Ascoli Calcio, portavoce tifoseria a LatteMiele: “C'è bisogno dell'aiuto di tutti, conta solo la salvezza”

Redazione Picenotime

25 Febbraio 2019

Gianni, uno dei portavoce della tifoseria dell'Ascoli, è intervenuto stasera in diretta alla trasmissione "Radio Goal" condotta da Alberto Crementi e Sandro Conti sulle frequenze dell'emittente radiofonica LatteMiele alla vigilia del match interno contro il Foggia valevole per il 26° turno di Serie B.

"Ci tengo a precisare subito che io sono solamente una delle persone che rappresentano un riferimento per la tifoseria bianconera, perchè insieme ad altri in tanti anni abbiamo fatto qualcosa per il bene dell'Ascoli. Nella nostra tifoseria non esistono capi, siamo una grande famiglia. Voglio ricordare innanzitutto un ragazzo che purtroppo è venuto a mancare qualche giorno fa, si chiamava Matteo, un grande tifoso ascolano molto giovane, al quale noi avevamo regalato il cappello degli Ultras 1898. E' stata una tragedia e la sua scomparsa ci lascia un grande vuoto. Faccio ancora le condoglianze ai suoi cari - ha detto Gianni -. Per quanto riguarda il calcio giocato, non mi piace e non mi è mai piaciuto entrare nei discorsi tecnico-tattici, non è mia competenza, voglio evidenziare però come nelle ultime settimane stiamo attraversando forse il peggior momento da qualche anno a questa parte, vuoi per le lunghe soste che ci hanno permesso di giocare poco e vuoi per le sconfitte interne con Perugia e Salernitana. Si è percepito che qualcosa non andava, ci sono state tante polemiche e tutti hanno avuto da ridire. Sono almeno 10 anni che viviamo un'ansia devastante, dai tempi di Colomba fino all'ultima salvezza arrivata tramite i playout con l'Entella. Calcisticamente parlando la dimensione dell'Ascoli è la Serie B, inutile fare voli pindarici, siamo andati a Cremona con il mal di testa, con il timore che in caso di sconfitta allo "Zini" la situazione sarebbe potuta precipitare. A volte sembra di stare sopra dei bidoni di polvere da sparo, come tifoseria stiamo vivendo un momento assai delicato per la mancanza di 30/40 ragazzi per provvedimenti restrittivi, sono persone fondamentali nell'organizzazione del tifo, determinanti nell'allestimento di ogni piccolo dettaglio sia in casa che in trasferta. Noi la mattina ci alziamo per andare a lavorare, non siamo tifosi di professione e non veniamo pagati per esserlo, è per questo che abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. E' vero che ognuno si prende la responsabilità di ciò che fa, ma i ragazzi che non possono più venire allo stadio non sono dei rapinatori o dei delinquenti, spesso sono stati puniti per delle minime situazioni, è evidente però che ci sono venuti a mancare dei perni fondamentali nell'organizzazione del tifo. Lo sciopero del tifo? Ognuno ha avuto le sue idee in merito e c'è stato un confronto anche al nostro interno, ora però dobbiamo fare fronte comune, ora deve esserci il NOI, non l'io, come ho avuto modo di dire allo stadio "Piola" di Novara l'anno scorso. Vale per tutti, dai magazzinieri ai giocatori fino al massimo rappresentante della Società che è Pulcinelli. Con il patron ho parlato l'ultima volta a Montegiorgio nel corso della cena con i tifosi. Con il massimo rispetto lo invito a non parlare più pubblicamente di playoff, eviti di rispondere privatamente ai tifosi sui social, non può sapere chi ci sia realmente dall'altra parte e che intenzioni abbia. La tifoseria deve essere unita altrimenti non ci salviamo. Questo è un campionato pericolosissimo, stecchi due scontri diretti e ti ritrovi di colpo invischiato nella zona calda. Da tifoso chiedo a tutti di stringersi attorno alla squadra per creare un clima positivo che aiuti a fare risultato, dal match con il Foggia fino alle gare che mancano al termine della stagione. Lo stadio? La Società ha fatto la sua parte, ora tocca all'Amministrazione Comunale. Non so quali siano realmente i motivi, ma è uno scandalo che da tre anni non si riesca a fruire di una tribuna che in altre parti è stata realizzata in tre mesi. Così non va bene, siamo costretti da diversi anni a sederci su dei tubi innocenti sotto a sole, pioggia e neve. Noi ci abbiamo messo la faccia in più occasioni, spero che la nuova tribuna venga consegnata entro il prossimo mese di aprile, meritiamo un impianto all'altezza che potrebbe essere un fiore all'occhiello anche per realizzare tante iniziative con le scuole e con i bambini. Lo ripeto ancora una volta: ognuno faccia la sua parte per salvaguardare il bene dell'Ascoli, al di là della tecnica, dei moduli e delle scelte di Vivarini, senza coltivare il proprio orticello. Ognuno si guardi allo specchio e si chieda: "Vado allo stadio per il bene dell'Ascoli e per sostenere l'Ascoli oppure per sfogare le mie frustrazioni su internet creando polemiche inutili?". Abbiamo la fortuna di avere un presidente ascolano come Tosti che lavora tantissime ore al giorno per il club oltre che per la sua azienda. Per me conta solo che vinca l'Ascoli, a Cremona avrò visto solamente tre minuti di partita... I ragazzi della Curva Sud hanno avuto un colloquio in settimana con la squadra che ne ha tratto vantaggio, i giocatori hanno percepito l'amore che c'è nei confronti di questa maglia. Insulti verso Pulcinelli e la figlia nell'ultimo match interno contro la Salernitana? Non conosco nello specifico la vicenda avvenuta ovviamente non nel nostro settore, ho letto però parole di profondo rammarico in merito da parte del presidente Tosti. Reputo scandaloso che si esternino queste cose da parte di persone che non danno niente all'Ascoli, la metà della gente che siede in tribuna non paga neanche il biglietto, mi spiegate cosa fanno di concreto e cosa danno all'Ascoli? Se una cosa del genere l'avessimo fatta noi della Curva Sud cosa sarebbe successo? Facciamo tutti un passo indietro per il bene dell'Ascoli, mio padre mi ha portato per la prima volta allo stadio nel 1974 e mi ha insegnato che conta solamente amare l'Ascoli, a prescindere dagli allenatori e dai giocatori. Noi dobbiamo fare la nostra parte come sempre, senza cadere nelle trappole che sono state messe sul nostro cammino. Dobbiamo arrivare a fine stagione con la salvezza in tasca, conta solo questo. I 208 tifosi presenti a Cremona hanno cantato, incitato, sofferto e gioito per l'importantissima vittoria. La Serie B è un valore per tutti, lo deve capire anche chi amministra la nostra città". 


© Riproduzione riservata

Commenti (41)

randello bianconero 25 Febbraio 2019 20:47

Ottima disamina.
A me basta non diventare ridicoli come a san benedetto, dove allo stadio vanno 1500 spettatori in una gara di cartello contro la ternana INVENTANDO le scuse peggiori (orario freddo ecc) quando hanno uno stadio da serie A tutto coperto!!!!!! Io sono felice della tifoseria che abbiamo, in particolare in trasferta, dove siamo tra le migliori in B per calore e presenze. In casa si può dare di più e giustamente Matteo lo fa notare. La B è un patrimonio per la città! Tocca difenderla con le unghie ed i denti!!!!


Alessandro 25 Febbraio 2019 20:52

Mi riconosco nelle parole di Gianni esemplare come sempre


Fabio 25 Febbraio 2019 21:00

Lunga vita al generale


Massi 25 Febbraio 2019 21:01

Grandi TIFOSI.....Tutti insieme per andare avanti e continuare ad essere la REGINA del Calcio Marchigiano.....FORZA ASCOLI


remo 25 Febbraio 2019 21:04

Intervento commovente, grandissimo!


Bruno 25 Febbraio 2019 21:10

Tranquillo signor Gianni .
La tribuna est sarà pronta venti giorni prima delle elezioni , le ultime due. ....tre partite noi della curva le vedremo sicuramente lì .
IN ITALIA FUNZIONA COSÌ.


Gabriele 25 Febbraio 2019 21:20

Gianni condivido in gran parte ciò che hai scritto fatta eccezione che dobbiamo tenerci stretta la serie B ! É vero é una categoria importante ma dobbiamo essere ambiziosi non pensare sempre in piccolo. Non é un periodo facilissimo ma la squadra ha le potenzialità per tentare almeno il piazzamento nei play off. Questa societa ha fatto bene, chiaramente non la perrfezione. Molti elementi soprattutto davanti non sono all’ altezza della categoria. Si é visto nel mercato quanto é difficile cederli ma sono convinto che si troverà la strada. La proprietà é ambiziosa e rinforzerà la squadra nei suoi punti deboli. Per quanto riguardo lo stadio é una vera tristezza che questa squadra debba giocare in uno stadio fatiscente . i tifosi devono essere invogliati as entrare in una struttura degna. Lottiamo e puntiamo in alto solo così la salvezza può essere certa e chissà cosa potrebbe arrivare in futuro! Forza Ascoli Sempre !


Andrea 25 Febbraio 2019 21:32

Con Gianni siamo coetanei, saranno più di 30 anni che ci incontriamo sui gradoni del del duca, credo di non dire un'eresia nell'affermare che poche persone hanno dato all'Ascoli quello che ha dato lui. Grande amico ricorderò sempre la trasferta play off a Nocera un giorno intero sul treno roba di altri tempi


Fermano Bianconero 25 Febbraio 2019 21:34

Fate Gianni Luzi sindaco
Ce l'abbiamo solo noi un condottiero così


Senigallia BIANCONERA 25 Febbraio 2019 21:36

Grande Gianni PAROLE SANTE e che dire ........... quando posso seguo il Picchio in casa ( 300 km tra A/R) e anche nelle lunghe trasferte ma sopratutto tifo e invito la squadra !!!!!


Matteo 25 Febbraio 2019 21:46

Di gente come te ne servirebbe tanta non mollare mai


Renato psg 25 Febbraio 2019 21:48

Grande intervento Gianni .anche se sono sangiorgese ci conosciamo da oltre vent'anni. Però dico una cosa ogni volta che qualcosa non va tra tifoseria e società intervieni solo tu per me noi non sei solo il portavoce ma molto di piu .e da Bari che non ho avuto più l occasione di congratularmi per quello che fai .


Sga 25 Febbraio 2019 21:52

Grande Gianni io non vado allo stadio per lavoro condivido pienamente le tue parole non solo lo stadio, l' intera classe politica ascolana si dovrebbe vergognare per come è ridotta la nostra città


sandrone 25 Febbraio 2019 22:02

Il vero cuore della curva insieme agli altri ragazzi, la nostra Curva è da Serie A!!!


Marco villa pigna 25 Febbraio 2019 22:07

Caro Gianni intervieni sempre al momento giusto, sei un grande leader, ci vediamo in curva domani
Marco di villa pigna


Mirko 25 Febbraio 2019 22:23

Grande Gianni sei la nostra guida dai che ci salviamo e poi si vede ma ora testa al Foggia ci saranno tanti tifosi ospiti


Oscar Di Buo' 25 Febbraio 2019 22:28

GRANDE GIANNI TI CONOSCO DA UNA VITA IN CURVA, IO VADO IN TRIBUNA DA DIVERSI ANNI, PURTROPPO CI SONO DEI SOGGETTI CHE VANNO ALLO STADIO SOLO PER POLEMIZZARE SEMPRE!!!! IO NON LI FAREI ENTRARE, SPESSO MI TROVO A FAR DISCUSSIONE PERCHÉ IO AMO L'ASCOLI CALCIO E PER VENIRE ALLO STADIO FACCIO 400 KM TRA ANDATA E RITORNO E SONO 46 ANNI CHE TIFO ASCOLI, DOMANI PARTITA DIFFICILE DOBBIAMO TIFARE COME IL PUBBLICO DELL'ATLETICO MADRID, FORZA ASCOLIIIII!!!!


alessandro 25 Febbraio 2019 22:38

Grandissimi intervento, di un vero leader di una tifoseria sana e matura, non saranno i Daspo a fermare i nostri guerrieri, tutti uniti verso la meta, la serie B è nostra e nessuna ce la potrà togliere


Giorgio 25 Febbraio 2019 22:47

Non è mia abitudine incensare chi conosco solo di vista, diverse volte non mi sono trovato d'accordo con le vostre scelte, non ultimo lo sciopero del tifo contro la Salernitana, leggendo le dichiarazioni di Gianni devo dire che sono molto sagge ed equilibrate, la società è fortunata ad avere tifosi così.


Alberto 25 Febbraio 2019 23:23

Per la salvezza non dovrebbero esserci problemi, il successo di Cremona è un bel salto in avanti anche se sotto corrono, ritengo giusto sollevare la questione stadio ormai diventata una cosa scandalosa


Camionista bianconero 25 Febbraio 2019 23:31

Giusto come dice il generale , tutti uniti per quello che conta veramente , ossia il grande amore per il magico picchio che ci unisce tutti ! Ognuno ha un modo tutto suo di vedere e affrontare le cose,ma quello che più conta è che tutti siamo innamorati del Ascoli calcio! Quindi tutti sul campo di battaglia per affrontare i nostri "nemici"! Su con le mani e con la voce!


Goccia bianconera 26 Febbraio 2019 00:19

Discorso da stampare e mettere in ogni posto dello stadio!
Un mito!


Settembre 64 26 Febbraio 2019 01:24

Sono pienamente d'accordo con te Gianni. In tutto e per tutto. Avanti Tutta. Uniti Si ottengono i risultati. I miei Complimenti!!!!


Lorenzo 26 Febbraio 2019 08:52

Disquisire di calcio giocato anche in modo acceso ma educato fa parte dell'essere tifoso, dire che ci sono cose sbagliate serve pure alla società, gli insulti personali gratuiti sono maleducazione, anche io condanno le offese al patron Pulcinelli, come dice Gianni anche lui sarebbe bene che non dia alito a sconosciuti rispondendo su internet, perché si mette in un sentiero impervio e pericolosissimo.
Se vogliamo ambire a qualcosa di più della salvezza, servono parecchie cose soprattutto tempo alla società per crescere, la vicenda tribuna Est è una cosa vergognosa, speriamo di fare una bella partita stasera e conseguire un risultato positivo per mettere fine alle polemiche precedenti.


LORENZO CAPRO' 26 Febbraio 2019 08:53

LO RIPETO A TUTTI DA SEMPRE SENZA QUEST'UOMO E SENZA GLI ULTRAS AMICI, OGGI IL CALCIO AD ASCOLI SAREBBE FINITO, LOTTE SU LOTTE..... GLIELO RIPETO OGNI VOLTA CHE PARLIAMO, PERFAVORE NON MOLLLARE. PER QUEL CHE CONCERNE IL PATRON E QUEGLI INXXXI CHE LO HANNO ATTACCATO INGIUSTAMENTE, MI SAREBBE PIACIUTO ESSERE LI.... IN QUEL MOMENTO.


alberto da monaco di baviera 26 Febbraio 2019 08:55

Che belle leggere queste parole piene di amore, grandissima tifoseria, sempre forza Picchio dalla Baviera, sempre, gewinnen und wir werden gewinnen


the punischer 26 Febbraio 2019 09:04

COSI PARLA UN VERO TIFOSO DEL PICCHIO
RICORDATE QUESTE PAROLE
BASTA CRITICARE TUTTO E TUTTI


Abbasso i pesciari 26 Febbraio 2019 09:19

Grande Gianni ,tu con la curva siete il dodicesimo giocatore in campo forza Ascoli


Fabio 26 Febbraio 2019 09:19

Le contestazioni nel calcio ci sono sempre state, ma devono rimanere nel contesto calcio e mai sforare nel personale, si sa che gli ascolani sono così quando la squadra va male, anche se a volte si sentono cose veramente cattive verso la società, da ascolano non conoscendo il signor Pulcinelli, ripongo fiducia soprattutto nel presidente Tosti, alla società nel suo complesso fino ad ora non si può imputare nulla, la squadra la mette in campo l'allenatore e il mercato lo fa Tesoro non Pulcinelli, dopo la vittoria con il Crotone mi sono illuso anche io, due Sconfitte di fila in casa hanno fatto tornare tutti con i piedi per terra, spero che la nuova tribuna sia aperta per il finale di campionato, non si capisce per quale motivo non si completano i lavori, vederla così sembra una cattedrale nel deserto, chiunque viene ad Ascoli si domanda perché non viene aperta ai tifosi, nessuno conosce il motivo, noi ascolani non ci stiamo facendo una bella figura.


bernardo 26 Febbraio 2019 09:34

Il modo migliore per compattare tutti, ottimo intervento di Gianni, ora battiamo il Foggia, stasera una vittoria significherebbe oltre metà della salvezza in tasca, Forza Magico Picchio


Maggiore 26 Febbraio 2019 10:27

Capró tra un po' non è cambi di nuovo idea come sui giocatori allenatori e non ultimo lo sciopero del tifo?


Riccardo 26 Febbraio 2019 11:15

i tifosi contestano perchè abiamo preso 9 gol nelle ultime partite in casa perchè l'allenatore ha fatto errori e pulcinelli parla da agosto di play off perchè al mercato di gennaio non è stato preso il giocatore che serviva in attacco ma rincalzi e doppioni ecco perchè i tifosi contestano di buono c'è stata la vittoria di cremona solamente da 2 mesi a questa parte


obiettivo 26 Febbraio 2019 12:55

Parole da rispettare e infatti, le rispetto e approvo in larghissima parte.
L'Ascoli si ama e si difende a prescindere, io la amo e la difendo.
Ciò non toglie però che, come in tutte le storie d'amore, ci siano anche momenti in cui ti arrabbi.
Io vado in tribuna (e pago l'abbonamento) e se vedo alcune cose che mi fanno arrabbiare e che non mi vanno bene, lo dico.
Senza polemiche, dietrologie o altro.
Quando l'allenatore,per me, sbaglia, mi arrabbio e lo dico.
Quando leggo che il patron fa i selfie e fa proclami, non mi fa piacere.
Quando Beretta o Ganz sbagliano un gol mi parte la stramaledizione nei loro confronti salvo poi, dopo 5 minuti, vanno a segnare sotto la sud e diventano per me fenomeni.
E' la vita del tifoso, non solo dell'Ascoli.
Si vive di emozioni, sulle montagne russe, si hanno idee e opinioni diverse fra un seggiolino e l'altro, che problema ci sta?
Siamo tutti uguali, lo sappiamo tutti e lo viviamo sulla pelle, se l'Ascoli vince, la settimana ha un altro sapore, se perde la cappella dura almeno fino alla domenica dopo.
Questo fa di me un cattivo tifoso?
Bho. Diversamente non lo so fare.
So solo che non vedo l'ora che siano le 20 per andare a bere con gli amici e poi piano piano avviarmi verso casa nostra all'appuntamento con la mia passione.
L'importante è esserci.


BÀÀ 26 Febbraio 2019 13:32

.........ma daiiiiiiiiii Capròòò.........sei stato il primo a manifestare la tua contrarietà totale al comportamento degli Ultras in merito allo scioperooooo.........COERENZA CAPRÒ.....COERENZA.......
Tu e chi promette tribune nuove senza specificare in quale millennio datevi la mano....


LORENZO CAPRO' 26 Febbraio 2019 14:24

BAA E MAGGIORE COME POTEVO CONVENIRE CON UNO SCIOPERO DOVE C'ERA
DELL'AUTOLESIONISMO? POI DI PERSONA MI HANNO SPIEGATO TUTTO E ALLORA HO CAPITO CHE NON C'ERA ALTERNATIVA. COSÌ SU ALTRE SITUAZIONI DOVE SONO SEMPRE A DIFESA PER IL BENE DELL'ASCOLI, CERTAMENTE FINO A PROVA CONTRARIA E SE QUELLO CHE REPUTO BELLO E BRAVO, DIVENTA BRUTTO E CATTIVO, NON PUOI NON CONTESTARLO, SEMPRE PER IL BENE DELL'ASCOLI... NO? PERÒ NON HO MAI CRITICATO A PRESCINDERE COME FATE IN TANTI. NO?


Sandro 26 Febbraio 2019 14:39

Finalmente dopo tanto silenzio qualcuno della tifoseria organizzata protesta sullo scandalo tribuna est, è tardi ma come dice un detto meglio tardi che mai.


Sarò sempre del settembre 26 Febbraio 2019 14:50

Grande Gianni! Spero che al sindaco fischino le orecchie...


Solestante 26 Febbraio 2019 14:54

I nostri politici sono troppo impegnati a litigare per le candidature non si possono occupare di completare la nuova tribuna Est se non ci pensa la società non è pronta nemmeno per la fine del prossimo anno


flavio 26 Febbraio 2019 16:07

Ho 57 anni e da quando ero bambino accompagnato da mio padre vivo l'emozione di tifare l'Ascoli.Ho avuto la fortuna di vivere i momenti più belli che tutti conosciamo.Trasferte indimenticabili, gioie indescrivibili,in quella curva rispettata e ammirata.In questa lunga storia di passione ci sono stati anche momenti difficili, contestazioni pesanti e delusioni, ma durante la partita con la Salernitana quel silenzio assordante è stata l'amarezza più forte che ho vissuto.Al signor Gianni vorrei dire voi siete il cuore dell'Ascoli ed il cuore non si ferma mai.Non lo fate più.L'Ascoli sopra ogni cosa.La mia amarezza passerà.Forza Ascoli.


BÀÀ 26 Febbraio 2019 18:19

Mai criticato a prescindere....come mai ho adulato a prescindere.......vedo mi faccio un'idea e la dico.....e nn cambierò idea su tante cose del vecchio e del nuovo corso,su giocatori e su allenatore.


Tifosi di paese 26 Febbraio 2019 20:54

Siete solo tifosi di paese....


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni