Ascoli–Salernitana: scontro diretto per agganciare il treno playoff

Redazione Picenotime

11 Febbraio 2019

Nikola Ninkovic

Sale l'attesa in casa Ascoli per il match Salernitana in programma Sabato 16 Febbraio alle ore 18 allo stadio "Del Duca"  valido per la 24esima giornata del campionato di Serie B. I bianconeri di Vivarini, dodicesimi in classifica a quota 25 e a -5 dalla zona playoff con due gare da recuperare, vogliono riprendere la marcia interrotta contro il Perugia e tentare di rimanere attaccati al treno post-season. Davanti si troveranno una squadra, quella granata, reduce dalla sconfitta di misura nel derby col Benevento con lo stesso obiettivo: entrare nelle prime otto della classifica. 

Prima della partita sospesa col Lecce per l'infortunio a Schiavone, l'Ascoli aveva rimediato forse la più brutta sconfitta della stagione nella ventunesima giornata. Uno 0 a 3 casalingo contro il Perugia arrivato dopo una prima frazione equilibrata e compromesso da una ripresa in cui gli umbri prima sono passati in vantaggio con un rigore di Verre per poi raddoppiare dopo pochi minuti con Han e chiudere la gara grazie alla rete nel finale dell'ex Falzerano. Settimo ko stagionale per la squadra di Vivarini che resta stabile a quota 25 punti in classifica mantenendo comunque intatte le speranze di rientrare in lotta per i playoff promozione. 

Un clamoroso errore di Alessandro Micai ha invece condannato la Salernitana alla sconfitta nel derby di alta classifica con il Benevento. All'Arechi di Salerno finisce 0-1 a favore degli uomini di Bucchi che si prendono il terzo posto della classifica provvisoria. Un risultato comunque giusto. Nel primo tempo i gialloblu avevano collezionato diverse occasioni per passare in vantaggio pur senza concretizzare. L'episodio che ha deciso la gara è arrivato al minuto 49: Roberto Insigne crossa in mezzo, la sfera sembra facile preda del portiere granata, ma Micai, a sorpresa, perde la presa sul pallone e la spedisce nella propria porta. Una brutto colpo per gli uomini di Gregucci la cui reazione si materializza soltanto in un gol segnato in fuorigioco dal subentrato Calaiò.

Ascoli e Salernitana si affronteranno con un obiettivo ben chiaro: conquistare tre punti per mantenere vivo il sogno playoff. Le squadre si conoscono bene e negli ultimi tre anni hanno dato vita a sfide appassionanti. Lo score dei cinque precedenti è a vantaggio dei campani. Prima dell'1 a 1 del girone d'andata, l'Ascoli ha rimediato tre sconfitte e un solo pari nei precedenti incroci di campionato. Una motivazione in più per gli uomini di Vivarini. I bianconeri sono nel momento cruciale della stagione e hanno collezionato quattro punti nelle ultime quattro gare, frutto del successo col Crotone, del pari di Cosenza e dei due stop con Palermo e Perugia. Stesso score per i granata che prima del pareggio di Padova venivano dalle sconfitte casalinghe con Lecce e Pescara e dalla vittoria esterna a Palermo. Si preannuncia grande equilibrio al Del Duca anche nelle quote calcio di SportPesa tra due squadre molto vicine in classifica e che potrebbero giocarsela fino ai minuti finali. La speranza della tifoseria marchigiana è che Ninkovic e soci possano mettere fine alla striscia negativa e possano iniziare a dare quella continuità di risultati che è mancata in alcuni tratti della stagione.

Sarà ancora 4-3-1-2 per mister Vivarini. Tra i pali sicuro del posto il nuovo arrivato Milinkovic-Savic. Nella linea a 4 di difesa Brosco e Valentini saranno i centrali con con uno fra D'Elia e Rubin a sinistra e Laverone a destra. A centrocampo spazio per Addae (o Frattesi), Troiano e Cavion. Il trequartista sarà ancora una volta Ninkovic. A lui il compito di ispirare la nuova coppia d'attacco formata da Ciciretti e Beretta.

Mister Gregucci schiererà la sua Salernitana con il consueto 3-4-3. In porta ancora fiducia a Micai, reduce dalla papera nel derby campano. Davanti a lui linea difensiva a 3 con Perticone, Migliorini e Gigliotti. Nel centrocampo a quattro potrebbero trovare posto Casasola e Lopez sugli esterni e Minala e Di Tacchio al centro con quest'ultimo che si giocherà una maglia da titolare con Di Gennaro. In attacco spazio al tridente titolare composto da Djavan e André Anderson con uno tra Jallow e il veterano Calaiò nel ruolo di punto di riferimento centrale. 


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni