Lecce-Ascoli, Scavone: “Il peggio è passato. Farò il tifo dalla tribuna, possiamo giocarcela per la A”

Redazione Picenotime

23 Marzo 2019

Manuel Scavone (Uslecce.it)

Manuel Scavone è stato il protagonista sfortunato del match Lecce-Ascoli sospeso lo scorso 1° Febbraio a causa proprio di un suo infortunio alla testa e che verrà proseguito oggi pomeriggio alle ore 18 allo stadio "Via del Mare". Il 31enne centrocampista giallorosso, che non è ancora tornato a completa disposizione di mister Fabio Liverani dopo quell'impatto aereo con l'attaccante bianconero Giacomo Beretta, ha interagito stamane con i tifosi salentini attraverso una videochat sui canali social del Lecce.

"Per fortuna il peggio è passato e speriamo di tornare presto in campo - ha dichiarato Scavone -. Ho visto le immagini e le foto del mio incidente anche se non mi fa molto piacere guardarle. Fortunatamente non mi ricordo nulla di quanto successo, quindi mi sembra quasi di vedere una persona estranea stesa al suolo in quelle istantanee. Devo ringraziare ancora una volta tutte le persone, i compagni, gli avversari ed i medici che mi hanno soccorso. Mi ha fatto molto piacere che il giorno dopo Jack (ndr. Beretta) sia passato a trovarmi in ospedale, lo conosco, è un bravissimo ragazzo e abbiamo giocato anche insieme. Sono cose che capitano nel calcio. Ho passato dei giorni non bellissimi a livello fisico, con vari dolori e giramenti di testa, ma nell'ultimo periodo sto molto meglio. Appena mi daranno l'ok definitivo spero di tornare a lottare in campo con i miei compagni, il più presto possibile. Sto entrando in condizione e mi sto allenando, mi mancano un po' i contrasti con gli altri ragazzi. Spero di non aver problemi da questo punto di vista quando tornerò a giocare, al momento le sensazioni sono positive ed in campo mi sento libero mentalmente".

Manuel Scavone seguirà il match di oggi pomeriggio dalla tribuna centrale dello stadio "Via del Mare: "Mi fa strano che dobbiamo recuperare questa partita per "colpa mia" - ha aggiunto Scavone -. Gli altri ragazzi, scherzando, mi hanno detto: "Ci hai tolto due giorni di riposo...". Al di là delle sensazioni personali, farò il tifo dalla tribuna per i miei compagni e spero che riusciremo a far nostra questa gara ottenendo quei punti che ci servono per il nostro percorso da qui in avanti. La Serie A? Abbiamo tutte le carte in regola per giocarcela, ci aspettano tre partite importanti di fila in casa e sarà fondamentale l'unione d'intenti di tutti. C'è grossa sintonia nell'ambiente, non vedo perchè non dobbiamo provarci e sognare. Se poi non dovesse arrivare la Serie A, ci proveremo attraverso i playoff. L'importante è non avere rimpianti a fine stagione ed aver dato tutto". 


© Riproduzione riservata

Commenti (3)

Ste’ 23 Marzo 2019 18:50

Vivarini a casa


Estar 23 Marzo 2019 19:31

La cosa più imbarazzante è vedere l'assoluta inespressività' dell'allenatore.....e siamo solo 7 a zero. Chiedersi - da parte di Vivarini- che stia succedendo equivale a darsi del beota.
Purtroppo anche dopo questa figuraccia, la peggiore della serie B, l'incapace allenatore resterà al suo posto!!!!!


Mario69 23 Marzo 2019 19:44

Noi tifosi della zona ci domandiamo 1 sola cosa: ma Vivarini la conosce la vergogna? Torna a Teramo tu puoi fare tutto meno che l'allenatore. Io suggerisco di fare l'agricoltore. L'allenatore non è per te.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni