Ascoli Calcio: Padella, Troiano, Ninkovic, Valentini e Brosco: “Siamo con il mister e vogliamo reagire”

Redazione Picenotime

28 Marzo 2019

Questa mattina, nella sala stampa della sede di Corso Vittorio Emanuele, 5 calciatori rappresentativi dell'Ascoli Calcio hanno fatto il punto della situazione in conferenza dopo la pesantissima sconfitta per 7-0 al "Via del Mare" di Lecce ed in vista del prossimo impegno interno contro il Benevento. Al fianco del capitano Emanuele Padella, seduti al tavolo davanti a microfoni e telecamere, i difensori Riccardo Brosco e Nahuel Valentini, il centrocampista Michele Troiano ed il fantasista Nikola Ninkovic.

Padella: "E' la prima occasione che abbiamo pubblicamente di metterci la faccia come gruppo. A Lecce è stata una partita assurda, una vergogna nazionale e per noi stessi, ci mettiamo la faccia noi 5 per tutto il gruppo. Non siamo andati via in fuga da Ascoli, siamo qui oggi per assumerci le responsabilità, da oggi in poi cercheremo di onorare questa maglia, chiediamo scusa a tutti quanti, ai più piccoli e ai più grandi, e soprattutto ai tifosi che sono venuti per due volte a Lecce".

Troiano: "Quello che è successo inspiegabile, imprevedibile, è stato uno shock, un incubo. Il ritiro a Roma è servito anche per questo, per racchiudere le nostre forze e capire quale sia la cosa migliore da fare in questo momento. Sappiamo che non possiamo cancellare la partita di Lecce, è impossibile, dobbiamo trasformare la delusione in rabbia agonistica per le 9 partite che restano da qui al termine della stagione, non possiamo piangerci addosso. Dobbiamo essere razionali, siamo una squadra esperta, dobbiamo uscire da questo momento, siamo uniti, ve lo assicuro, non ci sono problemi tra di noi. Sappiamo ciò che abbiamo fatto e quello che non dobbiamo più fare per il resto del campionato".

Brosco: "Posso garantire che tutta la squadra è con il mister. E' stata una parentesi bruttissima, siamo qui a rappresentare tutta la squadra e a confermare che siamo vicini al nostro allenatore e siamo con lui e vogliamo dimostrarlo anche contro il Benevento".

Valentini: "Siamo stati noi che abbiamo voluto mettere la faccia oggi, abbiamo parlato con i tifosi e abbiamo stretto un patto di essere sempre sul pezzo, loro ci hanno dato questo incarico e dopo un 7-0 qualcosa abbiamo mancato. Per questo siamo venuti qui davanti a parlare pubblicamente. Dopo un 7-0 qualcosa sicuramente è stato sbagliato, vogliamo chiedere scusa e ribadire che questa squadra non è morta e reagirà, quello che non ti uccide ti fortifica, ne siamo sicuri, però vogliamo dimostrarlo sul campo e non a parole, con unione con i nostri tifosi. Continueremo a lavorare e pensiamo che questa sia stata solo una brutta parentesi". 

Ninkovic: "Anche io voglio metterci la faccia visto che ho giocato quasi tutte le partite, i tifosi e la squadra hanno fiducia in me, la colpa è tutta la nostra, non del mister, dello staff e dei direttori. Mi sento importante per questa squadra e sono in prima linea per prendermi le colpe, a Lecce abbiamo sbagliato tutto, è una vergogna per tutti e anche nella mia vita, non mi era mai successo prima. Abbiamo parlato tanto in questa settimana e abbiamo lavorato moltissimo, non basta chiedere scusa, ma ora dobbiamo dimostrare il nostro valore da sabato e prendere i tre punti".

Padella: "Ribadisco che non c'è spiegazione per ciò che è successo, riguardando le immagini neanche noi ci siamo riconosciuti. Non c'era nulla di buono, dal primo gol in poi, incapaci di reagire, una cosa mai successa prima, black-out totale E' stata una partita che purtroppo rimarrà nella storia dell'Ascoli come una disfatta mai vista, c'è soltanto da reagire con poche parole, sappiamo che sabato arriverà una squadra forte come il Benevento ma tutta la rosa dovrà avere voglia di reagire ed orgoglio, dobbiamo riprenderci la dignità che forse a Lecce abbiamo perso. I punti raccolti finora li abbiamo fatti con sacrificio e giusto spirito, però a volte succedono questi black-out che non vanno bene a nessuno, nè a noi nè all'ambiente. Ripeto ancora che siamo dei professionisti e non abbiamo sottovalutato per niente il Lecce, non possiamo tornare indietro ma dobbiamo guardare avanti e remare tutti verso la stessa direzione, facendo una grande partita ed una grande prestazione contro il Benevento". 

Brosco: "Dopo un 7-0 le partite si analizzano e ci si guarda in faccia. Queste partite sono inspiegabili, dopo 3 tiri prendi tre gol, diventa fisiologico che arrivi un black-out. Siamo entrati in campo come non dovevamo entrare, siamo con il mister in tutto e per tutto, non ci mettiamo per nulla in mente di perdere con Benevento e Padova, cercheremo di vincere anche per il nostro allenatore". 

Troiano: "Se avessimo voluto cacciare l'allenatore perdevamo 7-0? Ma ragionate per favore, abbiamo una dignità, pensare che si perde 7-0 per far fuori l'allenatore è da uomini senza palle, e questi non siamo noi e non si può pensare. E' assurdo. Abbiamo giocatori in rosa che hanno figli che vanno a scuola ad Ascoli ed i compagni gliene stanno dicendo di tutti i colori. Sabato abbiamo bisogno del popolo ascolano, di tutti, abbiamo bisogno della loro energia, sommiamo l'energia di tutti per ribaltare il campo. Se vogliamo accodarci a chi ci sta massacrando non va bene, è giusto ricevere caxxa e critiche pesanti, ma è troppo facile cadere nella negatività, per il bene dell'Ascoli dobbiamo trovare la strada migliore per darci una mano, tutti insieme. I tifosi non ci hanno fatto mai mancare nulla, chi ci può dare una mano ben venga. Questa è la strada da percorrere. Penso che l'allenatore una mano l'abbia data a tutti in questa squadra, facendo giocare tutti, in questo momento ha bisogno del nostro aiuto, 30 giocatori sabato giocheranno per lui e per non perdere la dignità, vogliamo riprendercela con i fatti".

Ninkovic: "Non è colpa di mister o di staff tecnico, se abbiamo perso male a Lecce è solo colpa nostra. Se uno deve prendere fischi e schiaffi, noi ci siamo. Io ho vergogna prima di tutti i miei compagni per quanto è successo. Io per primo ho sbagliato tutto a Lecce. Abbiamo preparato la partita come sempre, anche così a Lecce è stato, non è colpa del mister, che rimane qui fino alla fine e ci salviamo prima possibile, questa è la mia convinzione. Non ero concentrato a Lecce, dal primo minuto ho sbagliato il primo passaggio ed il primo movimento, non ho corso dietro gli avversari, danneggiando anche i miei compagni. Io mi prendo la colpa davanti ai miei compagni, mi dispiace non giocare per squalifica sabato, ma sicuramente abbiamo preparato questa gara meglio rispetto a a quella di Lecce e sono sicuro che faremo bene sabato".

CLICCA QUI PER VIDEO CONFERENZA STAMPA

Il patron Massimo Pulcinelli, in serata, ha così poi commentato via social la conferenza stampa dei 5 calciatori bianconeri: "Complimenti a chi ci ha messo la faccia a nome di tutto il team. Reagire e combattere per la vittoria. F.A.C, Forza Ascoli Carica".


© Riproduzione riservata

Commenti (23)

Pseudo Tifoso 28 Marzo 2019 12:15

Caro Ninkovic a Padova devi prendere la squadra e portarla alla vittoria. Sei il giocatore più forte che abbiamo e tra i più forti della serie. Vedi di non far cavolate e assicuraci la salvezza.


Pietro 28 Marzo 2019 12:17

Io sono per perdonarli tutti, sbagliare fa parte della vita, ricompattiamoci tutti verso l'obiettivo salvezza!


the punischer 28 Marzo 2019 12:31

AVANTI PICCHIO RIALZATI E COMBATTI


FRANK 28 Marzo 2019 12:34

Una squadra che prende 4 gol in casa da una di media classifica ci sta a prendere un imbarcata fuori casa da una di alta classifica. Il problema è che con Ninkovic del girone di ritorno non serve fa solo guai. Sicuramente sabato la squalifica aiutera il mister per un 4-4-2 molto cugnato per ovvie responsabilita dei calciatori. Peccato per la mancanza di Addae.


Platano 28 Marzo 2019 12:35

Per qualsiasi evento c'è una spiegazione, figuriamoci per la vostra prestazione ridicola. Zero chiacchiere, alla fine trarremo le conclusioni. P. S. Padella e Troiano delusione totale.


Albardialbissola 28 Marzo 2019 12:57

Era quello che mi aspettavo
Ora devono passare ai fatti


Marco da Villa Pigna 28 Marzo 2019 13:06

Questi ragazzi non meritano fiducia? hanno perso male una partita, ci hanno fatto vergognarecome hanno detto loro stessi, li vogliamo crocifiggere?
Hanno le palle di prendersi le loro responsabilità, molte persone giocano a chi insulta di più


Simone 28 Marzo 2019 13:06

Un guppo così unito l'Ascoli non lo aveva da anni, altro che partite vendute, litigi per i premi e stipendi non pagati, la maggioranza di chi offende e mette davanti tutto la storia mortificata dell'Ascoli non va allo stadio, vede la partita e sparla nei bar, poi diciamocela tutta, insultare i figli dei calciatori che vanno a scuola, dire ai bambini che hanno un padre poco di buono come ha detto Troiano, è da meschini In tanti non aspettavano altro che un risultato negativo così eclatante, per scagliarsi contro.


Amedeo 28 Marzo 2019 13:07

Avete disonorato una maglia carica di gloria e spxxxxxxto una citta' intera ......ma oramai e' andata adesso tirate fuori i cxxxxxxxi e mettete in pratica quello che avete detto


Sarò sempre del settembre 28 Marzo 2019 13:28

A questo punto si tifera' per una cosa sola, la maglia, tanto contestare a questo punto è solo deleterio, visto che martedì avremo uno scontro diretto a Padova ed anche il calendario non è dalla nostra parte.


tonino 28 Marzo 2019 13:50

Ci porteranno alla salvezza, parole di chi ha personalità, molto più incisive di quelle persone che si stanno divertendo ad insultarli, se sabato vinciamo con chi se la prendono?


Camionista bianconero 28 Marzo 2019 13:54

Per me la conferenza sarà sabato sul campo...


inotto 28 Marzo 2019 14:26

è una vita che non vengo allo stadio, ma sabato ci sarò, voglio dare fiducia a questi ragazzi.
Io credo, e spero di non sbagliarmi, che i tifosi e la curva sabato spingeranno più che mai.
Ma è di certo l'ultima possibilità, NON DELUDETECI


tiziano 28 Marzo 2019 14:37

Non preoccupatevi il tifo non mancherà..... come non mancheranno le proteste, come non mancheranno le maldicenze, come del resto succede in tutta Italia e nel mondo in generale, soprattutto dopo un risultato del genere e una prestazione del genere.... che vi aspettavate le caramelle? È poi sbagliato da parte nostra andare oltre con le parole e rivolgere attenzioni sbagliate ai bambini ed ai familiari per quanto successo in campo....frutto di un irrefrenabile sfogo per il risultato, comunque da condannare... quanto al futuro Spero che non manchi l’impegno e soprattutto il risultato sabato e di conseguenza la salvezza.... poi per chi ama Ascoli porte aperte.... bene le scusa, ma qua nessuno è fesso ed ognuno si fa un’idea per quanto successo, giusta o sbagliata cerchiamo una giustificazione, speriamo che sia quella da Voi raccontata; questo messaggio deve essere ben chiaro.... forza Ascoli


Lorenzo x amedeo 28 Marzo 2019 14:43

Amedeo hanno disonorato la nostra città, però dobbiamo dire che molti nostri concittadini non vengono allo stadio, la maggior parte dei tifosi viene da fuori città e noi ascolani siamo veramente pochi, quelli che dicono le cattiverie gratuite maggiormente sono proprio quelli che non vengno al del duca.
Ho fiducia nella squadra e nella società


Alberto 28 Marzo 2019 14:52

Trovo tutto molto esagerato, doverose le scuse ma questi ragazzi non possono essere messi alla gogna pubblicamente, stiamo facendo ridere l'Italia per il 7-0 e per quello che ne è scaturito, la squadra reagirà se finisce questo clima autolesionista che non serve a nulla


Abbasso i pesciari 28 Marzo 2019 15:13

Per me i colpevoli non sono loro ,ma chi li guida


L'ASCULA' 28 Marzo 2019 15:19

Non li ascolto neanche…….a sabato li si fanno i fatti.
FORZA PICCHIO


Gigi 28 Marzo 2019 15:24


Non ho mai creduto in complotti vari. Credo che questo sia un gruppo sano che però ha gravi carenze psico-caratteriali, e soprattutto sono molto incostanti. Il metterci la faccia lo abbiamo chiesto noi e questo hanno fatto. Per il bene nostro conviene che ci buttiamo questa partita alle spalle, pur con molta difficoltà, ma noi abbiamo un obiettivo da raggiungere che è troppo importante è che non possiamo fallire. Quindi LA MAGLIA BIANCONERA avrà ancora e sempre il mio sostegno e spero per noi e per loro, che i black out, abbiano avuto fine a Lecce.


Claudio 28 Marzo 2019 15:36

Tante belle parole Nikovic, vorrei dirti che tanti goal li abbiamo presi per le tue leggerezze a centrocampo, ed è proprio questo che imputo a Vivarini, cioè la mancanza di carattere, non ha mai avuto il coraggio di toglierti e a Carpi quando lo ha fatto tu sei andato in escandescenza, quindi se vuoi salvare la squadra diventa più umile, ricordo che il grande Ronaldo è il primo ad arrivare in allenamento e l'ultimo ad andarsene, dopo avere aiutato a raccogliere i palloni e birilli....... Questo è un CAMPIONE, forza Ascoli


asnkvola 28 Marzo 2019 15:50

È colpa di questo,è colpa di quello,alla fine non è colpa di nessuno,il 7-0 però rimane,vuoi vedere che alla fine è colpa del Lecce che ce ne ha fatti solo 7 e ne poteva fare 10? Signori calciatori mettetevi una maschera,si può perdere una partita in mille modi tranne questo però......


Riccardo 28 Marzo 2019 19:16

Detto che la delusione è stata grossa, l'incazzatura altrettanto, ora che questi ragazzi parlano con il cuore in mano, chiedono scusa e tutto quello che si poteva chiedere, mi domando, ma che deve accadere per mettere fine a questa tiritera? Volete che l'Ascoli raggiunge la salvezza oppure pur di poter dire avevo ragione sperate di perdere sabato e poi a Padova ecc ecc sono allibito nel leggere tanta cattiveria gratuita, finitela di fare i paladini dell'orgoglio che non avete andate allo stadio e fate il vostro


LOLLO57 28 Marzo 2019 19:22

I ragazzi dimostrano di aver capito. Adesso attendiamo prove convincenti da qui alla fine del campionato. Da parte mia, ma sono certo da parte di tutti i veri tifosi il ,non mancherà. Fine delle polemiche e compattiamoci tutti per un solo fine: la salvezza.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni