Ascolinscena e ''Avis in Corto'', serata finale al Teatro PalaFolli con consegna dei premi

Redazione Picenotime

09 Aprile 2019

Sabato 6 Aprile, presso il Teatro PalaFolli di Ascoli Piceno si è svolta la serata conclusiva della dodicesima edizione della Rassegna Ascolinscena con un appuntamento speciale: consegna dei premi e, ad inizio serata, la prima edizione di "Avis in Corto" in collaborazione con l’Avis Provinciale di Ascoli Piceno.

Organizzata dalle compagnie Castoretto Libero, DonAttori, Li Freciute e Compagnia dei Folli, Ascolinscena si è gemellata con Avis Provinciale di Ascoli Piceno condividendo il messaggio della donazione di sangue come gesto gratuito e volontario che diventa stile di vita di altruismo e sensibilità verso gli altri.

La serata, presentata da Paolo Fratoni coaudiuvato da Elide Agostini, Alessandra Lazzarini, Rita Sansoni e Lara Ciaffardoni, si è aperta con la messa in scena dei tre corti teatrali che hanno superato la selezione svoltasi a settembre scorso tra gli iscritti ad Avis in corto. A seguire il pubblico in sala è stato chiamato a votare e decidere il vincitore che è stato annunciato solo all fine. 

La Rassegna Ascolinscena ha decretato i propri vincitori grazie al giudizio di una giuria e alla preferenza del pubblico abbonato. Quest’anno la gara è stata particolarmente combattuta, tutti i premi sono stati assegnati con piccolissimi scarti sui voti. Soprattutto per il Premio Gradimento del Pubblico, il vincitore ha superato il secondo classificato per una differenza di appena 0,010 nella media dei voti espressi dagli abbonati.

Le sette compagnie in gara hanno ricevuto tutte un attestato di partecipazione, consegnato da Vanessa Soletti della Compagnia dei DonAttori, quest’anno in cartellone fuori concorso. Subito dopo sono stati annunciati i vincitori in vero stile Oscar americani, con tanto di diapositiva con nomination e suspense nella proclamazione dei vincitori.

I premi consistevano in un lavoro ideato e realizzato dal maestro artigiano Barbara Tomassini. Per Ascolinscena 2018-2019 il Premio richiamava le due maschere tipiche del teatro, una sorridente, l’altra triste. Per Avis In Corto, il maestro Barbara Tomassini ha ideato una goccia in terracotta maiolicata a simboleggiare la goccia di sangue e il messaggio di donazione che Avis Provinciale di Ascoli Piceno vuole sostenere e diffondere. 

I Premi Ascolinscena sono stati così assegnati:

Miglior Attore Non Protagonista è Francesco Ferroni per l’interpretazione di Pierre in “La cena dei cretini” della Compagnia di Perugia Laboratorio del Martedì;

Miglior Attrice Non Protagonista è Annarita Sordoni per la cameriera Lucietta in “Chi sa ballà…nun casca mai!” della Compagnia di Ancona Il Teatro del Sorriso;

Miglior Attore Protagonista è stato assegnato ex-aequo ai due interpreti principali di “Farà giorno” della Compagnia Bottega delle Ombre di Macerata, Alessandro Bruni e Sante Latini;

Miglior Attrice Protagonista è stato di nuovo un ex-aequo per le attrici dello spettacolo “Sugo finto” della Compagnia romana La Bottega dei Rebardò;

Miglior Allestimento è andato a “Maldamore” lo spettacolo presentato dalla Compagnia Scenaperta di Battipaglia;

Miglior Spettacolo è stato vinto da “Sugo finto” de La bottega dei Rebardò (Roma);

Gradimento del Pubblico, assegnato dagli abbonati di Ascolinscena, è andato allo spettacolo “Farà giorno” della compagnia maceratese Bottega delle Ombre.

La consegna dei Premi di Ascolinscena è avvenuta da parte degli organizzatori della rassegna e da alcune personalità invitate per l’occasione tra cui Quinto Romagnoli, Presidente della Uilt Marche e responsabile dei rapporti internazionali per la Uilt Italia, Marco Spaccasassi, proprietario della Cantina Tavio che ha offerto le degustazioni di vino nelle serata di spettacolo, Gianluca Del Medico del supermercato Tigre di Villa Pigna che ha organizzato uno splendido buffet per le compagnie arrivate da tutta Italia. Il Premio al Miglior Allestimento è stato consegnato da Barbara Tomassini che ha realizzato le splendide terracotte maiolicate.

La serata si è conclusa con l’assegnazione dei Premi Avis In Corto, consegnati dai rappresentanti di Avis Provinciale di Ascoli Piceno, Dino Lauretani, Presidente, Sergio Taffora, tesoriere, e Gabriele Baldasarri segretario. Il voto espresso da tutti i presenti è stato il seguente:

la Goccia d’Oro e il Premio di € 350,00 sono andati a “Filumena” della Compagnia La Piccola Ribalta di Pesaro;

la Goccia d’Argento e il Premio di € 250,00 sono stati vinti da “Lagrime de sangue” della Compagnia Il Focolare di Loreto;

la Goccia di Bronzo e il Premio di € 150,00 sono andati a “Toilette” della Compagnia I Trucioli di Ancona.

Come consueto, il pubblico si è potuto intrattenere con attori e vincitori durante la degustazione che è seguita alla serata, un momento reso possibile grazie alla Cantina Tavio di Offida e al Supermercato Tigre di Villa Pigna che ha offerto stuzzichini da accompagnare al vino.

La Rassegna Ascolinscena e la I Edizione di Avis In Corto si concludono con un bilancio positivo, confermato dall’aumento del pubblico presente e dagli attestati di stima ricevuti.

La Rassegna Ascolinscena gode del Patrocinio del Comune di Ascoli Piceno, del sostegno della Fainplast Compounds e della Uilt – Unione Italiana Libero Teatro che riunisce tantissime compagnie amatoriali, oltre alla collaborazione con la Cantina Tavio e il Supermercato Tigre di Villa Pigna.

Una sola nota stonata: l’assenza della Fita Marche che aveva promesso agli organizzatori un contributo, tanto da far vantare gli stessi di essere riusciti ad unire in un’unica rassegna le due maggiori federazioni italiane di teatro amatoriali. Da novembre i ringraziamenti alla Fita Marche da parte di Ascolinscena sono giunti attraverso comunicati stampa, manifesti, deplinats, cartoline, programmi di sala, pubblicità sui social. Dopo insistenti messaggi ed inviti alla serata finale, il silenzio assordante della sezione marchigiana della Federazione Italiana Teatro Amatoriale si è fatto sentire. Nulla sul contributo, ma ancora più deludente, l’assenza alla serata finale che è stata una vera e propria festa per il teatro amatoriale. Ascolinscena è una bella rassegna in cui l’organizzazione ha scelto, in piena e totale libertà, gli spettacoli da proporre, in cui il giudizio della giuria è insindacabile, anche forse opinabile, ma sempre guidato da totale onestà e in base alla valenza teatrale delle commedie visionate.

L’appuntamento è per la tredicesima edizione a Novembre 2019!


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni