Solidarietà nel weekend di Pasqua: la CPP Amandola raccoglie fondi per ''La Meridiana''

Redazione Picenotime

22 Aprile 2019

Bel gesto di solidarietà da parte della squadra sportiva dilettantistica CPP Amandola. Dopo la consegna di uova di cioccolato ai bambini ricoverati all’ospedale "Mazzoni" dello scorso campionato, quest’anno gli amaranto si sono resi protagonisti di una raccolta fondi in favore dell’associazione "La Meridiana", da anni schierata a sostegno di persone con disabilità.

Tale realtà ascolana, molto attiva sul territorio, si occupa della tutela di individui che versano in condizioni di emarginazione e vulnerabilità, con particolare attenzione a bambini e giovani che vanno da 0 a 18 anni.

Quasi commosso il presidente dell’associazione Roberto Zazzetti: “Grazie ragazzi, siete fantastici! E fate i fatti, non ci date le pacche sulle spalle! Ringrazio Rocco e tutta la comunità CPP per la bellissima iniziativa intrapresa, utilizzeremo quei fondi per fare le consulenze e rivendicare i diritti delle persone con disabilità nei vari tavoli di lavoro in Regione! E’ ammirevole che una squadra amandolese abbia sposato la nostra causa quando invece siamo invisibili a tante realtà locali...”, ha concluso il responsabile de ‘La Meridiana’.

Tanta soddisfazione nel team amaranto. “Siamo orgogliosi di ciò che abbiamo fatto, pensiamo che il calcio non sia solo un gioco ma soprattutto un fatto sociale, e nel nostro piccolo siamo onorati di spalleggiare un’organizzazione così operosa”, ha dichiarato compiaciuto il portiere Mattia Giardini. Sulla stessa lunghezza d’onda il compagno di squadra Andrea Tidei: “Ci siamo sentiti in dovere morale di finanziare questo importante progetto, è un’emozione per noi favorire l’integrazione di questi giovani in attività sportive (handbike, wheelchair hockey e basket).” Infine Giordano Tidei: “Ci tenevo a ringraziare tutti quelli che hanno partecipato alla nostra raccolta fondi: dirigenti, mister, tesserati, famiglie e sostenitori! Continueremo imperterriti il nostro cammino sportivo negli anni, senza mai abbandonare il piacere di aiutare chi è meno fortunato di noi".


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni