Palermo, nota del club dopo deferimento: “Nuovi investitori garantiranno serena prosecuzione attività”

Redazione Picenotime

30 Aprile 2019

Foto da Palermocalcio.it

Il Palermo Calcio, con un comunicato ufficiale, ha voluto esprimere la propria posizione dopo il deferimento della Procura Federale per irregolarità gestionali ed amministrative. (CLICCA QUI PER DETTAGLI)

"In merito al deferimento odierno della Procura Federale, l’U.S. Città di Palermo intende sottolineare come tale iniziativa sia un atto dovuto nonché conseguente alle indagini giudiziarie in corso e verrà valutata nelle competenti sedi giudiziarie.

Ciò senza neppure entrare nel merito delle questioni, che tra l'altro sono state oggetto della pronuncia, oggi definitiva, del Tribunale Fallimentare di Palermo che ha rigettato l'istanza di fallimento presentata dalla locale Procura della Repubblica.

La situazione economico-finanziaria della Società, ben diversa da quella rappresentata dalla stampa, è stata positivamente valutata dai nuovi investitori che - con l’imminente sottoscrizione del passaggio di proprietà - garantiranno la serena prosecuzione delle attività del club rosanero".


© Riproduzione riservata

Commenti (4)

Mario69 01 Maggio 2019 17:57

In un paese normale il Palermo ed il Foggia non dovevano manco iniziare il campionato, enormi debiti stipendi non pagati e tanto tanto altro che mi portano a pensare che questo campionato regolare non lo è. Mi manca davvero tanto il calcio anni 80 dove tutti i campionati giocavano alle 15. Queste televisioni hanno rovinato tutto


Fabio 02 Maggio 2019 06:55

Sono un tifoso del Frosinone!! E poi il Signore Zamparini parlava e sparlava del Frosinone guardate cosa sta succedendo al povero Palermo


Andrea 03 Maggio 2019 21:10

Non capisco tutto questo accanimento sul palermo quando in serie A squadre come juve,roma,lazio,lecce,chievo dovrebbero vedere la radiazione dal calcio da anni


Pierluigi 05 Maggio 2019 16:03

Il presidente del Lecce pro tempore (Rico Semeraro) fu ritenuto responsabile di un grave illecito sportivo e il Lecce fu giustamente retrocesso dalla A alla C. Ora, però, dal carteggio ufficiali del deferimento parrebbe dimostrato che il presidente pro tempore del Palermo si sia macchiato non già di un ILLECITO sportivo (per quanto grave possa essere), ma di un REATO, il falso in bilancio, che credo sia penalmente perseguibile d'ufficio. Ora, il Lecce, al momento secondo in classifica, rischia, in caso di mancata vittoria contro lo Spezia, di passare dalla lotteria dei play off e, in caso di condanna tardiva del Palermo, sarebbe beffato dalla sostituzione in A dall'Empoli (terz'ultimo in classifica di A). Pertanto, credo sia più che giusto pretendere un giudizio definitivo sul Palermo prima dell'inizio dei play off).


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni