Ascoli Piceno, importante finanziamento dal Ministero per gli eventi del Carnevale

Redazione Picenotime

12 Febbraio 2019

Il Comune di Ascoli Piceno ottiene un altro importante finanziamento. Questa volta a beneficiare del contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, tramite la Direzione Generale Spettacolo, sarà il Carnevale di Ascoli. Il Comune si è infatti aggiudicato ben 52.500 euro per pagare le spese sostenute nel 2018. Il progetto presentato garantirà la copertura dei costi anche per il 2019 e 2020, coprendo di fatto un triennio durante il quale saranno improntate le somme necessarie per far crescere una manifestazione già apprezzata a livello nazionale per l’originalità e la sua storia.

"Un risultato- dichiara il sindaco di Ascoli Guido Castelli- che non solo ci appaga dal punto di economico, ma ci rende fieri e orgogliosi perché eleva, come giusto che sia, il nostro Carnevale al pari di altri considerati storici e prestigiosi come quello di Viareggio, di Ivrea o di Fano. Un elenco elitario di eventi rinomati che usufruiranno del beneficio oggi finalmente concesso anche alla nostra città- aggiunge il primo cittadino-. Il Carnevale, per Ascoli, è una tradizione popolare che nasce più di tre secoli fa e fa parte integrante della storia e della cultura della città. Questa tradizione è stata custodita e tramandata attraverso i secoli e rivive ogni anno in tutta la sua valenza storico-culturale. La cultura, la tradizione, la storia, la forza di un territorio si basa sulle sue tradizioni. L’antichissimo Carnevale ascolano nel tempo ha assunto una fisionomia sui generis connotata da originalità e vera e propria genialità senza pari- prosegue Castelli-, con la capacità di far parlare il proprio e l’altrui vissuto, far vivere la città attraverso i suoi personaggi, le sue storie in uno straordinario palcoscenico all’aria aperta che è la città stessa ed il suo sorprendente centro storico che diventa parte integrante della scena”.

La rilevanza storico-culturale della manifestazione è confermata dall’azione di valorizzazione e promozione svolta dal Comune di Ascoli Piceno. In attuazione dei principi statutari che prevedono interventi per lo sviluppo del patrimonio culturale e storico del territorio, anche nelle sue espressioni di costume e di tradizioni locali, l’Amministrazione comunale ha promosso la costituzione dell’Associazione “Il Carnevale di Ascoli” allo scopo di creare un organismo associativo che avesse la finalità di tutelare e contestualmente progettare azioni utili alla valorizzazione della tradizione carnevalesca ascolana. “Ciò che contraddistingue e rende riconoscibile il Carnevale di Ascoli è il suo essere un tutt’uno con la città ed i cittadini- aggiunge Castelli-. E’ la città stessa che si trasforma e che diventa un enorme, allegro e colorato palcoscenico dove ciascuno è regista e protagonista: maschere, musica, ballo e coriandoli dovunque. E poi allegoria, satira ed ironia. Il tutto nelle vie e piazze del centro storico ed in particolare nella straordinaria Piazza del Popolo che si veste a festa per l’occasione. L’immagine della piazza piena di maschere e coriandoli, illuminata dai meravigliosi lampadari colorati, che vengono appositamente installati durante la settimana di carnevale, è la meravigliosa cornice di questo evento importantissimo per la città e la sua gente e rappresenta pienamente lo spirito del Carnevale di Ascoli, ormai riconoscibile ovunque con la sua teatralità e la sua creatività diffusa”.



© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni