Ascoli-Palermo 1-2, i momenti chiave della partita

Redazione Picenotime

04 Maggio 2019

Ascoli-Palermo 1-2

L'Ascoli viene sconfitto 2-1 dal Palermo allo stadio "Del Duca" nella 37esima e penultima giornata del campionato di Serie B. Rosanero in vantaggio al 60' con Moreo, pari immediato dei padroni di casa con il primo gol stagionale di Addae. Nel finale ci pensa Haas ad infliggere ai bianconeri il dodicesimo ko in campionato. Restano 43 i punti in classifica della squadra di Vivarini in vista dell'ultimo impegno sul campo del Crotone.




© Riproduzione riservata

Commenti (11)

gianco 05 Maggio 2019 00:12

... notate, ogni volta che prendiamo gol, i giocatori avversari sono sempre da soli in area ad attendere il passaggio dei compagni per poi segnare. Il primo gol loro, il marcatore è da solo sotto porta alle spalle del nostro difensore che è intento a guardare il portatore di palla dalla parte opposta. Sul secondo gol ben 3 dei loro sono liberi in area e .... Ma il nostro allenatore queste azioni non le rivede assieme ai suoi ogni volta, come le vediamo noi, per rimediare a queste grosse lacune? Booh!


PIAZZA DEL POPOLO 05 Maggio 2019 08:36

Non tutti i mali vengono x nuocere sicuramente faranno qualcosa x colmare queste lacune magari con elementi piu giovani


Atlascaruso 05 Maggio 2019 09:58

Della partita di ieri possiamo salvare Addae, Ardemagni, D Elia , Chajia e Ardemagni.


giuseppe capasso 05 Maggio 2019 11:23

La sconfitta ci può stare tanto sarebbe stato utopistico sperare di accedere ai playoff. Ora bisogna solo pensare al prossimo campionato. Apportare all'attuale rosa i giusti correttivi per puntare ai due nobili traguardi: promozione diretta in A oppure ai playoff.


MAX 05 Maggio 2019 14:35

GIANCO HA RAGIONE! IL MISTER DOVRA' ASSOLUTAMENTE ORGANIZZARE MOLTO MEGLIO LA DIFESA!!!


Obiettivo 05 Maggio 2019 15:54

Gianco, abbiamo preso gol così tutto il campionato.
Così oppure su palle "morte" cadute in aria dopo un rimpallo da angolo o da cross e nessuno che la spazzasse via.
Sempre alla ricerca di ripartenza.
Guardiola lo ha insegnato con Xavi e Iniesta, noi ci proviamo con Padella e Addae.
Anche Chiellini quando serve spazza in tribuna, ai nostri, evidentemente è vietato.


LOLLO57 05 Maggio 2019 17:52

La difesa è la stessa che prendeva pochi gol ad inizio stagione e con un portiere migliore. Il problema viene dal centrocampo. Con il calo di Troiano il pressing è diventato molliccio e la difesa è meno protetta. Inoltre la maggior parte dei nostri centrocampisti non sa marcare l'avversario in area. Non sanno coprire sulle seconde palle e sulle dibattute arrivano sempre prima gli avversari. Soprattutto Cavion ed Addae fanno disastri ogni volta che si trovano a marcare un un'avversario in area. (Vedi Cavion con il Pescara in casa, A Carpi, Addae a Brescia e per poco anche contro il Palermo, ma anche Casarini a Padoval).


settembre 05 Maggio 2019 23:36

Non ho capito l'impiego di padella, con quaranta in panca, e l'uscita di addae per frattesi, il problema di vivarini sono i cambi nel 2 tempo dove abbiamo perso una valanga di punti, laddove l'allenatore avversario fa dei cambi ai quali il nostro allenatore non sa rispondere, da qui le 14< rimonte subite, questo ormai è un dato inconfutabile, inutile girarci intorno.


LOLLO57 06 Maggio 2019 00:20

Settembre le rimonte subite sono 12 su 35 partite un dato normalissimo. Ma per dodici volte l'Ascoli ha rimontato o ha mantenuto il vantaggio. Inoltre devi considerare che il Foggia ed il Brescia hanno pareggiato con tiri che escono ogni 10 anni ed il rigore per il Benevento non c'era. Inoltre per essere rimontati bisogna andare in vantaggio e con un altro allenatore magari in vantaggio non ci andavi proprio. Quindi la storia delle rimonte sta diventando una barzelletta altro che inconfutabile.


settembre 06 Maggio 2019 22:09

Mi dispiace ma rimango del mio parere, gli episodi fortunati e sfortunati alla fine si compensano, la gara col Palermo si poteva almeno pareggiare con un pò più di accortezza, di filtro a centrocampo e qualche palla in tribuna, e poi non ho compreso l'impiego di Padella anzichè vedere all'opera Quaranta anche in funzione del prossimo campionato, Frattesi andava inserito non al posto di Addae ma al posto di Ciciretti o Caija spostando il ganhese davanti la difesa, non parliamo di motivazioni perchè a nessuno piace perdere davanti al proprio pubblico nell'ultima giornata di campionato.


LOLLO57 07 Maggio 2019 01:51

Settembre il problema è sempre lo stesso. Ognuno vede il calcio a modo suo. Ma da qui a pretendere di sindacare le decisioni di un allenatore professionista ce ne passa. Siete un popolo di allenatori ma di quale livello lasciamo perdere. Il calcio non è semplice come pensate voi: metto questo, togli quello. È un gioco complesso con un gran numero di variabili da considerare che ai profani come te sfuggono. Quindi lascia perdere concentrati sul tifo e basta.


Partecipa alla discussione

Tutti i campi sono obbligatori.

L’utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, volgari, diffamatori, o qualunque altro materiale in violazione di legge. Gli indirizzi email verranno registrati ma non saranno visibili pubblicamente nei commenti. Gli indirizzi IP verranno registrati.

PTIME

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni