Ascoli Piceno: picchia di nuovo la moglie alla presenza della figlia, arrestato 41enne

Redazione Picenotime

12 Marzo 2019

Continua la scia di violenza contro le donne in provincia e anche stavolta i Carabinieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno, impegnati a contrastare queste forme di criminalità con mirati servizi preventivi, sono intervenuti in piena notte in Ascoli Piceno dove, i militari della locale Compagnia, hanno bloccato un quarantunenne ascolano, già conosciuto alle forze dell’ordine, che stava picchiando la propria consorte alla presenza della figlia minore che, terrorizzata, è riuscita a chiudersi in bagno e chiedere aiuto ai Carabinieri al 112. 

L’immediato e provvidenziale intervento dei militari ha evitato probabilmente che il fatto potesse degenerare ulteriormente, così la donna è stata soccorsa dal 118 e trasportata al nosocomio ascolano dove ha ricevuto una prognosi di 40 giorni per lesioni varie. Per l’uomo, non nuovo a episodi di violenza familiare, è scattato l’arresto immediato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate ed è stato associato al carcere di Marino del Tronto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

L’operato dei Carabinieri su tutto il territorio provinciale continuerà sia con funzione preventiva che repressiva a tutela dei cittadini onesti, che sono sempre invitati a chiamare subito il 112, come nel caso odierno dove la collaborazione è stata determinante, ovvero recarsi  personalmente in caserma per esporre denunce o soprusi di ogni genere, nonché contattare telematicamente l’Arma anche attraverso il sito www.carabinieri.it.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni