Ghigi presenta Cremonese-Ascoli: “Attorno alla squadra di Rastelli il clima non è dei più sereni”

Redazione Picenotime

20 Febbraio 2019

Ivan Ghigi

Abbiamo affidato alla penna del giornalista Ivan Ghigi, redattore sportivo del quotidiano "La Provincia" di Cremona, la presentazione dalla sponda grigiorossa del match Cremonese-Ascoli in programma Sabato 23 Febbraio alle ore 15 allo stadio "Zini" per la venticinquesima giornata del campionato di Serie B. 

Dall’incoraggiante successo per 2-0 contro il Palermo alla disarmante sconfitta di Cosenza con risultato identico ma invertito. Due gare e due esiti agli antipodi che sintetizzano bene il momento delicato che sta attraversando la Cremonese, che dopo cinque turni del girone di ritorno pare non abbia ancora trovato la sua vera fisionomia. La squadra allenata da Rastelli vive tra molte contraddizioni e problemi legati alle assenze. Contraddizioni che nascono dalle prestazioni, dal fatto che il passo del girone di ritorno è più lento di quello dell’andata dopo che il mercato di gennaio aveva promesso un rilancio in quota playoff. Più che accelerare la Cremonese frena, appesantita da un attacco che non trova mai il gol. Perché le uniche due reti firmate contro i rosanero, l’unica parentesi felice dell’ultimo mese porta le firme di Arini e Migliore, un mediano e un terzino. In questo momento, numeri alla mano, i grigiorossi possono ancora navigare in acque relativamente tranquille grazie alle squadre che più in fondo non trovano slancio. Ad eccezione del Cosenza, che ai grigiorossi ha impartito una lezione di concretezza e convinzione da imparare a memoria per non ripetere gli stessi errori.

Attorno alla Cremonese il clima non è dei più sereni: il direttore sportivo Leandro Rinaudo in settimana è intervenuto per chiedere scusa a proprietà e tifosi, per ricompattare dirigenti, tecnico e squadra e riprendere la strada giusta. Quella che va in direzione playoff, perché in fondo quello è sempre stato l’obiettivo che ha teoricamente guidato il mercato di riparazione invernale. In difesa sono arrivati Caracciolo e Rondanini, a centrocampo Soddimo e Mbaye, in attacco Strizzolo e Longo. Squadra rinforzata e più duttile al modulo che chiede Rastelli ma sia i numeri che le prestazioni restituiscono una Cremonese smarrita e meno combattiva. A tenere in piedi la classifica c’è il fattore campo: Rastelli fuori casa ha perso quattro gare e ne ha pareggiata una. Allo Zini molto meglio: vittoria contro il Palermo, il Crotone ed il Perugia. Sufficiente per chi vuole restare lontano dai playout (ma per quanto?), troppo poco per entrare nel gruppetto che vuole giocarsi qualcosa in più. Allo stadio Zini l’unica prestazione poco convincente è stata quella contro il Padova, terminata 0-0, per il resto i grigiorossi hanno sempre cercato di controllare la gara. Per la sfida di sabato Rastelli rinuncerà all’esperto Terranova in difesa, squalificato due turni, e all’attaccante Strizzolo, squalificato un turno. In difesa il capitano Claiton dovrebbe riprendere il suo posto affiancato da Caracciolo. Da ridisegnare quindi l’attacco, con Longo che si candida a partire titolare. Ancora al palo il fantasista Castrovilli dopo l’operazione al menisco


© Riproduzione riservata

Commenti (2)

GIANLUCA 20 Febbraio 2019 12:58

PER LA PRESENTAZIONE DEL MATCH SPONDA ASCOLI, POSSIAMO FARE UN "COPIA E INCOLLA"


Picchio74 20 Febbraio 2019 16:04

Sta a vedè che mo' faceme resuscità pure quessa!!!
Sperem de no!!!
Forza Picchio!!!


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni