Ascoli Calcio, arriva un Benevento reduce da tre sconfitte consecutive. Per Coda già 13 gol

Redazione Picenotime

25 Marzo 2019

Foto da Beneventocalcio.club

E' il Benevento il prossimo avversario dell'Ascoli nel match in programma Sabato 30 Marzo alle ore 15 allo stadio "Del Duca" nella trentesima giornata del campionato di Serie B.

I giallorossi del tecnico Cristian Bucchi (che da calciatore ha realizzato 20 reti in 62 presenze con la maglia del Picchio) occupano attualmente il sesto posto in classifica con 43 punti, figli di 12 vittorie, 7 pareggi e 8 sconfitte, tre delle quali consecutive nelle ultime gare con Livorno, Cremonese e Spezia. La compagine sannita ha realizzato 38 reti (26 in casa e 12 fuori) e ne ha subite 30 (16 al "Vigorito" e 14 in trasferta).

Il giocatore giallorosso che ha realizzato più gol è Massimo Coda (13), seguito da Roberto Insigne con 4 centri, Filippo Bandinelli con 3, Riccardo Importa, Massimo Volta, Federico Ricci e Raul Asencio a quota 2 e con una rete da Christian Maggio, Gaetano Letizia, Nicolas Viola, Cristian Buonaiuto, Samuel Armenteros ed Andres Tello. 

Il calciatore più presente da inizio stagione è ancora Massimo Coda con 2209 minuti in campo, seguito da Massimo Volta (assente per squalifica contro l'Ascoli) con 2074 e Gaetano Letizia con 1853 minuti. 

E’ iniziata oggi intanto, con una seduta pomeridiana, la settimana di preparazione che porterà i giallorossi al match con l'Ascoli Al “C. Imbriani” il gruppo di Cristian Bucchi, dopo il riscaldamento iniziale, ha svolto lavoro atletico ed esercitazioni tecnico-tattiche con e senza palla. I giallorossi, che hanno concluso la sessione con una partitina a ranghi ridotti, si ritroveranno nella mattinata di domani.

Il match d'andata giocato lo scorso 3 Novembre allo stadio "Vigorito" (CLICCA QUI PER HIGHLIGHTS) vide il successo per 2-1 dei bianconeri di Vincenzo Vivarini. Ecco tabellino e pagelle della gara:

BENEVENTO-ASCOLI 1-2 (3 Novembre 2018)

BENEVENTO (4-3-3): Puggioni 5; Gyamfi 5.5, Volta 4.5, Billong 5.5, Letizia 6; Tello 5.5, Nocerino 5 (61' Asencio 5.5), Viola 5.5; Insigne 5 (61' Ricci 5.5), Coda 6, Buonaiuto 6 (70' Improta 5.5). A disposizione: Montipò, Gori, Costa, Maggio, Di Chiara, Antei, Bandinelli, Volpicelli, Goddard.  Allenatore: Bucchi 5

ASCOLI (4-3-1-2): Perucchini 6; Laverone 7, Brosco 6.5, Valentini 7, D'Elia 6.5; Addae 7, Troiano 7 (76' Zebli 6), Frattesi 7.5 (86' Padella sv); Ninkovic 8; Beretta 6.5, Ngombo 6.5 (62' Kupisz 6.5). A disposizione: Lanni, Bacci, Scevola, De Santis, Quaranta, Casarini, Cavion, Parlati, Ganz. Allenatore: Vivarini 7.5

Arbitro: Volpi di Arezzo 6

Reti: 2' Coda, 19' aut. Volta, 47' Ninkovic


© Riproduzione riservata

Commenti (24)

Ze 25 Marzo 2019 21:46

Forza PICCHIO stavolta non si scherza!


Atlascaruso 25 Marzo 2019 22:23

E voi pensate che perderà anche in Ascoli ???? Non scherziamo , sarà l’ultima di Vivarini


fedebianconera 25 Marzo 2019 23:07

Basterebbe qualche scintilla del talento calcistico di Amato Ciciretti, esibito con la maglia del Benevento, a farci vincere la partita. Un campione atteso ad Ascoli e sinora non ancora pervenuto. Costantino aveva un rapporto filiale e affettivo con i propri allenatori e giocatori che permetteva loro di esprimere il meglio di loro stessi. Questo tratto geniale nel tempo la dirigenza bianconera a tutti i livelli lo sta perdendo e noi vediamo esplodere in altre squadre campioni come Quagliarella. Il nostro entusiasta Presidente ponga fine a questo grande spreco, lui che amministra parte consistente del nostro buon umore o malumore, entusiasmo e depressione, noi contagiati da una malattia dolce e inguaribile. Grazie per la vostra attenzione a un tifoso lontanissimo da Ascoli ma vicinissimo nel cuore.


PRENESTINO BIANCONERO 25 Marzo 2019 23:17

Per la salvezza occorre fare almeno 9 punti. Quattro vanno fatti con Benevento e Padova, e tre col Venezia. Se si rispetta questa tabella gli altri due puntiverranno da se. Ma se falliamo i prossimi due incontri, diventa difficile.


LOLLO57 25 Marzo 2019 23:45

Atlascaruso
Ancora ad augurarti una sconfitta della squadra solo per vedere Vivarini esonerato. Non è la prima volta che te ne esci con post del genere. Vergognati!!!!


remo 26 Marzo 2019 00:01

Ora serve solo positività, la società ha fatto la sua scelta e ora tutti compatti per il Benevento, poi se sarà sconfitta, i colpevoli pagheranno, come è logico in tutti i campi della vita


Picenodoc 26 Marzo 2019 00:04

STAVOLTA DOBBIAMO VENDERE CARA LA PELLE.
FORZA RAGAZZI!!!!!!!


Abbasso i pesciari 26 Marzo 2019 06:28

Io vado avanti con la mia teoria " a me interessano solo i tre punti " .Avrei volto anche io già dalla partita con il Benevento ,un altro allenatore più idoneo per la B ,staremo a vedere


Caste300 26 Marzo 2019 06:56

SPERIAMO DI FAR PIU' PUNTI POSSIBILI MA UNA COSA E' CERTA: COMUNQUE VADA A FINE CAMPIONATO OCCORRE FARE UNA SERIA RIFLESSIONE SULL'OPERATO DI TECNICO E DIRETTORE SPORTIVO


Algoritmo 26 Marzo 2019 10:20

Pareggio Ascoli-Benevento buono per
tutti e palla al centro poi il tempo passa
guarite le ferite torni più forte di prima.


TIKS 26 Marzo 2019 12:06

Amarcord: 11 settembre 1983: Juventus-Ascoli 7-0; Avellino-Milan 4-0........
18 settembre 1983: Ascoli-Avellino 4-1 (2 Juary, Nicolini e un autogol) ..... avevo 13 anni. Ora ne ho 49. Facendo i conti tra quella squadra e questa sono passati circa 36 anni.......luce!!!!!!!!!


Amedeo 26 Marzo 2019 12:29

Il pareggio contro il benevento e' come una sconfitta , non va' presa neppure in considerazione .........devono sudare tantissimo e in caso di vittoria devono andare sotto la curva a capo chino


petermay 26 Marzo 2019 13:01

Da Lecce, forza Ascoli! La sconfitta di sabato scorso, anche in quelle proporzioni (occorre comunque riconoscere anche le qualità dei ragazzi di Liverani...) ci può stare, una tantum. Noi tifosi leccesi temevamo molto la vostra squadra riconoscendole, tradizionalmente, apprezzabili valori tecnici e caratteriali. C'è stata una debacle che ha sorpreso anche noi e, comunque, così come una rondine, in questo periodo, non fa primavera sono strasicuro che il Vostro Ascoli, già dalla prossima gara, ritornerà ad essere quella squadra tosta, scorbutica e (consentitemi) ...rompixxxxioni che è sempre stata. A proposito, non prendetevela con Vivarini che resta un bravo allenatore e una brava persona. Dai Ascoli! la partita di Lecce deve rappresentare una lezione di umiltà da estendere a tutti, Lecce compreso e non farci dimenticare che le circostanze imprevedibili ed inattese della vita, nel bene e nel male (vedi anche l'incidente occorso a Scavone), sono sempre dietro l'angolo e possono capitare a chiunque. L'importante è saperle gestire traendone gli utili insegnamenti . Forza Picchio!!!


walter rossi ps 26 Marzo 2019 13:11

Applausi di cuore al tifoso Petermay, parole quasi commoventi e si capisce che sono Sincere, se tutti i tifosi vedessero il calcio come te sarebbe uno sport più bello.... Il problema però è che i vostri giocatori non dovevano infierire nel secondo tempo contro una squadra che non era scesa in campo...


tiziano 26 Marzo 2019 13:46

Magari il problema vero fosse l’allenatore.... sarebbe tutto più semplice, basterebbe l’esonero, ma per me non è così.... i problemi resterebbero, forse si accentuerebbero.... se fossi in lui mi chiuderei a chiave in una stanza con undici che riterrei i veri combattenti e farei un patto salvezza.... e fuori chi suona fuori dall’orchestra


Algoritmo 26 Marzo 2019 13:51

@ Amedeo, umiltà, la mano che salva
quando affoghi non si disprezza mai.


fabio 26 Marzo 2019 15:02

applausi Solo per il tifosp Leccese..grazie


LCERTLA 26 Marzo 2019 15:39

Cavalcando l’onda del tifoso del Lecce spero che sabato tutto lo stadio sostenga la squadra...I conti si fanno alla fine e ci sarà tempo per chi vuole le contestazioni...Forza Ascoli!!!


San Marco 26 Marzo 2019 19:25

LCERTLA: BRAVO. BRAVO e GRAZIE a Petermay.Condivido il tuo post. Sabato non incontriamo ne il Barcellona ne la Juventus, al Del Duca abbiamo giocato, combattuto e vinto contro tutte le squadre piu' forti d'Italia e del mondo percio' non dobbiamo assolutamente aver paura( con tutto il rispetto) del Benevento . Tutti al Del Duca uniti per vincere. Sempre ForzaAscoli.


LOLLO57 27 Marzo 2019 10:22

A Lecce pensano di essere diventati il Real Madrid. Toni trionfalistici. Non si sono accorti di aver battuto una squadra che era scesa in campo già battuta e che ha fatto di tutto per perdere di goleada. L'Ascoli di Verona non avrebbe avuto problemi a strappare un risultato utile. Dico ai calciatori: facciamo finta che nulla sia successo e ripartiamo da Verona. Però che non si permettano mai più di fare quello che hanno fatto a Lecce e loro sanno di cosa parlo. Testa al Benevento, mettere da parte le questioni "personali". Fine dei bonus.


fabrizio becattini 27 Marzo 2019 11:20

amico lollo 57 ma perchè sono arrivati a tanto ?
noi tifosi un umiliazione così non c e la meritiamo
e vero che al giocatore di per se stesso non gliene frega niente
però fossi stato in società gli avrei fatti tornare ad ascoli
confrontarsi e chiedere scusa a tutti e poi la mattina a pulire strade parcheggi e affini e nel pomeriggio allenamento
fino alla prossima prestazione all altezza


Davidw 27 Marzo 2019 13:05

Bravo lollo57 hai centrato il problema......è vero che questa squadra ha sempre sofferto di alti e bassi,ma ditemi voi come si può passare nel giro di sette gg da una squadra che se vinceva a Verona nulla da eccepire,esclusi i gufi ovviamente,ad una squadra che prende in 20/25 minuti 5 gol qualcosa nello spogliatoio in settimana è successo....opinione personale........anche se black out improvvisi l abbiamo avuti col perugia nel secondo tempo e nel primo tempo con la Salernitana......più che altro cercherei di risolvere queste diatribe o faide più o meno piccole nel chiuso dello spogliatoio a quattr occhi da.....UOMINI VERI e chi non ha le.p........alzi la mano e se ne vada.........ORA È ....TIEMP D MCCCA ' . .. FORZA ASCOLI CALCIO 1898 SEMPRE E COMUNQUE


Sarò sempre del settembre 27 Marzo 2019 13:55

Per ripartire con il Benevento mi accontenterei di un pareggio visto che la legge dei grandi numeri di solito dice che una squadra costruita per vincere non le perde quattro partite di seguito. Naturalmente spero nel contrario


LOLLO57 27 Marzo 2019 15:28

Caro Davidw si passa dal rendimento di Verona a quello di Lecce solo se i giocatori decidono di passarci.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni