I motivi per scegliere un MBA?

Redazione Picenotime

11 Marzo 2019

La richiesta di MBA da parte delle grandi aziende è in costante crescita. Il rapporto GMAC 2018, che ha preso in considerazione più di un migliaio di imprese, ha rilevato che circa 8 su 10 hanno intenzione di assumere MBA, e ciò rappresenta un dato in crescita di oltre il 10% tra il 2017 e il 2018. La richiesta è forte soprattutto tra le aziende di dimensioni maggiori, ma nel giro di un anno il tasso di assunzione MBA è cresciuto di più del 20% anche tra le startup. La tecnologia, l'health care e l'energia sono i settori che si dimostrano più interessati ad MBA, mentre è quella in data analytics la specializzazione che suscita più attenzione, essendo richiesta in oltre 7 casi su 10. Apprezzate sono anche le specializzazioni in business development e in marketing.

Per quel che concerne gli stipendi, non è possibile fornire dei dati universali, dal momento che le variabili in gioco da questo punto di vista sono molteplici: molto cambia a seconda del Paese di appartenenza, del tipo di specializzazione e della laurea che è stata conseguita. In Europa, per esempio, il salario di base si aggira attorno ai 65mila dollari, mentre negli Stati Uniti le cifre salgono in misura consistente, con una base attorno ai 105mila dollari.

Le storie di chi ce l'ha fatta

Tra le storie di chi ce l'ha fatta c'è quella di Greg Orlowski e di William Shu, che nel 2013 hanno fondato Deliveroo, una società che si occupa della consegna a domicilio di pasti che vengono trasportati in motorino o in bicicletta. L'idea di per sé era molto semplice, eppure è stata sufficiente per fare in modo che nel giro di tre anni la startup si classificasse al primo posto in Europa e scalasse tutte le graduatorie del Financial Times. Quello di Shu è il classico esempio di come un percorso MBA possa aprire la strada verso il successo: è stato proprio nel corso degli studi che uno dei due fondatori dell'azienda ha avuto tempo e modo per meditare sull'idea che si è rivelata vincente. Grazie alla formazione MBA William ha ottenuto le competenze di cui aveva bisogno, ma al tempo stesso ha acquisito la consapevolezza necessaria e ha avuto l'occasione di fare network con i colleghi e altri studenti che in seguito si sono rivelati molto importanti per il buon esito dei suoi affari.

La storia di Meg Whitman

Un'altra storia che merita di essere portata a esempio, anche in una prospettiva di parità di genere, è quella di Meg Whitman, che nel giro di dieci anni è stata in grado di moltiplicare i ricavi di eBay: l'azienda nel 1998 aveva entrate per meno di 6 milioni di dollari, mentre dieci anni più tardi - per merito della Whitman - era arrivata a sfiorare gli 8 miliardi. Anche in questo caso, un ruolo fondamentale è stato quello della formazione MBA, dopo la quale Meg è stata assunta in qualità di brand manager all'interno di Procter & Gamble, prima di passare a eBay e, successivamente, a Hewlett Packard e alla startup Quibi.

Il valore di un percorso MBA

Grazie al global MBA di BBS gli aspiranti manager di domani hanno la possibilità di seguire le orme di William e di Meg, tenendo presente che ciò che contraddistingue la leadership è soprattutto la determinazione. Ma anche la reputation è molto importante: frequentando una business school di livello internazionale, oltre a consolidare le proprie competenze e ad apprendere nuove abilità si ha anche la certezza di catturare l'attenzione degli head hunter e di trovare le porte aperte verso un futuro di qualità.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni