Carnevale di Ascoli: Giovedì Grasso nelle scuole, l'elenco dei gruppi partecipanti

Redazione Picenotime

27 Febbraio 2019

Ci sarà un’autentica invasione di maschere per il tradizionale appuntamento del Giovedì Grasso con le scuole per l’apertura del Carnevale ascolano, domani 28 febbraio. Un evento che coinvolgerà complessivamente circa 2000 studenti (inclusi circa 200 alunni dell’infanzia che attenderanno, mascherati, Re Carnevale in classe) pronti ad esibirsi in piazza del Popolo e in piazza Arringo per un totale di 24 gruppi mascherati in centro oltre ai 5 nelle scuole.  Un evento, dunque, che si dimostra sempre più coinvolgente e punto cardine del programma carnascialesco, grazie anche ad una impeccabile macchina organizzativa messa a punto dall’Associazione “Il Carnevale di Ascoli” insieme all’Amministrazione comunale. Inoltre, nel pomeriggio piazza del Popolo sarà lo scenario anche della 34esima Festa della fantasia, con diversi gruppi in gara, a partire dalle ore 15.

IL PROGRAMMA

Il programma della mattinata di domani, giovedì 28 febbraio, con la conduzione affidata come sempre a “Micio” Marco Regnicoli affiancato dalla “maghella” Stefania Di Agostino (nipote della storica maschera Pippetto Di Agostino), prevede, dopo la partenza, alle 9,30 del colorito corteo con Re Carnevale, Marco Olori, e Buonumor Favorito, Amedeo Lanciotti, accompagnati dal Canzoniere Piceno Aprutino, l’esibizione dei 24 gruppi mascherati equamente divisi tra piazza del Popolo e piazza Arringo. 

Piazza del Popolo - In piazza del Popolo si esibiranno nell’ordine:  alle 9,40 la primaria della Malaspina (°a tempo pieno) con “Arevienne”; alle 9,50 l’infanzia della Malaspina (c1 e c2) con “Oz… il sogno è già realtà”; alle 10 l’infanzia di Pagliare con “Mbarem a magna’ be’; dulcis in fundo… lu diggitt”; alle 10,10 la primaria Rodari con “Resparagna, resparagna, arriva lu att e se lu magna”; alle 10,25 le primarie San Serafino e Mozzano  con “I disconnessi”. Alle 10,40 è prevista un’esibizione di saltarello. Alle 10,50 la primaria Don Giussani (1°b tn, 2°b tp) con “La febbre della domenica sera”; alle 11 la primaria di Poggio di Bretta (1°, 2° e 4°) con “Dove lu spostem”; alle 11,10 primaria della Malaspina (2°a tp, 2°b tp) con “Quist’annn se refà lu sinneche”; alle 11,20 la primaria Malaspina (22 alunni, “Ma tu lu sa’ ‘mpiazza che c’è? L’arca di Noè”; alle 11,30 la primaria Malaspina (3°b tp) con “Li reggine favolose”; alle 11,40 la media D’Azeglio con “Cecco lu stroleghe ce po’ aiuta l’acqua a retreva’”.

Piazza Arringo - In piazza Arringo il programma prevede: alle 9,50 la scuola per l’infanzia di Acquasanta con “Gli Zanni”, alle 10 la primaria di San Domenico (classi 1u,2u,3u,4u e 5u) con “Mpara l’arte… e mittela da parte”; alle 10,10 la scuola per l’infanzia di Sant’Agostino con “A Sant’Austì lu lupe finisce cuscì”; alle 10,20 la scuola per l’infanzia di San Gaetano (classe u) con “C’era na vodda ncicche revodda… favole al rovescio”; alle 10,30 la primaria di via Speranza con “Evviva la robba dell’uorte miè”; alle 10,40 la Luciani-infanzia Montessori con “Il mio corpo in… cantato”; alle 10,50 la primaria di Villa Pigna (classi 1°a e 1° b) con “Seme biegghie ‘nda li fiore”. Alle 11 esibizione di saltarello, poi alle 11,10 la primaria di Villa Pigna (4°a e 4° b) con “La liva fritta fa rebbevì pure li mummie”; alle 11,20 la media Isc Folignano-Maltignano (seconde classi) con “I terronauti”; alle 11,30 la primaria Falcone e Borsellino (1° e 2°) con “Se sane veleme campa’ mugghi deveme magnà”); alle 11,40 la primaria Falcone e Borsellino (3°,4° e 5°) con “Piedi sulla terra e sguardo verso il cielo; alle 11,50 la Ceci-Cantalamessa con “Velemece tutte be’”.

Re Carnevale in classe - Infine, le  scuole dell’infanzia e relative classi che riceveranno la visita di Re Carnevale sono: San Domenico (sezioni a e b) con “Ma quist burrattì me sembra proprie nu frechí.”; Malaspina sezioni a1 e a2 con “I leoni pavidoni" e sezioni b1 e b2 con “Il fantastico mondo di Oz”; Mozzano con “La carica dei Pinocchi”; Poggio di Beretta (classi 3°,4° e 5°) con “Cenerentola al gran ballo”.

C’è un’ulteriore novità dell’ultim’ora che andrà ad arricchire dal punto di vista scenografico l’edizione 2019 del Carnevale di Ascoli. Sarà, infatti, utilizzata una macchina sparacoriandoli che arricchirà ulteriormente la particolare atmosfera garantita dalla presenza dei tradizionali lampadari e dei fari colorati. La sparacoriandoli sarà già in funzione dalla cerimonia di apertura prevista per domani mattina, in occasione del Carnevale delle scuole, e per tutti gli altri appuntamenti carnascialeschi in programma in piazza del Popolo fino al Martedì Grasso.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni