Ascoli Calcio, nel girone di ritorno in calo la media punti ed in netta crescita le reti subite

Redazione Picenotime

26 Marzo 2019

Foto da Uslecce.it

Dopo un buon girone d'andata chiuso a quota 24 punti in 18 gare (media 1.33 a partita), l'Ascoli ha tirato il freno a mano nella prima metà del girone di ritorno.

Nel 2019 la squadra di Vincenzo Vivarini ha raccolto 8 punti in 9 match (0.88 a partita) con un bottino di una vittoria (a Cremona), 5 pareggi (a Cosenza, Carpi e Verona ed in casa contro Foggia e Livorno) e 3 sconfitte (a Lecce ed al "Del Duca" con Perugia e Salernitana).

Sono stati 8 i gol realizzati (uno da Ngombo, due a testa per Ninkovic e Beretta e tre per Rosseti) e ben 19 quelli subiti (media 2.11 a partita). Rispetto alla scorsa stagione la compagine bianconera vanta complessivamente 6 punti in più (32 oggi, 26 dopo 27 gare nel 2018). 

Dopo le prime nove giornate del girone d'andata del torneo in corso il Picchio aveva raccolto 12 punti con un ruolino di 3 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte, con 7 gol fatti e 8 subiti. 

Se si analizza la classifica del girone di ritorno che riportiamo di seguito, l'Ascoli occupa il terzultimo posto con 8 punti (peggio solamente Venezia e Carpi rispettivamente con 7 e 5 punti), con la difesa più perforata (19 reti incassate, seguono Carpi con 18 gol al passivo e Spezia con 16). 

CLASSIFICA SERIE B 2018/2019 DOPO 29 GIORNATE

50 BRESCIA

49 PALERMO

48 LECCE

46 VERONA

45 PESCARA

43 BENEVENTO***

41 PERUGIA

40 CITTADELLA

34 SPEZIA***

34 SALERNITANA

34 COSENZA

32 ASCOLI

31 CREMONESE

30 LIVORNO***

28 VENEZIA

27 CROTONE

27 FOGGIA*

23 PADOVA

22 CARPI

*Foggia 6 punti di penalizzazione

*** Spezia-Livorno 3-0 e Benevento-Spezia 2-3 devono ancora essere omologati dal Giudice Sportivo

in corsivo le squadre che hanno già riposato

PROSSIMO TURNO: CREMONESE-VERONA, COSENZA-PALERMO, SALERNITANA-VENEZIA, CARPI-CROTONE, CITTADELLA-PADOVA, ASCOLI-BENEVENTO, PERUGIA-LIVORNO, BRESCIA-FOGGIA, LECCE-PESCARA (riposa SPEZIA)


© Riproduzione riservata

Commenti (26)

the punischer 26 Marzo 2019 12:57

ci dobbiamo mettere che siamo la 2° peggior difesa con 41 gol subiti (seconda solo al carpi che ne ha subiti 49 ) con una media di un gol e mezzo subito a partita e siamo l' 11°attacco con la media di 1,03 a partita tutto questo x dire che se non reagiamo subito sono volatili x diabetici SVEGLIA RAGAZZI LASCIAMOCI ALLE SPALLE LE PARTITE COL LIVORNO COL PADOVA CON LA SALERNITANA CON IL PERUGIA E CON IL LECCE E TORNIAMO A PRESSARE A TUTTO CAMPO BUTTATEVI SULLA PALLA, QUANDO GIOCATE X NOI DOVETE AVERE IL SANGUE AGLI OCCHI FORZA PICCHIO RIALZATI


ermanno 26 Marzo 2019 13:02

I numeri parlano chiaro, la calcolatrice la hanno anche Vivarini e i nostri dirigenti, o si svolta col Benevento oppure sarà piazza pulita, questo è il calcio, questa è la vita


Osservatore 26 Marzo 2019 13:09

Vivarini deve fare marcia indietro
Tornare al. 3. 5. 1 .1 altrimenti
Sono dolori. Incassiamo troppi
Gol e non segnamo......gli avversari
Si sono rafforzati...... E noi invece
A Gennaio abbiamo indebolito
La squadra......e in più non abbiamo un Bomber....... Che ci
Toglie dai guai......e un portiere
All' altezza di Lanni prima. Maniera......Attenzione.......
Attenzione....


Marco 26 Marzo 2019 13:18

VA BE QUESTA E' ANDATA COME E' ANDATA MA ORA BASTA CAZZEGGIARE QUANDO SCENDETE IN CAMPO X IL PICCHIO DOVETE AVERE IL SANGUE AGLI OCCHI DOVETE ESSERE PRONTI A LASCIARE OGNI STILLA DI SUDORE E SANGUE SUL CAMPO ALTRIMENTI CHIAMATEVI FUORI DITE IO NN SONO DISPOSTO A LOTTARE X QUESTA MAGLIA E NOI FAREMO A MENO DI VOI CON MOLTO PIACERE ANCHE A COSTO DI GIOCARE CON LA PRIMAVERA
AVANTI PICCHIO RIALZATI E COMBATTI


Pippo 26 Marzo 2019 13:27

I conti è giusto farli ma l'azienda deve essere capace di fare bene i suoi sapendo che deve gestire una categoria di "lavoratori", i calciatori, un po' particolare rispetto alla norma. E in un'azienda normale se chi dirige prende delle decisioni errate, non può chiedere alla manovalanza di risolvere tutto. Un presidente come Pulcinelli che agli occhi dei più manifesta di incarnare lo spirito ideale per l'Ascoli Calcio non può essere ritenuto esente da colpe. Lui è il titolare non è e non sarà mai una vittima.


Caste300 26 Marzo 2019 13:31

I NUMERI PARLANO CHIARO...TESORO CON IL SILENZIO E LA MANCANZA DI CARISMA DI VIVARINI SONO I PRIMI COLPEVOLI DI QUESTA INVOLUZIONE


28marzo 26 Marzo 2019 13:45

Io personalmente rimango del parere che dopo la disastrosa partita di lecce dovevano tornare ad Ascoli e magari subire la contestazione della tifoseria, ma che credete che si possa dimenticare così in fretta? Le paxxe ci vogliono ,altro che ritiri, testa bassa e lavorare. Meditate


BÀÀ 26 Marzo 2019 13:56

....grande.....mettiamoci alle spalle le partite con livorno,padova,perugia,salernitana e lecce e ...eee...e tenendo conto di un paio almenodi match casalinghi in cui il serio,brava persona(ma nn allenatore) ha ripreso il risultato x le penne sostituendo tra primo e secondo tempo 2 giocatori( a casa mia vul dire aver sbagliato formazione)....allora non rimane che mandare a casa VIVARINIIIIIIII!!!


Abbasso i pesciari 26 Marzo 2019 15:47

Io sono d'accordo conBAA una squadra che non ha carattere come quella che ho visto nelle ultime ,partite come apice negativo si è vista la prova di Lecce ,significa che l'allenatore ha perso il gruppo ,che non si riforma solo con un ritiro ,ma ci vuole un cambio radicale alla guida


obiettivo 26 Marzo 2019 16:48

Il pesce puzza sempre dalla testa.
Caro presidente, richiama i tuoi collaboratori, qua bella non è.
Abbiamo già visto tante volte questi film ad Ascoli, nessuno che si assume responsabilità e tutti che si fanno scivolare le cose addosso sperando nella buona sorte.
Ci dia un segnale forte, quello che riterrà più
giusto, ma faccia qualcosa.


Ze 26 Marzo 2019 17:00

È ora di dimenticare. Tifare a tutta perché il calcio è uno sport. Occorre una prova di maturità da parte della tifoseria sogna venge e basta iniziando da noi sugli spalti.


Fra61 26 Marzo 2019 17:38

La delusione e la rabbia non li dimenticheremo presto,
Si e' consumata una delle giornate piu' tristi della storia del nostro ASCOLI.
HO DETTO IL NOSTRO ASCOLI E
QUELLO SCESO IN CAMPO A LECCE NON LO E' STATO..
i colori bianconeri e la nostra gloriosa storia ci obbliga a. Far riTrovare in questi ragazzi il NOSTRO ASCOLI quello che rispecchia lo spirito di mille battaglie combattute e tutta la nostra passione travolgente passione.
Mille battaglie e indimenticabili successi non possono intaccare il nostro spirito di tifosi appassionati anche oltre ogni misura.
Allora
stringiamoci intorno alla squadra, perche' solo kosi' i nostri ragazzi avranno la forza di reagire.
Adesso piu' che mai dobbiamo unire..per ritrovare compattezza di intenti nella societa' e nella squadra.
Lasciamo da parte ogni seppur giustificata polemica e contestazione, per un' unico comune obiettivo. Dobbiamo con.
La nostra vicinanza far
Ritrovare nei ragazzi la voglia di lottare su ogni palla e fino all' ultima goccia di sudore dal primo all' ultimo minuto della prossima BATTAGLIA.
PERCHE' SABATO AL. DEL DUCA SARA' UNA BATTAGLIAAAAA

I ragazzi che scenderanno in campo
Dovranno sentire i brividi in campo,
da lassu' si sentiranno pure le urla del nostro PRESIDENTISSIMO
Devono dimostrare di aver ritrovato l' orgoglio perso e potranno farlo Solo SE sentiranno la pressione DEL nostro incitamento che ora piu' che mai non dovra' mancare.
FORZA RAGAZZI..TUTTI AL DEL DUCA
DA NOI NON SI MOLLA MAIII
SOLO E SEMPRE UN SOLO GRIDO
FORZA ASCOLIIII
FAC




popolo della piazza 26 Marzo 2019 17:56

sono d'accordo con ze ,dimentichiamo lecce compattiamoci tutti per una grande partita con il benevento poi sabato sera tireremo le somme,avanti picchio senza paura


BÀÀ 26 Marzo 2019 18:04

....in più potrei aggiungere che la "saracinesca"(by Caprò) Serba ha preso più gol dei tre portieri che hanno giocato quest'anno in quattro partite.......Bacci stava dando troppe garanzie...giusto....deve giocare il Serbo.. x poi andarsene a giugno...gran lavoro...bravo Tesoro!


Per sempre Ascoli 26 Marzo 2019 19:02

Direi che dopo gli sfogli di sabato e seguenti è ora di riflettere in vista di questa delicatissima partita e il consiglio che dò al Mister è quello di scendere in campo con il coltello fra i denti ma nello stesso tempo di essere molto accorti e cercare il più possibile di non prendere imbarcate dietro; la difesa va protetta infoltendo il centrocampo. Almeno all'inizio della partita poi nel prosieguo possiamo anche cercare di spingerci in avanti ma non ripetiamo gli errori già commessi tante volte.
Evitiamo le ripartenze e i contropiedi del Benevento.


settembre nero 26 Marzo 2019 20:02

Il maggior responsabile di questa situazione è il DS Tesoro, Vivarini è allo stesso tempo vittima e responsabile, ha limiti caratteriali, è il contrario di Cosmi, c'era bisogno di un portiere bravo, esperto, che desse sicurezza a tutto il reparto, tipo Agazzi ed è arrivato Savic a farsi un pò di esperienza e di minutaggio, sulla pelle della nostra squadra, colpa di Tesoro che lo ha preso, ma anche di Vivarini che lo schiera titolare inamovibile, forse ne è intimorito, e qui i limiti caratteriali di cui parlavo prima.


Gniao 26 Marzo 2019 20:13

Certo certo dimentichiamo tutto. Ci mancherebbe. Ad una condizione. La verità vogliamo dopo quello scempio visto sabato


Atlascaruso 26 Marzo 2019 20:38

Quindi il Benevento verrà ad Ascoli a perdere la sua 4 partita di fila ?


Picenum 27 Marzo 2019 07:07

Atlas, al contrario tuo lo speriamo tutti. Vai al riviera


Algoritmo 27 Marzo 2019 09:47

Per non buttare il bambino con l'acqua
sporca oltre alla rabbia usare il cervello
e occhio a salvaguardia della classifica.


LOLLO57 27 Marzo 2019 09:50

7 gol di differenza ci stanno tra una squadra di serie B ed una di serie D. Ma davvero qualcuno pensa che un calo di prestazioni così vistoso da Verona a Lecce possa esere imputabile a Vivarini e che esonerandolo tutto si risolve? Il problema non è Vivarini E' molto più grosso vero cari giocatori? E non è tecnico. Per cui vi dico, cari giocatori, facciamo finta che non sia successo nulla a Lecce, però i bonus sono finiti. Testa a Benevento e portateci alla salvezza. Delle vostre questioni personali non ci interessa nulla.


Pseudo Tifoso 27 Marzo 2019 11:25

@Lollo57 : a cosa ti riferisci quando dici delle questioni personali? Sai se ci sono problemi nello spogliatoio?


FRANK 27 Marzo 2019 12:43

Hai preso 3 gol in casa col perugia 4 con la salernitana sempre in casa non puo essere che prima o poi non ne prendi una caterva fuori casa con una squadra in lizza per la promozione diretta? vedendo i numeri si. Lasceme perde Ninkovic qua ce vo lu 4-4-2 stando cugnati


LOLLO57 27 Marzo 2019 12:57

Non tra giocatori Neppure tra giocatori ed allenatore. Tutti i giocatori sono con l'allenatore. Da quello che risulta a me e mi è stato riferito è tra giocatori e società.


Mand'ma' 27 Marzo 2019 12:57

Quando un allenatore cambia modulo lo fa per migliorare e non per fare prove.Le cose sono due: o non ci capisce oppure ci sta prendendo per il c..o. Da quando ha cambiato modulo ( anno 2019) le cose sono peggiorate. Capro' diglielo tu....... visto che......


settembre nero 27 Marzo 2019 14:34

Sto cambio di modulo non lo vedo, solo Ciciretti al posto di Beretta, che tuttavia a Verona sembrava in ripresa (ciciretti), è cambiato il portiere (Savic), anche a Lecce 8 tiri, 7 gol, mentre a Verona 2 tiri ,1 gol e una parata in quanto l'attaccante ha tirato addosso il nostro portiere che si è esaltato per chissà quale parata! Occhio a giocatori finora ignorati da Vivarini come Quaranta, Baldini, Rubin.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni