnano una rete dopo oltre mille minuti giocati, possono ogni tanto stare fuori (vedi Beretta e Rosseti). Bisogna puntare a salvarsi, a valorizzare i nostri giocatori e a giugno a rinforzare lo zoccolo duro. Vivarini dovrebbe iniziare a dare segnali concreti.


asnkvola 09 Febbraio 2019 18:32

Tesoro di calcio ne capisce e pure tanto,in estate è stato ministro con portafoglio cioè con un discreto budget da spendere ed ha rivoltato la rosa come un calzino,nel mercato d'inverno è stato un ottimo ministro senza portafoglio cioè con pochi soldi da spendere e doveva smaltire la rosa che era troppo ampia,ottimo anche in questa sessione di mercato,ottimo e preciso nelle risposte alle domande del giornalista che lo ha incalzato su tutto,ha risposto a tutto con una naturalezza disarmante,altro che gli alziamo l'asticella.......


Algoritmo 09 Febbraio 2019 18:38

Mi dispiace popolo della piazza ma non
sai leggere bene che ho scritto tutto il
contrario di quello che pensi aver capito


ascoli è stata durissima 09 Febbraio 2019 23:19

Per me Tesoro finora ha fatto bene,parla poco e fa le cose senza esagerare con le spese,non dimentichiamo che quest'anno la serie B è a 19 squadre e il livello è nettamente più alto. Quest'estate col 14° budget su 19 ha fatto una squadra discreta . Milinkovic e Ciciretti sono 2 ottimi rinforzi per gennaio.Per carità la prima punta manca ma se non escono o Ganz o Rosseti non sipuò appesantire il budget. Oggi la Lega ha scritto al Palermo per chiarimenti sulla società rosanero perché affiorno i debiti , mancano i soldi e i presidenti scompaiono. Mister asticella avrebbe già venduto Ninkovic e preso con gli stessi soldi 2 bidoni della juve con ingaggio quadriennale da top player. Comunque devo dire che mi mancano le sue conferenze stampa settimanali.


popolo della piazza 10 Febbraio 2019 09:57

mi scuso con algoritmo effettivamente ho letto male il suo post,ardemagni è fermo ormai da 50 giorni e la sua lesione non puo' essere un semplice stiramento,per quanto riguarda lo strappo non cè mai una diagnosi precisa sui tempi di recupero perche' bisognerebbe conoscere la lunghezza della lesione stessa e il muscolo interessato,in un mese comunque da uno strappo non si recupera mai anche se hai una lesione di un solo 1cm ,per quanto riguarda ascoli è dura non sono 'accordo con il suo post in parte , parlare ancora della vecchia gestione non ha senso sono arrivati bidoni ma anche buoni giocatori , per esempio i giovani arrivati dalla juventus sicuramente hanno dato piu' garanzie di quelli presi in questa stagione dalla roma,tesoro sta' lavorando bene ma anche lui come tutti del resto senza fare nomi di errori ne ha commessi cercando poi di corregerli con il mercato di gennaio


Algoritmo 10 Febbraio 2019 12:17

Nell'intervista Tesoro su infortunio
Ardemagni parla chiaro: "era stirato
giocando è peggiorato ma tra breve
sarà a disposizione", nel frattempo c'è
alternativo Ganz (salvo superamento
dogma Vivarini con Beretta titolare).


fabrizio becattini 10 Febbraio 2019 12:20

amico popolo della piazza
in un mese da uno strappo in genere recuperi con tutte le cure e le nuove terapie innovative di adesso tipo laserterapia che oltre al riposo riduce notevolmente i tempi
sta di fatto che tutti riparliamo di ardemagni proprio x l importanza del giocatore visto la poca vena realizzativa ed altro degli altri
sicuramente se fosse successo ad un altro sarebbe nel dimenticatoio


Nostalgico 10 Febbraio 2019 16:59

Una bella cosa. Solo e sempre forza Ascoli Calcio


popolo della piazza 10 Febbraio 2019 17:37

ok algoritmo e fabrizio su strappi e stiramenti abbiamo un opinione diversa ma sempre rispettabile ,su ganz invece siamo tutti e tre d'accordo senza ardemagni deve giocare lui l'unico rispetto agli altri che ha il senso del goal e vede la porta,beretta lo conoscevamo non è mai stato un bomber ,rosseti tempo scaduto non deve giocare pi',su ngombo meglio parlare di altro,un saluto a entrambi


settembre nero 10 Febbraio 2019 18:06

Non è accettabile da un allenatore esperto come Vivarini l'imprudenza di mandarlo in campo nonostante avesse avvertito un fastidio nel riscaldamento. Comunque per il prosieguo del campionato sono moderatamente ottimista, anche se dietro si sono rinforzate.


Albardialbissola 10 Febbraio 2019 20:14

Tesoro ha fatto una squadra con alti e bassi...dr jekill e mr hide
Dei buoni colpi, alcuni geniali ma diversi sprechi di denaro e operazioni strane.inoltre una rosa che doveva essere sfoltita (eravamo 30) e invece è ancora di 29 giocatori...e De Luca non è arrivato
Ma soprattutto è una rosa sbilanciata....4 portieri e 10 attaccanti
Con un budget da 14 posto siamo 13 esimi....quindi la squadra sta semplicemente rendendo per il suo valore...e non è poco...c è di peggio ma c è anche di meglio...per il momento va bene così se serve a raggiungere il doppio obiettivo di salvezza


Tony 11 Febbraio 2019 14:14

Concordo sul voto scarso all’operato fin qui compiuto. Chiaramente per risposte del campo Perucchini e Beretta sono stati due acquisti sbagliati. Al pari di Ngombo. Se aggiungiamo i giocatori con problemi fisici, Ingrosso, Zebli e purtroppo Ardemagni, abbiamo puntato sui cavallo sbagliati. Di 6 giocatori diciamo che ne abbiamo uno al 50xcento che e’ ardemagni. Stavamo per combinare la frittata con Fulignati pure. Io mi aspettavo di piu’. Gli unici acquisti indovinati su 10 sono stati Ninkovic e Brosco. Potevamo acquistare meglio. Ora dobbiamo valorizzare i giocatori di proprieta’ e aprire gli occhi a Vivarini che continua a schierare ossessivamante giocatori che hanno una media realizzativa di uno gol dopo oltre millecinquecento minuti giocati (Beretta e Rosseti). Occorre salvarsi, valorizzare i nostri giocatori di proprieta’ lasciati in naftalina e puntare a fare un mercato mirato in estate. Io cambierei pure allenatore, perche’ sembra che Vivarini abbia troppe idee dogmatiche su giocatori che non portano risultato. Meglio un Baroni, un Semplici, Longo, allenatori giovani e versatili.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni