Ascoli-Benevento, duro confronto tifosi-squadra alla ''Corte del Sole'' alla vigilia del match

Redazione Picenotime

29 Marzo 2019

Nel tardo pomeriggio di oggi circa 150 tifosi dell'Ascoli, dopo l'invito social degli Ultras 1898, si sono ritrovati all'Hotel "Corte del Sole", sede del ritiro della squadra di Vincenzo Vivarini alla vigilia del match interno con il Benevento valevole per la 30esima giornata del campionato di Serie B.

Alla presenza del direttore generale Gianni Lovato e del direttore sportivo Antonio Tesoro c'è stato un civile ma comunque duro confronto (durato circa 10 minuti) con tutta la squadra e lo staff tecnico guidato da mister Vincenzo Vivarini. Dopo la bruttissima debacle di Lecce i portavoce della tifoseria bianconera hanno chiesto di vincere le prossime partite (a cominciare da quella importantissima col Benevento), di ottenere il prima possibile la salvezza e di onorare sempre una maglia intrisa di storia.


© Riproduzione riservata

Commenti (23)

Lorenzo 29 Marzo 2019 20:39

Il girono prima della partita che geni


ermanno 29 Marzo 2019 20:44

Non so se sia servito a qualcosa, domani ce lo dirà il campo


Oscar Di Buo' 29 Marzo 2019 21:00

Purtroppo la societa ha sbagliato tutto subito doveva incontrare il pubblico e dare chiarimenti è stata una VERGOGNA perché far parlare solo i calciatori assurdo!!!!


Zac28 29 Marzo 2019 21:19

Contestare adesso non avrebbe senso anzi peggiorerebbero le cose, la squadra ha chiesto l'aiuto della tifoseria, il confronto ci puo anche stare ma con diplomazia.


Alessandro 29 Marzo 2019 21:24

Se è possibile vorrei sapere da qualcuno che era presente, cosa si sono detti tifosi e squadra, altrimenti leggiamo sempre le stesse cose, duro confronto squadra tifosi, presenti tizio Caio senpronio, la maglia va onorata ecc ecc solite inutili sceneggiate


MARIO 78 29 Marzo 2019 22:09

Che ci vuoi parlare con questi ...ogni confronto è soltanto una presa in giro loro diranno che si impegneranno che faranno che qua che la .....io avrei aspettato queste tre partite e poi .....si decideva ...questi sono stati già applauditi quando non lo meritavano ....alla fine la partita di Lecce può essere un bene ....adesso devono stare vigili ...se avessero perso due tre a zero nessuno avrebbe detto niente ...invece così loro malgrado sono venuti allo scoperto....domani si vedrà chi lotta per la maglia e chi no ....ricordate Zaza .fossati e Company .....dove ci portarono ......


Stefano 29 Marzo 2019 22:09

Se tutto si è svolto, come penso, senza violenza, onore ai tifosi! Questi giocatori che sabato hanno dimostrato di essere tutt'altro devono sudare, giocare, guadagnarsi la pagnotta e rispettare l'Ascoli Calcio. Onore ai grandi tifosi storici dell'Ascoli Calcio.


TEX 29 Marzo 2019 22:20

Tante chiacchiere che non servono a nulla! Mai sapremo la verità.


Camionista bianconero 29 Marzo 2019 22:25

È stato un confronto tra la squadra e un gruppo di tifosi che
hanno l'Ascoli nel cuore , e guarda caso sono sempre le stesse facce ! ossia quelli che curano la curva quelli che sono sempre in trasferta , che si preoccupano e aggiscono quando l'Ascoli e nei guai, uomini ,donne, vecchi e bambini! Sempre le stesse facce ! Poi ci sta chi scrive sui social!


walter rossi ps 29 Marzo 2019 22:28

Io lo avrei fatto ieri il confronto e stasera li avrei lasciati tranquilli, speriamo serva a qualcosa... Bisogna tornare alla vittoria ragazzi, per favore.....


Trieste Bianconera 29 Marzo 2019 23:03

L'intento degli ultras era di responsabilizzare i giocatori prima di queste partite decisive e di fargli capire che la tifoseria a causa di Lecce ha vissuto un incubo assai difficile da digerire. Ma io da ex calciatore vi dico che questo può creare nervosismo nella squadra e in caso non si passi in vantaggio subito avrebbero paura a ogni giocata. Tutto il Del Duca deve spingere la squadra alla vittoria. In momenti come questo conta più il sostegno di noi tifosi che la forza della squadra. Altro non si può fare. Vogliamo contestare così tutti mollano e finiamo sparati in Serie C ? Nessuno vuole questo. Poi alla fine ci sarà la resa dei conti ma la serie B va salvata a tutti i costi. Quando il Benevento entrerà in campo sentirà il ruggito del nostro stadio e dovranno avere paura, tanta paura. Sempre e dovunque Forza Ascoli


Massimo 29 Marzo 2019 23:14

Confronto che non dovevano fare ..... se volevano il confronto con i tifosi l'avrebbero fatto domenica scorsa.....Vergognatevi ed onorate questa maglia ... x come la vedo io non vi meritate nemmeno un confronto ....io tifo solo x pascoli calcio che rappresenta la mia città...tutto il resto è noia


luciano 30 Marzo 2019 00:12

Sono stato alla corte, eravamo un centianio, abbiamo saputo ad ora di pranzo di radunarsi alle 18.00 e non dopo cena come detto in precedenza, poco male se seve a qualcosa lo vedremo domani, ci è stato detto di stare zitti hanno parlato soliti, anche se uno non è d'accordo non può dire niente, allora che ci chiamate a fare se uno non può aprir bocca, andateci solo voi, non è stato un confronto come dite nell'articolo hanno parlato solo alcuni giovanotti che gli hanno fatto notare i tatuaggi, loro ne hanno su tutto il corpo, che dio ce la mandi buona.


Atlascaruso 30 Marzo 2019 01:37

E noi speriamo che il Benevento perda la sua quarta partita di fila?? Ha perso a Livorno, ha perso a Cremona e poi in casa con lo Spezia... Ora perde di nuovo ad Ascoli... Non la vedo per niente bene questa partita....


Giorgio 30 Marzo 2019 07:13

È passata una settimana dalla partita di Lecce, c'è stato il tanto atteso confronto squadra tifosi, tutti hanno avuto il momento di gloria e si sono sfogati, oggi con il Benevento dobbiamo fare punti, mantenere alta la tensione e andaere al del duca con l'insulto facile in bocca non serve e non è da tifosi ma da persone poco intelligenti.


Abbasso i pesciari 30 Marzo 2019 08:05

Io sottolineo ciò che ho sempre detto per il bene della squadra ,voglio solo i tre punti .I giocatori non sono tifosi come lo è l'allenatore ,loro sono tifosi del proprio conto corrente forza Ascoli


POTENZA ⚡PICENA 30 Marzo 2019 08:34

Pienamente d'accordo con Trieste bianconera. Sempre forza Ascoli .


Gigi 30 Marzo 2019 10:01

Mi pare ovvio che quando si fanno questi, diciamo, incontri, non si possa parlare tutti, ma ci deve essere qualcuno che fa da portavoce. Io non lo so, ma speriamo siano state dette cose sensate. Sinceramente, mio pensiero che vale per me, questo confronto non lo avrei fatto alla vigilia di una partita fondamentale, e se lo si doveva proprio fare ieri, doveva essere non certo per puntualizzare e sottolineare ancora una volta Lecce, ma solo di sprone per la partita col Benevento.


bertarellicampanini 30 Marzo 2019 11:16

E venne il gran giorno dove si manifesta il vero di noi stessi, perché la nostra squadra ci appartiene,
dopo il tormento di una settimana intera, dove si squaderna all'Italia che ha sorriso di noi che ancora prima di grandi calciatori l'Ascoli ha avuto sempre uomini veri, come Costantino Rozzi e Carletto Mazzone, che il paese intero ha ammirato, e siamo più forti della paura inevitabile, della fredda statistica, nella serie B il record è di 17 sconfitte consecutive che non auguro al grande ex Bucchi, e soprattutto del Benevento che dovrà essere stordito dall'urlo terribile, dal boato tremendo che esce dal cuore in primis e poi dalla bocca della nostra curva. Mi inchino sempre al commento autorevole di Trieste Bianconera, forza Ascoli dalla periferia del mondo sono con voi.






LOLLO57 30 Marzo 2019 11:34

Il confronto si doveva fare il più lontano possibile dalla partita e on alla vigilia. In ogni caso hanno fatto bene i tifosi a farlo per far capire ai giocatori la stupidaggine che hanno fatto (al di là delle frasi di circostanza dei giocatori in conferenza stampa): Infangare una maglia per sempre per questioni che non c'entrano col calcio giocato. E' stata una cosa talmente abnorme che i giocatori, sono sicuro, hanno capito l'errore e non lo ripeteranno. Adesso basta Lecce, basta parlare, si torna finalmente a tifare e soffrire.


fedebianconera 30 Marzo 2019 12:23

Il sole è alto nel cielo nella giornata del cuore indomabile del tifo bianconero. Forza Ascoli eternamente. Come Costantino le aquile non volano a stormo...


Sergiof 30 Marzo 2019 14:08

Tanto perde.... purtroppo.


Camionista bianconero 30 Marzo 2019 14:24

Poi inmezzo a questi innamorati del picchio c'erano gente di Martinsicuro di monte urano di Cupra e Sant' Egidio alla v. Pagliare ecc poi gente over 70!tutti mossi dalla stessa passione!


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni