Moto3, Fenati fuori dalla zona punti nel Gran Premio d'Argentina. Vince lo spagnolo Masia

Redazione Picenotime

31 Marzo 2019

Romano Fenati

Non è arrivata una buona prestazione per Romano Fenati nel Gran Premio d'Argentina, seconda tappa del Campionato Mondiale Moto3 2019. Il 23enne pilota ascolano dello Snipers Team, dopo essere scattato dalla terza fila, ha chiuso fuori dalla zona punti al 16° posto sul circuito di Termas de Rio Hondo. La vittoria è andata al 18enne spagnolo Jaume Masia davanti al sudafricano Darryn Binder e all'italiano Tony Arbolino, compagno di squadra di Fenati nello Snipers Team. Prossimo appuntamento ad Austin, il 14 Aprile, per il Gran Premio delle Americhe.

COMUNICATO UFFICIALE SNIPERS TEAM

Primo podio in carriera per Tony Arbolino sul circuito di Termas de Rio Hondo! Il pilota di Garbagnate, che partiva dalla terza casella in griglia, ha lottato per tutta la gara, a suon di sorpassi. Un risultato meritatissimo e che Tony cercava da diverse tappe. Già alla fine della scorsa stagione, Tony aveva mostrato uno step mentale importante e ha continuato il suo percorso di crescita durante l'inverno, con il suo preparatore atletico Ivan Lopez e con l'appoggio di Jorge Lorenzo che su Tony ha scommesso tanto. Gara difficile per Romano Fenati che rimane fuori dalla zona punti. Mancano ancora 17 gare, Romano sarà sicuramente un protagonista di questo campionato ma la sua stagione deve ancora iniziare!

Tony Arbolino: "Sono davvero felice per questo primo podio, lo aspettavo da tanto tempo e oggi me lo sentivo tutto. Abbiamo lavorato bene per tutto il weekend e dopo il Qatar, weekend non felicissimo per me, ho lavorato duramente senza mai mollare. All'ultimo giro quando mi hanno sorpassato diversi piloti ho creduto, per un attimo, che fosse tutto perso ma poi ho fatto una staccatona, ho aperto il gas e sono riuscito a centrare il podio. Ringrazio il team per tutto il lavoro e anche Romano perché, dopo il Qatar, è anche grazie a lui se sono riuscito a fare un passo in avanti".

Romano Fenati: "È stato un weekend un po' complicato, fatto di alti e bassi. Ieri ero sereno perché avevamo fatto una buona qualifica e risolto i problemi in frenata. Nei primi due giri mi si è chiuso il davanti un paio di volte, in maniera anomala e questo ha compromesso la mia gara. Ci rifaremo sicuramente in Texas!".




© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni