Ascoli Calcio, nessun colpevole per il calcio in testa a Beretta. Cavion entra tra i diffidati

Redazione Picenotime

28 Febbraio 2019

Giacomo Beretta

Il Giudice Sportivo Emilio Battaglia ha squalificato tre calciatori dopo la 26esima giornata di Serie B. Si tratta di Massimiliano Busellato del Foggia, Marco Modolo del Venezia e Jacopo Petriccione del Lecce. Non è stato individuato il giocatore che ha sferrato un calcio sulla testa a gioco fermo all'attaccante dell'Ascoli Giacomo Beretta, che poi è stato costretto a lasciare il campo in barella. 

In casa bianconera entra in diffida Michele Cavion (quarto giallo stagionale) che va a fare compagnia a Riccardo Brosco, Michele Troiano e Matteo Ardemagni. Ottava ammonizione in campionato per Bright Addae, terza per Giacomo Beretta. Ammonizione e multa di 1500 euro sia per Francesco Deli del Foggia che Davide Frattesi per simulazione. Ammonizione anche per il preparatore dei portieri Fabrizio Zambardi (per avere, al 48° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina, contestato una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale) e per il club manager Francesco Lillo (per avere, al 48° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina, contestato una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale). Deve scontare l'ultima delle tre giornate di squalifica il capitano bianconero Emanuele Padella


MULTE PER CLUB

Ammenda di € 20.000,00 e diffida: alla Soc. LIVORNO per avere suoi sostenitori, al momento dell'ingresso nello stadio, forzato i cancelli dell'impianto, danneggiato i tornelli e messo fuori uso i maniglioni anti-panico; per avere inoltre, al 27° del primo tempo, aggredito alcuni stewards presenti nel loro settore ferendone lievemente quattro, generando un parapiglia tale da costringere gli stewards ad abbandonare il settore. Al contempo lanciavano in direzione delle Forzedell'Ordine, intervenute per cercare di ripristinare la calma, alcuni oggetti di vario genere; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all'art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 3.000,00: alla Soc. PALERMO per avere suoi sostenitori, al 17° del secondo tempo, lanciato un fumogeno sul terreno di giuoco; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all'art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forzedell'Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 1.500,00: alla Soc. FOGGIA per avere suoi sostenitori, al termine della gara, lanciato un petardo nel recinto di giuoco; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all'art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'Ordine a finipreventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 1.500,00: alla Soc. LECCE per avere suoi sostenitori, al 2° del primo tempo, lanciato un fumogeno nel recinto di giuoco; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all'art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

CLICCA QUI PER DISPOSITIVO INTEGRALE GIUDICE SPORTIVO

In base alle risultanze degli atti ufficiali si deliberano i provvedimenti disciplinari che seguono, con riserva dell’assunzione di altre eventuali decisioni, in attesa del ricevimento degli elenchi di gara:

Gara Soc. SPEZIA – Soc. LIVORNO

Il Giudice Sportivo, ricevuto dalla Soc. Livorno preannuncio di reclamo in ordine alla regolarità della gara sopra indicata, in attesa di ricevere le motivazioni, questo Giudice si riserva di decidere in merito all’omologazione del risultato.



© Riproduzione riservata

Commenti (8)

Abbasso i pesciari 28 Febbraio 2019 18:52

Come si pensava ,nessuno ha visto nulla ,nessuno squalificato ,il nostro giocatore esce per trauma cranico ,scandalosi


Darius 28 Febbraio 2019 19:33

Beretta all'ospedale per un calcio in testa ad un metro dall'arbitro che non ha visto niente. Mi aspetto una rapida promozione del direttore di gara visto che l' Ascoli è stato costantemente danneggiato durante la partita!


giulivo 28 Febbraio 2019 20:34

come da programma nessun colpevole. I nostri giocatori come sfiorano i loro avversari sono IMMEDIATAMENTE ammoniti oppure espulsi. COMPLIMENTI SIG. MORGANTI per la sua impagabile equità


Sopra...tutto...l'Ascoli Calcio! 28 Febbraio 2019 20:54

Come Volevasi Dimostrare. A noi Padella 3 giornate per un fallo che non ha comportato "danni" all'avversario. Al Foggia nessun colpevole con Beretta in ospedale. Direi che sarebbe ora di dire BASTA!!!!!!!!! Loro hanno pianto una settimana con le loro lamentele e questo è il risultato. È ora di farci rispettare... iniziando dal designatore nostro concittadino Morganti. Noi siamo l'Ascoli Calcio 1898!


Picus 28 Febbraio 2019 21:05

Una società (il Foggia) da radiare viene ancora sostenuta dal Sistema e si lamentano pure...


Bianco&Nero 28 Febbraio 2019 22:04

Il giocatore o la persona dello staff che ha colpito Beretts, se fosse un uomo e uno sportivo, si farebbe avanti per riconoscere la colpa è per scusarsi con il nostro. Chiederei lo stesso anche a parti invertite


Piceno 28 Febbraio 2019 22:30

Sapreste spiegarmi cosa c entra l equità del xesignatore se l arbitro sbaglia io sto col Patron forza Ascoli FAC


Marco Abruzzese 01 Marzo 2019 11:55

Morganti come responsabile designatore arbitri assume onore e oneri anche degli sbagli di chi come il suo Giua sanziona il solo cartellino giallo invece che rosso di espulsione permette a calciatori foggiani causare gravi lesione che mandano avversari direttamente all'ospedale.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni