Foggia, atti intimidatori verso i Sannella e due calciatori dopo il ko nel derby col Lecce. Esonerato Padalino

Redazione Picenotime

10 Marzo 2019

Situazione di grande tensione in casa Foggia dopo la sconfitta per 1-0 nel derby pugliese contro il Lecce (CLICCA QUI PER HIGHLIGHTS). La squadra di mister Pasquale Padalino è rimasta così a quota 26 punti in classifica, con 6 punti di penalizzazione per illeciti amministrativi relativi alla scorsa stagione.

Nella notte scorsa, come riporta l'Ansa, tre attentati intimidatori compiuti ai danni di calciatori e dirigenti del Foggia Calcio: due verso i proprietari della squadra, i fratelli Fedele e Franco Sannella, titolari del pastificio Tamma, gli altri ai danni dell'attaccante Pietro Iemmello e del centrocampista Massimiliano Busellato

Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, dopo l'1.30 della scorsa notte, sconosciuti hanno incendiato il Suv Mercedes di Iemmello parcheggiato nelle vicinanze di Piazza Puglia nel centro di Foggia, distruggendone la parte anteriore.

La seconda intimidazione è avvenuta all'alba ai danni dell'auto dei due dirigenti parcheggiata nell'atrio del pastificio Tamma alla periferia della città. Il custode ha visto tre persone incappucciate entrare nel pastificio da un cancello di servizio e lanciare una bomba carta contro la Maserati dei fratelli Sannella. Esplodendo la bomba non ha provocato danni.

Il terzo episodio riguarda il centrocampista Massimiliano Busellato, espulso ieri durante il derby con il Lecce vinto dai salentini. Ignoti hanno lanciato un petardo nel giardino della sua villetta, alla periferia di Foggia. Lo stesso calciatore ha denunciato l'episodio ai carabinieri. Il caso si aggiunge agli atti intimidatori compiuti contro l'auto di due dirigenti e quella di un calciatore.  Secondo quanto riferito dagli investigatori, il centrocampista ha udito nel cuore della notte l'esplosione, ma non vi avrebbe dato particolare importanza.

Stamattina, dopo aver saputo degli attentati intimidatori compiuti contro le auto di due dirigenti della squadra e dell'attaccante Pietro Iemmello, ha ricollegato l'episodio dell'esplosione e si è presentato spontaneamente in caserma per denunciare l'accaduto. I carabinieri stanno effettuando un sopralluogo nella villetta a schiera dove vive il calciatore. 

Le indagini sui tre attentati sono volte ad accertare se vi sia una connessione tra i tre episodi e il periodo di grande difficoltà che sta attraversando il Foggia Calcio sia dal punto di vista economico, sia sul piano di gioco, con i calciatori che in settimana hanno incontrato il presidente dell'AIC Damiano Tommasi in vista della scadenza degli stipendi relativi ai mesi di Gennaio e Febbraio fissata per il 16 Marzo 2019.

Nel frattempo è stato esonerato in mattinata l'allenatore Pasquale Padalino. Ecco il comunicato ufficiale del club rossonero: "Il Foggia Calcio comunica di aver esonerato dall’incarico di allenatore della prima squadra il signor Pasquale Padalino. Il club rossonero ringrazia l’allenatore per il lavoro svolto sulla panchina del Foggia e gli augura il meglio per il futuro".



© Riproduzione riservata

Commenti (3)

LORENZO CAPRO' 10 Marzo 2019 11:57

FOGGIA ROSSONERA DOV'È???


Michele 10 Marzo 2019 13:24

Lorenzo scusa, ma non ci abbassiamo a loro.........


San Marco 10 Marzo 2019 18:50

Il fuggiasco rossonero che veniva quì ad offendere e scrivere stupidaggini che ne pensa ? Sempre ForzaAscoli


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni